Ortodonzia (Raddrizzamenti)

raddrizzamenti

ortodonzia

 

L’ ortodonzia è una branca molto vasta, comunemente si associa ai bambini che necessitano dei cosi detti apparecchi per raddrizzare i denti o per risolvere patologie funzionali ma nella realtà è comunemente usata anche negli adulti per gli stessi scopi.

L’ortodonzia studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari. Essa ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie, mantenendo o riportando gli organi della masticazione e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile.

Le correzioni si ottengono con apparecchi di tipo fisso o mobile, nel primo caso si tratta di piccoli bottoni posizionati sui denti e tramite di essi si esercitano delle forze che spostano i denti stessi, nel secondo caso si tratta di apparecchi intra e/o extraorali che oltre sui denti influiscono anche sulla crescita/modifica ossea. Esistono anche degli speciali apparecchi removibili altamente invisibili chiamati mascherine che possono ottenere risultati estetici notevoli, la così detta ortodonzia invisibile.

Prima di attuare qualsiasi terapia viene effettuata una diagnosi che si basa su due modelli in gesso ottenuti mediante delle impronte della bocca e da esami radiografici, normalmente un’ortopantomografia e una latero-laterale. Lo studio ha lo scopo di studiare la posizione ossea, dentale, e gli spazi presenti o assenti a livello dentale.

 

300 pensieri su “– Ortodonzia

  • 28 dicembre 2016 alle 23:04
    Permalink

    Salve, ho 50 anni e sono portatrice di apparecchio ortodontico fisso. Purtroppo questa settimana un dentista mi ha fatto notare che nell’ortopanoramica efettuata a ottobre risultano dei riassorbimenti radicolari sui 24-25-26, le radici si sono accorciate di cca 4-5 mm paragonando con la panoramica dall’inizio trattamento ortodontico. Sono preoccupata, l’ortodontista è in ferie e devo restare così un altro mese. Cosa potrei fare..quali sono i rischi? Grazie mille

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      6 settembre 2017 alle 09:39
      Permalink

      Buongiorno
      Questo fenomeno può generarsi a causa di applicazioni di forze troppo repentine e di notevole intensità.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 26 ottobre 2016 alle 21:19
    Permalink

    Ciao cho. Quattro. Denti da piantare quanto. Costa e se si po’ alla rate

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      23 novembre 2016 alle 11:45
      Permalink

      Salve

      Non vengono fornite indicazioni sui costi in quanto variano da professionista a professionista e da provincia a provincia.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 24 ottobre 2016 alle 18:30
    Permalink

    BUONASERA, A MIA FIGLIA DI 15 ANNI DOPO UNA RADIOGRAFIA HANNO RISCONTRATO DUE CANINI ANCORA INTRAPPOLATI IN ALTO. COME POSSONO SAPERE SE SONO IN PIU’ O QUELLI CHE HA SONO ANCORA DENTI DA LATTE? E POI MI HANNO DETTO DI DOVER EFFETTUARE UNA TAC PER ESSERE CERTI DEL LAVORO DA ESEGUIRE MA MI HANNO VENTILATO L’IPOTESI DI DOVER ESTRARRE I DENTI DA LATTE, E DI TRAZIONARE CON UN APPARECCHIO I CANINI PER FARLI SCENDERE IN POSIZIONE CORRETTA. TUTTO CIO’ COMPORTEREBBE UN LAVORO DI CIRCA 2 ANNI. LE SEMBRA CORRETTA COME IPOTESI ? O MEGLIO NON CI POSSONO ESSERE ALTRE VIE PERCORRIBILI. PER QUANTI MESI DOVRA’ RESTARE CON IL “BUCO” IN ATTESA CHE SCENDANO I CANINI ?. GRAZIE SPERO DI ESSERMI SPIEGATA .ATTENDO UNA RISPOSTA

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      9 novembre 2016 alle 18:54
      Permalink

      Buongiorno

      La terapia suggerita rientra nelle corrette linee guida, se devono essere tolti molto prima si può, per motivi estetici, posizionare dei denti finti assicurati al filo ortodontico.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 14 ottobre 2016 alle 19:15
    Permalink

    Salve io mi sono messo ii impianti solo le vite in titanio però in un altro paese e posibile finirlò in Italia ?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      16 ottobre 2016 alle 00:55
      Permalink

      Salve

      Dipende da che marca e tipo di impianti sono stati inseriti, se esistono le componentistiche in Italia.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 9 ottobre 2016 alle 19:19
    Permalink

    Buongiorno dottoressa,
    sono una donna di 36 anni e dovrei seguire una terapia con apparecchio fisso su entrambe le arcate per un problema di affollamento dentale sull’arcata superiore e a causa di una malocclusione dovuta al fatto che sull’arcata inferiore, a differenza che su quella superiore, non sono mai spuntati due premolari; di conseguenza, essendo i denti di sotto in minor numero rispetto a quelli di sopra, la soluzione, secondo la mia ortodontista, consisterebbe nell’estrarre due premolari dall’arcata superiore e mettere, poi, apparecchio fisso sopra e sotto. Io avrei gradito una terapia con Invisalin, ma mi è stato detto che l’unica soluzione è l’apparecchio fisso. Ora, vorrei sapere, che differenza c’è tra l’apparecchio fisso metallico e quello in ceramica o con materiali “trasparenti”? Sono egualmente validi? Mi sembra che la mia ortodontista propenda più per la prima soluzione perché pare che quello in ceramica sia più delicato e tenda ad ingiallire? Lei cosa ne pensa, dottoressa? Grazie.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      20 ottobre 2016 alle 15:53
      Permalink

      Buongiorno

      Gli attacchi sono tutti e due validi. L’ingiallimento non è dell’attacco ma dell’elastico usato per trattenere il filo. I ceramici sono più delicati perchè tendono ad avere minor adesione chimico-meccanica e quindi a staccarsi se non si presta attenzione mangiando.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 9 ottobre 2016 alle 02:09
    Permalink

    Salve dottoressa sono una ragazza di 27 anni che ha portato l’apparecchio dai 7 ai 16 anni. Oggi i miei denti sono quasi tutti storti. Nel frattempo 2 anni fa circa ho tolto un dente del giudizio dall’arcata inferiore ma è stato impossibile rimuoverlo completamente essendo coricato sul nervo. Adesso mi ritrovo ad avere spesso dolore nuovamente sotto agli incisivi dell’ arcata inferiore e i denti ho notato continuano a spostarsi. Cosa posso fare? Permetto che ho sottovalutato il tutto e non mi sono ancora recata dal dentista. Grazie in anticipo!

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      20 ottobre 2016 alle 15:54
      Permalink

      Buongiorno

      Difficile comprendere i motivi per mail. Soffre di parafunzioni come bruxismo notturno? Ha portato abbastanza a lungo la contenzione?

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 5 ottobre 2016 alle 21:21
    Permalink

    Salve, ho 13 anni e il canino superiore destro incluso, grazie a una leva siamo riusciti a farlo arrivare in linea, ma ora per raddrizzare l’arcata superiore ma anche per far spazio al dente che dovrà scendere ho messo da poco l apparecchio ma mi fanno malissimo i molari e si muovono, è un fattore dovuto alla funzione del apparecchio?ah e siccome, ho l’incisivo principale destro superiore, ricostruito, mi fa malissimo con l’apparecchio e vorrei sapere se passerà o siccome è debole, avrò dolori perennemente.
    La ringrazio in anticipo

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      20 ottobre 2016 alle 15:57
      Permalink

      Buongiorno

      Un poco di dolenzia all’inizio è normale, anche al cambio filo, se è davvero eccessiva si confronti con il dentista per una terapia farmacologica di lieve entità.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 29 settembre 2016 alle 12:51
    Permalink

    Salve,
    ho 37 anni e 6 anni fa a seguito di forti emicranie che interessavano la tempia e l’occhio sx ho eseguito una serie di controlli neurologici. Lo specialista non ha ravvisato alcun problema sotto questo punto di vista ma mi ha indirizzato a fare controlli odontoiatrici. A seguito di questi ultimi ho iniziato una terapia con bite di tipo rigido, su arcata superiore. Sinceramente non mi sono mai abituato a portarlo, l’ho sempre mal sopportato e per questo l’ho utilizzato solo in presenze delle emicranie o quando io stesso mi rendevo conto di stringere i denti.
    Dopo qualche anno ho iniziato a notare che l’arcata superiore iniziava a ruotare verso sx (la mediana degli incisivi non era più centrata con il labbro) e, parlandone sempre con lo stesso medico, mi diceva che queste “derive” possono essere normali e che si sarebbe fermata. Adesso mi ritrovo con la situazione peggiorata, con la mediana molto più decentrata e il secondo dente (lato dx) che inizia a sporgere.
    Ho deciso pertanto di rivolgermi ad altri e cercare di trovare delle conferme, ma purtroppo, ad ogni consulto trovo pareri differenti. Il primo mi propone l’estrazione del quarto e una terapia ortodontica (con gli attacchi metallici) che faccia avanzare premolare e molare dx e ruotare tutto il resto a sx, senza però in tutto questo dirmi nulla per quanto concerne il bite (causa lavoro e vita frenetica ho sempre questa tendenza a stringere i denti).
    Il secondo mi ha detto di buttare il vecchio bite che è completamente sbagliato e propone una terapia iniziale di 2/3 mesi con bite personalizzato morbido al fine di rilassare la muscolatura e intervenire poi con un invisible line o un impianto classico a stelline.
    Cosa ne pensa?
    Il mio vecchio dentista mi diceva che avrei portato lo stesso bite tutta la vita, mentre la seconda mi dice che il bite viene costantemente modificato e la terapia ha una durata limitata. Perchè queste teorie così dicordanti?
    La ringrazio in anticipo

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      25 ottobre 2016 alle 12:16
      Permalink

      Salve

      Prima di tutto specifichiamo che un byte non è una terapia, è una diagnosi. In pratica si usano i byte per arrivare, modificandoli nel tempo, ad una corretta posizione posturale della mandibola rispetto al mascellare escludendo l’articolazione dentaria e seguendo sia il sistema neuro-muscolare sia le funzioni di protusiva e lateralità. In casi straordinari il byte può diventare una terapia, come plantare per chi ha una gamba più corta, ma non è la normalità. Quando si è stabilito la posizione, e solo dopo, si usa l’ortodonzia o la protesi per realizzarla fisiologicamente. Alla luce di questo consideri che si può unire l’aspetto diagnostico del byte ad una terapia iniziale di grande linea per poi finalizzarla in seguito.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 10 settembre 2016 alle 23:21
    Permalink

    Salve dottoressa,
    sono una ragazza di 20anni e porto l’apparecchio da più di sei anni, avevo il palato a punta e l’arcata inferiore stretta perchè non mi sono mai cresciuti gli incisivi centrali e inoltre ho poco osso. Il mio dentista mi disse da subito che avrei dovuto fare un impianto dentale. dopo anni di torture per allargarmi il palato di su e per creare lo spazio dei due denti nell’arcata inferiore, nel dicembre 2015 il mio dentista mi ha fatto l’intervento (no ponte): mi ha letteralmente trapanato la gengiva e vi ha inserito due barrette di titanio, sopra quest’ultime ha poi incollato con del cemento delle capsule provvisorie. Ha detto che è stato un intervento un po’ difficile dato i miei denti piccoli e il poco osso. detto ciò, non era meglio fare un ponte?
    inoltre, da un annetto circa, ho notato che la mandibola mi schiocca e certe volte si incastra a destra e per rimetterla nel posto giusto devo premere la mandibola inferiore e spostarla verso sinistra, in questo modo sento una sorta di schiocco e la mandibola torna al suo posto. il mio dentista, quando gliene ho parlato, mi ha detto che poi avremmo besso un bite, è la soluzione più corretta o devo fare qualche intervento?
    infine, da dopo l’impianto dei due denti ho notato una certa difficoltà nel deglutire, o meglio, mi sembra di avere sempre qualcosa in gola, una sorta di pallina che non scende giu ma che sparisce nel momento in cui deglutisco del cibo, per poi ricomparire subito dopo. potrebbe essere una malocclusione? questo problema è correlato all’impianto dentale o è solo una coincidenza?
    il mio dentista, quando gli chiedo quando mi toglie l’apparecchio, mi risponde di portare pazienza perchè il problema che ho io non è un problema facile da risolvere, ma anzi è un problema molto difficile, è vero?
    grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:01
      Permalink

      Buongiorno
      Vista la giovane età l’impianto è la soluzione migliore, tenendo presente che nulla è eterno. Il suo problema maggiore è lo schiocco articolare che non dovrebbe sussistere. Se ha ancora l’apparecchio sarebbe il caso di ricontrollare la situazione e fare eventuali adattamenti.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 9 settembre 2016 alle 18:23
    Permalink

    Ciao mi vorrei mettere l’apparecchio ma mi mancano i penultimi denti di su(mi si sono rotti e il tennista le li ha tolti me lo posso mettere comunque? O seno cosa posso fare per mettermi l’apparecchio ?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:02
      Permalink

      Buongiorno

      Non ci dovrebbero essere problemi nel mettere l’apparecchio, si deve decidere se chiudere gli spazzi o mantenerli per l’iserimento un domani di un impianto per sostituire i denti andati persi.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 5 settembre 2016 alle 20:13
    Permalink

    Salve, vorrei sapere se l’iter del mio trattamento ortodontico è corretto per riportare sul corretto asse un incisivo dell’arcata dentaria inferiore.1) il primo passo è stato la radiografia ma non sono state prese impronte. 2) l’apparecchio è stato fissato prima sull’arcata superiore per circa 6 mesi e dopo in quello inferiore. È stato effettuato lo stripping sugli incisi esterni. Sul dente indietro non è stato posto il brachet ma una molla per congiungere gli altri. Grazie per l’attenzione, spero in una sua risposta.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:03
      Permalink

      Buongiorno
      Sinceramente non ho capito che cosa ha fatto. Le lastre si richiedono sempre per poter fare una corretta diagnosi. In caso di mancanza di spazio si mettono delle molle compresse per riottenere lo spazio perso.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 3 settembre 2016 alle 21:07
    Permalink

    Ho 16 anni e sento che alcuni denti si muovono tra cui un premolare…vorrei sapere se è una sciocchezza o è un vero e proprio problema..grazie in anticipo

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:05
      Permalink

      Buongiorno

      Sarebbe il caso di farsi vedere da un dentista, a 16 anni la mobilità dentale non è certo normale. Sicuro non si tratti di un dente di latte che permane in arcata per agenesia del permanente o forte ritardo nella permuta?
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 3 settembre 2016 alle 02:48
    Permalink

    Salve, il mio problema è che ho i denti dell arcata superiore sporgenti. Per risolvere il problema, porto l apparecchio fisso e ho estratto due denti (i molari se non sbaglio) ,uno a destra e uno a sinistra, in modo tale da creare lo spazio per far indietreggiare i denti sporgenti. La mia domanda è: a questo punto, considerando che ho fatto l estrazione e ho l apparecchio fisso con le stelline ai denti, quanto tempo ci vuole a far indietreggiare l arcata superiore dei denti in modo da allinearli in modo perfetto e non piu sporgenti? 1/2 mesi o 1 anno? Ho sentito che i denti si spostano molto velocemente , sono confusa. Grazie mille in anticipo per la risposta

    Rispondi
  • 28 agosto 2016 alle 00:15
    Permalink

    Salve,per due anni ho portato l’apparecchio fisso in seguito per altri due anni quello di contenimento. Adesso e un anno che non lo uso piu e i denti,soprattutto nell’arcata inferiore si sono leggermente spostiti posso riiniziare a mettere lo stesso apparecchio per risolvere la situazione?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:07
      Permalink

      Buongiorno

      Se l’apparecchio rientra puoi provare, ma la situazione può essere cambiata, sarebbe meglio farsi vedere dal suo dentista.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 26 agosto 2016 alle 21:00
    Permalink

    Salve, le scrivo perché ho una figlia di dieci anni, tra poco undici, che ha gli incisivi superiori storti verso l’interno dei lati esteriori (non so se ha capito) e un incisivo laterale inferiore (per esattezza quello posto a sinistra) accavallato a quello centrale; lei desidera raddrizzare i denti mettendo l’apparecchio, ma essendo ancora una bambina non ha sviluppato tutti i denti permanenti, perciò ha ancora quelli da latte ed io ora non so cosa fare, perché si sente a disagio. Ad esser sinceri i denti si stanno raddrizzando col passare degli anni, però rimane sempre il fatto che lei li vuole drittissimi e non credo che arrivino ad esserlo. Lei continua a tormentarmi, quindi mi sono subito riferita a lei. Se mettesse l’apparecchio ora, esso causerebbe problemi in futuro quando le cadranno i denti da latte oppure non interferirà con la crescita dei denti permanenti? Se potesse metterlo quanto mi andrebbe a costare? Facendo conto che a lei non interesserebbe se l’apparecchio si vedesse e non le darebbe alcun fastidio tenerlo 24h su 24h qual è l’apparecchio più economico? Grazie, calorosi saluti.

    Rispondi
  • 11 agosto 2016 alle 16:03
    Permalink

    Salve dottoressa è due mesi che ho mal D orecchio e denti dal lato sinistro. Ho un dente del giudizio incluso nell arcata superiore ma i medici mi dicono che è messo bene quindi non è questo che causa problemi. Ho una mal occlusione ai denti perché sono pure storti e un dente devitalizzato da poco. Il dolore è due mesi che ce l ho ma non mi passa con nessun medicinale cosa può essere secondo lei? P.s sono andata pure dall otorino ma l orecchio è apposto

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:26
      Permalink

      Buongiorno
      Le cause possono essere diverse, va fatta una diagnosi. Sinusite? Otite? problemi all’ATM? Traumi?
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 11 agosto 2016 alle 15:35
    Permalink

    Salve ho 18 anni e ho un problema di palato stretto e seconda classe, la mattina mi sveglio sempre con l’alito cattivo e volevo sapere se c’entra il palato o altre cose
    Grazie….

    Rispondi
  • 6 agosto 2016 alle 22:14
    Permalink

    Io ho 13 anni e ho i denti davanti avanti e volevo sapere :se dopo aver portato l’apparecchio fisso non riuscissi a portare quello mobile per evitare che i denti tornando indietro cosa faccio?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:29
      Permalink

      Buongiorno
      Il rischio che i denti si spostino è molto elevato, ti consiglio vivamente di portarla, inoltre non è cosi invasiva.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 3 agosto 2016 alle 16:02
    Permalink

    Salve, sono una ragazza di 16 anni e ho un’arcata superiore di II classe. Mi hanno detto che ormai anche mettendo l’apparecchietto non posso fare piú nulla. Con l’apparecchio secondo lei si potrebbe sistemare a questa età?
    La ringrazio in anticipo.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:30
      Permalink

      Buongiorno
      Dipende dalla causa, mascellare superiore avanti o mandibola indietro o ancora concomitanza di tutti e due i problemi. Secondo la diagnosi fatta le terapie sono diverse e più o meno lunghe.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 3 agosto 2016 alle 02:01
    Permalink

    Salve, vorrei una informazione.
    Ho portato per diversi anni un apparecchio mobile per allargare il palato, poichè avevo i canini inclusi, e poi uno fisso per renderli dritti. A Dicembre del 2013 ho terminato il tutto con risultati ottimi ed ho portato la contenzione fino a Gennaio di quest’anno. A distanza di 6 mesi però, oggi, noto un peggioramento (solo nella parte sinistra dell’arcata superiore), con un leggero accavallamento degli incisivi e lo spostamento indietro del dente tra incisivo e canino. Purtroppo la contenzione non mi sta assolutamente più. È possibile una correzione tempestiva? Dovrei rimettere di nuovo l’apparecchio e ricominciare da capo o potrebbe bastare una nuova contenzione, considerando che potrei rivolgermi al mio dentista solo tra un mese in quanto mi trovo fuori dalla mia regione?
    Grazie mille per l’eventuale risposta.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:11
      Permalink

      Buongiorno

      Se i movimenti non sono eccessivi si può usare la sua contenzione per riposizionare il laterale. Sarebbe opportuno prima farsi ricontrollare dal dentista.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 1 agosto 2016 alle 16:43
    Permalink

    Salve, ho appena tolto l’apparecchio sia sopra che sotto.. Adesso ho messo una mascherina e mi chiedevo quanto tempo devo portarla e se devo metterla solo la notte o no
    Grazie arrivederci

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:13
      Permalink

      Buongiorno

      La mascherina, che dovrebbe essere la contenzione, va messa tutte le notti per 3 anni, poi si passa ad una notte si ed una no per altri 2 anni. Nei primi 3 mesi è consigliabile portarla giorno e notte.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 31 luglio 2016 alle 11:36
    Permalink

    Salve vorrei sapere se è possibile intervenire in un’ adulta di 40 anni con palato ogivale x tentare di raddrizzare incisivi e canini di entrambe le arcate dentarie. Grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:15
      Permalink

      Buongiorno

      Dipende da quanto è stretto il palato. Negli adulti per allargare il palato o si procede chirurgicamente o si usa un espansore rapido usato lentamene.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
      • 5 ottobre 2016 alle 11:43
        Permalink

        Buongiorno,
        Ho utilizzato le mascherine d’ invisalaign per due anni e un anno di contenzione a oggi, i risultati sono quelli che volevo ottenere ed ora volevo mettere delle faccette in ceramica sugli incisivi che ora sono Sì dritti, ma esteticamente di un brutto colore dovuto a devitalizzazione vecchie, la mia domanda è dopo aver messo le faccette è necessario rifarsi fare la mascherina di contenzione per evitare una recitava? Grazie in anticipo per la risposta.

        Rispondi
  • 29 luglio 2016 alle 19:15
    Permalink

    Salve dottoressa,sono una ragazza di 19 anni ed ho l’arcata superiore sporgente rispetto all’inferiore problema di deglutizione atipica con morso aperto,ieri mi hanno inserito la griglia dentale fissa che mi sta portando parecchi problemi,secondo lei per quanto tempo dovrò tenerla?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:18
      Permalink

      Buongiorno
      Di solito alla sua età si dovrebbe avere una buona collaborazione, avrei suggerito un percorso con il logopedista per la rieducazione della deglutizione atipica e poi l’ortodonzia. La griglia si usa in bambini poco collaboranti.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 28 luglio 2016 alle 21:38
    Permalink

    Buongiorno
    Ho 17 anni e ho il palato troppo piccolo e quindi i denti sono storti e a causa di questo ho le palette sporgenti.
    Volevo chiedere se è ancora possibile risolvere con l’apparecchio fisso perché sono molto preoccupata.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      23 settembre 2016 alle 11:19
      Permalink

      Buongiorno
      Immagino che si dovrà anche allargare il palato… Dipende dalla sua collaborazione, data l’età dovrebbe essere ancora possibile.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 27 luglio 2016 alle 17:48
    Permalink

    Salve, sono una ragazza si 28 anni.. Io vorrei mettere l’apparecchio, sia perché ho una malocclusione e sia per una questione estetica,ma non ho dolori alla mandibola, solo qualche volta dolori alla nuca. Il mio dentista ha mandato le mie impronte con foto della bocca,della postura e l’anamnesi all’università a Torino, per fare lo studio del caso e per farmi mandare l’apparecchio mobile(lui mi ha detto che avrei dovuto tenere per un anno quello mobile,per spingere un pó indietro la mandibola perché ho il morso profondo,e poi per altri due anni avrei dovuto tenere quello fisso)Oggi mi chiama e vado allo studio e mi fa vedere tutta la cartella che ha ricevuto da Torino e mi ha detto che l’apparecchio non lo posso mettere perché potrebbe causarmi danni alla mandibola e al cranio e poi siccome ho la psoriasi plantare mi ha detto anche che potrebbe peggiorarmi, in 30 anni di carriera è la prima volta che gli capita un caso del genere.Ora io ci sono rimasta un pó male e non sono riuscita a fargli nessuna domanda, vorrei sapere se è davvero può succedere questa cosa della psoriasi, e se potrei mettere solo un apparecchio fisso magari per spostare i denti senza che si sposti la mandibola? Grazie anticipatamente per la risposta.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      7 ottobre 2016 alle 21:48
      Permalink

      Buongiorno

      Sinceramente non ho capito difficile fornirle un parere senza prendere coscienza di questa cartella. Non capisco bene in che termini peggiorerebbe la psoriasi.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 18 luglio 2016 alle 20:13
    Permalink

    Salve mi chiamo Giorgia ho sedici anni e metto il dito in bocca praticamente da quando sono piccola. Ho il palato in su e i denti tutti in avanti, dovrei mettere “l’apparecchio per quanto tempo dovrò portarlo secondo Lei?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      26 settembre 2016 alle 16:52
      Permalink

      Buongiorno

      I tempi sono variabili in quanto per prima dovrà eliminare l’abitudine viziata o la terapia non servirà a nulla. I tempi teraupetici variano da un anno a due.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 17 luglio 2016 alle 22:04
    Permalink

    Salve dottoreasa ho ventuno annni e ho un problema di malocclusione praticamente l arcata dentale inferiore e un po sporgente e spostata verso destra.. La mia domanda e.. C’e possibilità di risolvere il problema con un apparrevchio? O è necessario un intervento?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      26 settembre 2016 alle 16:53
      Permalink

      Buongiorno, una risposta è impossibile, si deve valutare un esame cefalometrico per poter fare una diagnosi.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 15 luglio 2016 alle 02:39
    Permalink

    buongiorno dottoressa, io
    volevo capire una cosa… Ho 20 anni e ho l’apparecchio da 2 anni ormai e hanno detto che giovedì mi tolgono tutto, io sono un po preoccupata… perché non sono molto soddisfatta del lavoro che mi hanno fatto sopra, praticamente tra incisivo laterale e il canino c’è un po di spazio ( parte destra ), invece dall’altra parte è tutto apposto, e poi aprendo la bocca gli incisivi centrali non sono come dovrebbero essere, uno è un po giù e l’altro un po su. A sto punto le chiedo se è normale… o dopo si aggiusta con l apparecchio di contenzione?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      26 settembre 2016 alle 16:54
      Permalink

      Buongiorno

      L’allineamento si può ottenere anche con la contenzione, il pareggio in altezza con la sola contenzione è più difficile.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 14 luglio 2016 alle 12:28
    Permalink

    Buon giorno ho 15 anni e ho il palato stretto ma non ho messo l’apparecchio una mia amica mi ha fatto notare che ho l’alito cattivo nonostante che mi lavo i denti 3 volte al giorno
    Vi volevo chiedervi se possa entrarci il palato stretto e la forma dei dati ho altre cose…

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      26 settembre 2016 alle 17:00
      Permalink

      Buongiorno

      L’alitosi può essere determinata da vari fattori. Carie presenti, tasche parodontali, lingua, alimentazione, digestione. Può spazzolare bene la lingua e fare uso per una ventina di giorni di un collutorio a base di clorexidina 0.12% e rivalutare la situazione.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 12 luglio 2016 alle 21:15
    Permalink

    Salve , ho tenuto l alparecchio fisso per 15 mesi
    Ora lo sto per togliere (fra 2 giorni) ma i denti sotto li vedo ancora storti e non dritti e perfetti come me li aspettavo

    Rispondi
  • 10 luglio 2016 alle 13:15
    Permalink

    Salve, ho 18 anni e recentemente sono andata dal dentista per sentire cosa fare per sistemare i denti storti a causa del palato troppo stretto. Premetto che dai 9 ai 14 anni ho portato l’apparecchio che però ha solo peggiorato la situazione.
    Ho deciso, quindi, di rivolgermi ad un altro studio. Mi sono state fatte tre proposte:
    1.l’intervento chirurgico per riposizionare la mandibola
    2.apparecchio fisso, arcata superiore e inferiore per un minimo di 36 mesi
    3.estrazione del 14esimoe 24esimo dente per creare spazio e apparecchio fisso per 15 mesi
    Volevo sapere se la pratica dell’estrazione è utilizzata spesso o meno e quanto sia il rischio che i denti siano incorreggibili con la possibilità che restino i ‘buchi’ lasciati dai denti rimossi. In attesa di una risposta, la ringrazio in anticipo

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      7 ottobre 2016 alle 21:50
      Permalink

      Buongiorno

      L’estrazione dei denti è una delle pratiche in ortodonzia in condizione di carenza di spazio o di discrepanza dell’over jet tra arcata sup e inf.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 7 luglio 2016 alle 10:31
    Permalink

    Ho appena tolto l’apparecchio e i denti si stanno allargando.
    Quello mobile che devo mettere la notte non è ancora pronto, quando lo metterò i denti torneranno come prima o no?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      26 settembre 2016 alle 17:32
      Permalink

      buongiorno

      Normalmente la contenzione si mette in una settimana, mi pare strano che in questo tempo si siano già spostati. Comunque con la contenzione si possono richiudere gli spazzi.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 3 luglio 2016 alle 16:22
    Permalink

    Buongiorno. Sono una ragazza di 24 anni e da circa 10 anni ho un problema alla mandibola che è peggiorato sempre di più. Dopo un’accurata visita dal dentista, mi è stato diagnosticato un problema temporo-mandibolare , volgarmente chiamata ” mandibola a scatto”. Questo problema per me era diventato insopportabile e infatti mi è stato consigliato di apporre un byte notturno per ” dare sollievo” alle mie articolazioni orali. Il problema è che da quando indosso questo byte mobile, sto avendo dolori alla mascella in particolare al lato destro della bocca ( dove generalmente lo scatto è più forte). Questi dolori li avverto soprattutto quando mangio o sbaglio. Volevo chiederle se è normale che accuso questo dolore e se è causato dal fatto che probabilmente il byte sta facendo effetto, raddrizzandomi la mascella. Grazie.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      26 settembre 2016 alle 17:34
      Permalink

      Buongiorno
      Il byte non è una terapia, ma una diagnosi, lo si usa correggendolo progressivamente nel tempo per ottenere la posizione ottimale che poi deve essere stabilizzata con l’ortodonzia o la protesi.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 2 luglio 2016 alle 11:49
    Permalink

    Buongiorno Dottoressa,
    Sono una ragazza di 23 anni e da pochi mesi ho iniziato il trattamento ortodontico avendo palato superiore stretto a causa di una lieve sporgenza. Il mio problema pero che mi tormenta é una recessione ad uno dei denti inferiori centrali, il dente é stabile e non si muove, il mio dentista mi ha detto che non c e soluzione per curare questa recessione e che c e probabilità che con il tempo possa perderlo. Questo lo vorrei assolutamente evitare. Infatti ho chiesto se c era la possibilità di fare ortodonzia solo sopra e non sotto ma mi e stato detto che non e possibile fare questo. La mia paura é che ora mettendo l apparecchio fisso anche sotto ( attualmente ho espanso re rapido palatale e stelline solo sopra) é che il dente possa cadere. Ho letto che ci sono tecniche linguali in grado di risolvere il problema muovendo il dente con un filo e farlo rientrare in gengiva. Come mi devo comportare. Grazie mille in anticipo.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      7 ottobre 2016 alle 21:54
      Permalink

      Buongiorno

      Sia l’ortodonzia linguale che vestibolare spostano il dente dentro l’osso, non cambia con l’uso di una terapia o l’altra. Se il dente è reinserito a livello osseo la recessione dovrebbe migliorare, esistono comunque tecniche chirurgiche da far valutare.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 25 giugno 2016 alle 15:08
    Permalink

    Il mio dentista ha tenuto un apparecchio per sistemarlo…me lo restituirà entro una settimana…a casa ne ho trovato uno contiguo a quello che deve sistemare, che mi ha fatto qualche anno fa…posso metterlo un questi sette giorni? Grazie.

    Rispondi
  • 25 giugno 2016 alle 15:04
    Permalink

    Salve volevo chiedere un’informazione.. Se prima di mettere l’apparecchio è indispensabile fare una pulizia subito? E riguardo le carie se non sono urgenti si può mettere lo stesso?

    Rispondi
  • 24 giugno 2016 alle 23:59
    Permalink

    Salve ho messo l’apparecchio fisso da poco, per il morso aperto, ora ho notato che la mia mascella di sotto sembra essersi spostata in avanti e i denti non si chiudono Ed Io non riesco più A masticare . La mia domanda è: è normale che si sposti la mascella di sotto se l’apparecchio è situato sopra ?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      7 ottobre 2016 alle 22:08
      Permalink

      Buongiorno

      Ci può essere stato uno scivolamento in avanti della mandibola se si allargato il palato specie se è soggetto ad una terza classe scheletrica.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 24 giugno 2016 alle 00:46
    Permalink

    Salve,
    Ho un problema di mediana deviata.. dalla parte sinistra le due arcate coincidono, a destra no..
    Vorrei sapere quanto tempo occorre circa per risolvere questo problema tramite trattamento ortodontico
    Grazie.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      7 ottobre 2016 alle 22:11
      Permalink

      Buongiorno

      Non sono certa di aver capito bene il problema. In prima classe a sx e seconda classe a dx? Se è questo deve fare una distalizzazione mono laterale quindi circa 2 anni di terapia.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 23 giugno 2016 alle 18:59
    Permalink

    Salve,ho un incisivo superiore storto probabilmente causato da una contenzione fissa poiché mi sono accorto tardi che il filo in acciaio che univa gli incisivi si era staccato.Avendo portato già l’apparecchio fisso per svariati anni e avendo tutti gli altri denti dritti vorrei sapere come raddrizzare quel dente

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      7 ottobre 2016 alle 22:12
      Permalink

      Buongiorno

      Con una contenzione si potrebbe rimediare, ma va portata tutte le notti e almeno un paio di ore di giorno.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 21 giugno 2016 alle 09:25
    Permalink

    Salve,
    Ho 41 anni e circa due anni e mezzo fa ho messo l apparecchietto fisso per problemi estetici….il mio dentista mi ha detto che ha fine trattamento avrei dovuto mettere il filo per evitare lo spostamento dei denti.
    Adesso ho finito il trattamento e dopo avermi detto due annifa un costo adesso mi ha chiesto altri 500 euro per il byte nn parlando più di filo…..e’ corretto chiedere altri soldi che prima di iniziare nn aveva menzionato?? COme dovrei comportarmi?? Grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      7 ottobre 2016 alle 22:27
      Permalink

      Buongiorno

      Esistono situazioni in cui una terapia deve essere alterata in corso d’opera. Forse gli spazi fra sup e inf non era sufficiente per l’uso di un filo e il dentista è tornato ad un apparecchio contenitivo.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 15 giugno 2016 alle 20:11
    Permalink

    Gent.mi Dottori, Vi prego di aiutarmi.
    Ho 48 anni (Uomo) ed ho una buona dentatura..così Mi hanno detto durante le varie visite negli anni. Normali carie curate e 2 denti estratti anni fa con uno devitalizzato. Tutti bianchi e sempre ben puliti. Mai fumato, mai bevuto.
    Vado al dunque. I Miei denti sono tutti abbastanza dritti tranne UNO, da sempre, l’incisivo laterale superiore sinistro. E’ molto sporgente…quasi da sembrare un sopradente..ma non lo è. Infatti al di sotto c’è uno spazietto vuoto piccolo..qualche millimetro. Da qualche anno inizia a darmi fastidio perchè urta sul labbro..e poi è antiestetico. Si potrebbe estrarre oppure correggerlo con ortodonzia?
    Attendo un Vs.cortese e prezioso consiglio.
    Cordialmente.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      7 ottobre 2016 alle 22:29
      Permalink

      Buongiorno

      L’ortodonzia fissa si può usare a tutte le età previo studio del caso in particolare per gli spazi.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 14 giugno 2016 alle 17:30
    Permalink

    BUON GIORNO,HO UN FIGLIO DI 13 ANNI,IL SUO PROBLEMA E’ IL 5 DENTE DA ENTRAMBI I LATI CHE E’ BLOCCATO ALL’INTERNO DEL PALATO COMPLETAMENTE DAGLI ALTRI DENTI TUTTI BEN ALLINEATI E CHIUSI(PREMETTO CHE I DENTI SONO MOLTO GRANDI)ORA IL DENTISTA MI DAVA 2 OPZIONI..O METTERE L’APPARECCHIO(IL LAVORO SAREBBE UN PO’ COMPLESSO E LUNGO,ALMENO 2 ANNI)O ESTRARRE 2 DENTI IN CORRISPONDENZA A QUELLI BLOCCATI SOPRA PER POI FARLI SCENDERE,IN QUESTO CASO IL LAVORO SAREBBE PIù BREVE ED ECONOMICO.NON SO BENE COSA FARE.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      7 ottobre 2016 alle 21:34
      Permalink

      Buongiorno

      Se le due arcate chiudono armonicamente è interessante la seconda soluzione ovviamente va valutato il caso clinicamente e radiograficamente.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 12 giugno 2016 alle 02:32
    Permalink

    Buongiorno,
    Ho 20 anni. Ho da un bel pò un problema, ovvero dietro ai miei denti nella parte superiore ci sono altri due denti (i due incisivi). Mi recano molto problemi soprattutto quando devo parlare con le persone cerco di tenere la bocca serraaata per non mostrare il mio problema. Il punto è che non sono mai andata dal dentista perchè oltre a costare molto, non riuscirei ad andare in giro con denti in meno per un periodo. Cosa dovrei fare? Soprattutto se andassi da un dentista, mi toglierebbe i denti che spungono dietro oppure quelli davanti? E se fosse così, quanto tempo ci metterebbero a tornare al proprio posto? Scusate le tante domande.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      7 ottobre 2016 alle 21:38
      Permalink

      Buongiorno

      Non ho capito se si tratta di denti sovranumerari o denti normali in posizione errata, comunque l’uso di apparecchi ortodontici permettono di non avere “buchi” estetici.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 11 giugno 2016 alle 14:08
    Permalink

    Salve, io sto usando l apparecchio Invisalign da più di un anno per raddrizzare i denti, nell ultimo mese non riesco più ad avere una masticazione giusta, e quindi ho difficoltà a rompere il mangiare in bocca,non chiudendo del tutto i denti.. Mi hanno fatto altre impronte e mi hanno detto che si sistemerà tutto,secondo lei è così?sono preoccupata!!

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 ottobre 2016 alle 11:56
      Permalink

      Buongiorno

      Suppongo si sia aperto un poco il morso laterale, evenienza possibile con questi tipi di apparecchi.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 10 giugno 2016 alle 21:08
    Permalink

    Salve a tutti volevo fare una domanda
    avendo delle carie per mettere l’apparecchio fisso dovrei prima farle togliere però se dovessi mettere quello invisibile devo farle togliere per forza o posso toglierle in futuro più che altro il costo di carie e apparecchio assieme sarebbe troppo
    Grazie a tutti

    Rispondi
  • 6 giugno 2016 alle 23:11
    Permalink

    Salve, io avrei bisogno di un’informazione…è da dicembre 2016 che ho tolto l’apparecchio fisso,l’ho tenuto per 1anno e 9mesi (per metterlo ho dovuto togliere un incisivo inferiore e tutti e 4 i molari del giudizio). Ogni sera prima di andare a dormire uso quello di contenzione,nonostante io lo usi sempre, il mio incisivo inferiore si è spostato leggermente e questo non fa più aderire bene il mio apparecchio di contenzione. Cosa potrei fare? E come mai si è spostato nonostante la mia attenzione e costanza nel portare quello notturno?
    Grazie mille in anticipo!

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 ottobre 2016 alle 11:58
      Permalink

      Buongiorno

      Se lo spostamento è a livello inferiore con un apparecchio mobile, fose la stessa contenzione, il suo dentista può riposizionare l’incisivo.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 1 giugno 2016 alle 10:23
    Permalink

    Salve,ho 34 anni e il mio problema sono i canini,ancora da latte nonostante i definitivi siano pronti da tempo…sei anni fa il dentista mi disse che potevo aspettare,perche’ sarebbero scesi presto da soli,ma evidentemente cosi’ non e’stato.Inoltre ho gli incisivi superiori leggermente larghi ma solo nella parte inferiore e vorrei correggere questo piccolo difetto anche se non mi ha mai creato particolari fastidi.Quali sono i rimedi (in particolare per i canini),soprattutto se la possibilita’ di ricorrere ad un’apparecchio ortodontico fosse la migliore soluzione (i tempi in questo caso non mi preoccupano),anche perche’ un risultato piu’ naturale possibile e’ quello che vorrei ottenere.Cosa mi consiglierebbe? Grazie.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      20 ottobre 2016 alle 16:00
      Permalink

      Buongiorno

      Se i canini non sono in arcata a 34 anni o sono inclusi o in agenesia. Nel caso siano inclusi vanno individuati radiograficamente e poi mediante un piccolo intervento superficializzarne il dorso per porli in trazione mediante ortodonzia fissa.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 31 maggio 2016 alle 16:49
    Permalink

    Salve, sono una ragazza di 24 anni ho l’arcata superiore all’ingiù ovvero quando sorrido soprattutto lateralmente si nota molto che i denti superiori poggiano in modo non corretto ma quasi all’indentro … In termini tecnici non saprei descriverlo, vorrei sapere se posso fare qualcosa a riguardo … Grazie in anticipo della risposta!

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      20 ottobre 2016 alle 16:03
      Permalink

      Buongiorno

      Forse parla di una seconda classe seconda divisione dove gli incisivi centrali sono indietro rispetto ai laterali che sembrano più avanti e spesso appaiono storti. Se è questa la condizione si può intervenire a tutte le età.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 30 maggio 2016 alle 10:06
    Permalink

    Salve io ho un problema nell’arcata superiore… i denti sono larghi tra loro di molto e in più l’arcata è molto più sporgente di quella inferiore. Ho 29 anni e quando ne avevo 12 misi l’apparecchio mobile ma dopo un anno per il forte dolore che provavo nel mettere e togliere l’apparecchio l’ho tolto definitivamente così i denti sono peggiorati ulteriormente. Ora ho deciso di andare dal dentista ma volevo che usasse un rimedio tipo invasione e invece mi ha preso le impronte dei denti e dopo una settimana mi sono ritrovata con in bocca un apparecchio mobile. Il dentista afferma che non c’è altro rimedio al momento è solo dopo 9 10 mesi che i denti saranno un po più in linea si potrà passare probabilmente alle mascherine. Ci sono rimasta malissimo anche perché a 29 anni ritrovarsi con un apparecchio in bocca che si noti sia perché si vede sia perché ci sono problemi di fonetica non è semplice. Lei cosa mi dice? Ha fatto la scelta giusta il mio dentista o ha sbagliato in partenza? Leggo molti casi di adulti che hanno scelto di indossare l’apparecchio però si consiglia quello fisso.. io non so perché ho quello mobile. Grazie e cordiali saluti

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 ottobre 2016 alle 12:00
      Permalink

      Buongiorno

      Per chiudere gli spazi è consigliabile l’uso di un apparecchio mobile, da non trascurare una visita dal logopedista perche una deglutizione atipica e una respirazione scorretta sono fonte di altissime recidive.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 28 maggio 2016 alle 16:04
    Permalink

    Salve ho 24 anni. Ho i denti dell arcata superiore sporgenti in particolare gli incisivi…e per quanto riguarda l’arcata inferiore ho un sovraffollamento…posso risolvere la cosa con un apparecchio mobile che mi diede il mio dentista dell epoca (nel 2008)? O sono passati troppi anni per poterlo usare?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 ottobre 2016 alle 12:02
      Permalink

      Buongiorno

      Sono passati troppi anni, la bocca è cambiata e l’apparecchio ha un settaggio riferito alla precedente situazione. Da valutare se modificabile o crearne uno nuovo.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 27 maggio 2016 alle 14:02
    Permalink

    Mio figlio di 21 anni si è accorto che nella gengiva inferiore sinistra sotto i denti permanenti stavano spuntando delle punte.
    La radiografia a riscontrato che ci sono tre denti che stanno nascendo all’interno della mandibola inferiore sotto i denti fissi.
    Perché accadono cose simili ???
    Il mio dentista non gli era mai capitato , uno, si ma tre , mai .
    Geazie

    Rispondi
  • 26 maggio 2016 alle 19:54
    Permalink

    Salve, avrei bisogno di un’informazione: ieri ho tolto l’apparecchio portato 1 anno per due incisivi superiori accavallati. A distanza di 24 ore mi sembra che un incisivo si sia rispostato leggermente in avanti, è possibile in così poco tempo? Tra 4 giorni andrò a ritirare la mascherina, mi aiuterà a riportare i denti perfettamente allineati così come erano ieri quando ho preso l’impronta?
    Cordiali saluti

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      17 ottobre 2016 alle 15:04
      Permalink

      Buongiorno

      Normalmente si consegna una contenzione al momento che si toglie l’apparecchio , comunque l’uso della mascherina dovrebbe riportarlo in posizione.

      Dott.ssa Beatrice cioni

      Rispondi
  • 24 maggio 2016 alle 16:22
    Permalink

    Salve il mio dentista mi ha detto di mettere l’apparecchio con quattro stellete sopra…cosa significa e com’é fatto questo apparecchio…grazie se mi risponderete

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      17 ottobre 2016 alle 14:40
      Permalink

      Buongiorno

      Immagino che per stellette intenda gli attacchi fissi che si incollano ai denti, i bracket ortodontici.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 21 maggio 2016 alle 20:55
    Permalink

    Salve avrei una domanda che mi tormenta , in mancanza di un molare inferiore e possibile che il molare superiore possa scendere cioè allungarsi verso giù in mancanza del dente di sotto

    Rispondi
  • 19 maggio 2016 alle 15:45
    Permalink

    Buon giorno dottoressa. Vorrei un consiglio… Allora a maggio dell 2015 decido di mettere l apparecchio perché avevo l inciso avanti che si stava spostando sul altro una cosa a detta del dentista futile cioè avrei portato l apparecchio per poco tempo. Vb a parte questo oggi guardandomi allo specchio ho notato che i miei denti sono diritti ma tendono ad amasse e verso destra così chiedendo spiegazione mi è stato riposto che è un problema di mediana e non posso risolverlo. Adesso sono in crisi cosa devo fare secondo lei? Aspetto una sua riposata grazie mille

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      17 ottobre 2016 alle 14:35
      Permalink

      Buongiorno

      Andrebbe capito se si è spostata la mediana superiore con il trattamento ortodontico o se è la mandibola deviata. Prima del trattamento ortodontico la mandibola dove era?

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 17 maggio 2016 alle 19:11
    Permalink

    Buonasera, mio figlio ha 14 anni ed un canino incluso. Ha messo l’ apparecchio mobile e anche fisso. Nella parte a dx tutto ok a sx non scende e il dentista ha proposto di togliere un dente per creare spazio e permettere che i denti si muovano andando a posto. Non so se è il canino quello che vuole togliere. Secondo lei si può fare? Saluti

    Rispondi
  • 17 maggio 2016 alle 17:26
    Permalink

    Salve, ho un bambino di 7 anni a cui è caduto l incisivo laterale superiore destro nel mese di ottobre e a tutto oggi non gli è ancora spuntato il nuovo.Gli incisivi superiori risultano larghi e non perfettamente allineati.cosa mi consiglia?è normale che non sia ancora spuntato il nuovo dente?in attesa di una vostra risposta porgo cordiali saluti

    Rispondi
  • 14 maggio 2016 alle 09:49
    Permalink

    Buongiorno mio figlio , ha 13anni, ha messo il baffo da una settimana. La dottoressa mi ha detto di utilizzare i fori numero 7, ma sinceramente ho il dubbio che abbia letto la striscia numerata al contrario è che quindi il foro esatto sia il 4. È possibile? Grazie

    Rispondi
  • 9 maggio 2016 alle 00:34
    Permalink

    Buona serata ho il palato stretto e ho i denti sporgenti può portare ad avere un alito cattivo

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      9 novembre 2016 alle 18:47
      Permalink

      Buongiorno

      Non credo, può essere predisponente ad una cattiva igiene orale, ma non è la causa dell’alitosi.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 5 maggio 2016 alle 21:02
    Permalink

    Salve buonasera ho i denti d avanti che uno va leggermente sull altro volevo acquistare un apparecchio in.silicone da mettere la notte posso farlo di testa mia o mi procuro danni? E solo leggermente grazie infinite aspetto una risposta

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      9 novembre 2016 alle 18:43
      Permalink

      Buongiorno

      Salve non conosco questi dispositivi, non è che si confonde con i byte modellabili? Comunque sia, che si tratti di un apparecchio ortodontico che di un byte adattabile il fatto che non sia seguito da un medico è molto pericoloso.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 28 aprile 2016 alle 23:42
    Permalink

    Salve dottoressa. Mi chiamo giulia e ho 20 anni da quando sono nata mi succhio il pollice, è brutto da dire a quest’ età ma è il mio unico vizio a cui non riesco a smettere ne ho forza di volonta, di conseguenza ho un palato molto kolto piccolo stretto e molto molto in avanti. Volevo sapere se potevo mettere un apparecchio ai dento per migliorare la langhezza e la posizione dei miei denti.
    Granze mille per l’ attenzione.
    Ps il mio dentista di fiducia dice che ormai a quest’ età l osso e già spostato e non si puo tornare indietro su può solo allargarecun po il palato.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      9 novembre 2016 alle 18:35
      Permalink

      Buongiorno

      Si può allargare il palato agendo sull’osso alveolare o se la situazione è grave si può agire chirurgicamente.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 27 aprile 2016 alle 18:46
    Permalink

    Salve dottori ho 25 anni ed il mio quesito è questo:
    -mio padre mi ha fatto notare che ho l’incisivo laterale inferiore che sta andando verso l’interno.
    – dal lato opposto nell’arcata inferiore ho il secondo premolare che è nato un più all’interno rispetto al resto dei denti.
    – ho i denti del giudizio che non sono usciti totalmente!
    Ora…ammesso che mio padre abbia ragione questo incisivo che sta ”andando più all’interno”può dipendere da una questione di spazi? E poi…a questa età è possibile sistemare questo rientro sia dell’incisivo che del premolare? Apparecchio interno o esterno? I denti del giudizio quando non escono vanno rimossi?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      9 novembre 2016 alle 18:32
      Permalink

      Buongiorno

      L’allineamento dei denti può essere fatto a qualsiasi età, dipende solo da dove è possibile recuperare spazio.
      Si può agire vestibolarizzando i denti, postandoli avanti o mediante striapping se lo spazio necessario è meno di 3 mm.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • Dott.ssa Beatrice Cioni
    22 aprile 2016 alle 11:04
    Permalink

    Buongiorno

    La teleradiografia e le radiografie laterali sono la stessa cosa. La cefalometria è lo studio della teleradiografia. Normalmente per una diagnosi si richiedono entrambe.

    Dott.ssa Beatrice Cioni

    Rispondi
  • 22 aprile 2016 alle 05:16
    Permalink

    Salve, io avevo bisogno di un informazione!
    Io ho un piccolo problema estetico agli incisivi del arcata superiore. La ultima volta che mi sono presentata dal dentista, questi mi ha proposto un trattamento con apparecchio fisso ma non di tutta l arcata per un tempo di 4-6 mesi. Torno a casa, parlo con un amica, e questa mi dice che è impossibile spostare i denti in così poco tempo, che porterei una lesione/ trauma al osso. Inoltre che potrebbe non andare a buon fine il risultato ed alla fine avere “i denti a cavallo”.
    Io personalmente sono rimasta allibita, speravo finalmente di risolvere questo stupido difetto.
    Grazie in anticipo per la Vostra risposta!

    Rispondi
  • 21 aprile 2016 alle 22:25
    Permalink

    Salve sono una ragazza di 26 anni, ho una malaocclusione e ho anche un acufene con continui dolori cervicali e mal di schiena, ho messo da poco il bite ma so che non risolve per sempre il mio problema. .con un apparecchio fisso la mandibola può aggiustarlo?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      24 maggio 2016 alle 09:34
      Permalink

      Buongiorno

      Il byte non è una terapia, ma una diagnosi, cioè serve per capire quale dovrebbe essere la posizione ottimale per il paziete, poi con tecniche ortodontiche o protesiche si deve ottenere quella posizione.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 20 aprile 2016 alle 21:46
    Permalink

    Salve ho 18 anni e sono una terza classe.. Il mio dentista mi ha consigliato di fare l’intervento ma io non me la sento e in alternativa mi ha proposto un apparecchio per avere una chiusura più corretta, siccome mi manca un senso molare inferiore sinistro, mi vorrebbe togliere un canino dalla parte destra per farmi entrare un po’ i denti, pensa che questa soluzione funzionasse?? Levando il canino riuscirà a occupare tutto lo spazio??

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      24 maggio 2016 alle 09:33
      Permalink

      Buongiorno

      Forse intende togliere un premolare, i canini molto difficilmente vengono tolti per recuperare spazio.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 20 aprile 2016 alle 12:02
    Permalink

    Salve, ho 17 anni e ho l’arcata inferiore molto storta. Mi sta crescendo il settimo dente, con un leggero fastidio, ma mi chiedo se pur avendo già i denti storti, è necessario toglierli. Se li ho già storti di mio vuol dire che non mi stanno i denti in bocca? Non vorrei rischiare di avere i denti più storti di quello che già sono.. grazie mille in anticipo.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      24 maggio 2016 alle 09:32
      Permalink

      Buongiorno

      Suppongo che il dente che sta per nascere sia l’ottavo o dente del giudizio. Esistono due scuole di pensiero una che dice che non esiste l’effetto trenico e che i denti anteriormente non subiscono la spinta, l’altra esattamente il contrario. Nella mia esperienza clinica sono propensa a credere che in realtà l’effetto trenino esiste e quindi rischia di avere un peggioramento della situazione.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 13 aprile 2016 alle 22:05
    Permalink

    salve ,ho 34 anni il mio problema è quello di avere i denti superiori molto sporgenti rispetto a quelli inferiori,in più i due denti superiori centrali sono distaccati di almeno 3 mm,avendo anche poco osso che sostengono i denti superiori posso ancora risolvere il problema mettendo un apparecchio mobile?grazie..

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      24 maggio 2016 alle 09:29
      Permalink

      Buongiorno

      Per prima cosa ci si dovrebbe chiedere perchè sono sporgenti in maniera da eliminare la causa prima della terapia. Per esempio se ha una deglutizione atipica è la lingua che sposta i denti in avanti e quindi va corretta questa prima. Riportare i denti indietro non dovrebbe essere difficile, soprattutto se esistono spazzi da da chiudere.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
      • 25 maggio 2016 alle 22:46
        Permalink

        grazie dottoressa,il mio dentista dice che si tratta di un problema di MORSO PROFONDO,e vuole risolverlo allineando la masticazione tramite un apparecchio mobile usandolo tutta la notte e almeno due ore di giorno nello stesso tempo dice che si dovrebbero chiudere pure gli spazi tra i due denti,spero che sia la soluzione più giusta ,anche se io ho i miei dubbi per la mia età.lei cosa ne pensa?

        Rispondi
        • Dott.ssa Beatrice Cioni
          17 ottobre 2016 alle 14:38
          Permalink

          Buongiorno

          Non conosco la sua età, ma i morsi profondi di solito si correggono impiegando apparecchi mobili con byte anteriore.

          Dott.ssa Beatrice Cioni

          Rispondi
  • 10 aprile 2016 alle 16:15
    Permalink

    Salve dottoressa ,
    Vorrei un informazione sto avendo un problema al palato di sopra sento una pressione come se c’ è qualcosa che mi tira dentro e che mi collega al naso solo la parte sinistra però .Non escludo che nella parte di sotto ho 2 denti con delle carie secondo lei può dipendere da quelli?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      19 maggio 2016 alle 15:39
      Permalink

      Buongiorno

      A parete curare le carie che mi sembra una cosa ben fatta, conviene fare una ortopantomografia e vedere se c’è dei problemi a livello osseo.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 9 aprile 2016 alle 18:57
    Permalink

    Buonasera ho 28 anni e ho gli incisivi superiori sporgenti,al mattino al risveglio questi incisivi li ho doloranti e spesso sporchi di sangue e non capisco da quale gengiva provenga il sangue,quale potrebbe essere la causa e la soluzione di questo problema?

    Rispondi
  • 7 aprile 2016 alle 22:44
    Permalink

    Mia figlia 11 anni, é una seconda classe. Porta da 2 anni e mezzo byte acom per la respirazione di bocca, che col trattamento è molto migliorata, ma non è risolta. Ora il dentista ha diagnosticato che non c’è abbastanza spazio per la crescita dei canini, che da una prima panoramica erano posizionati male, ma che usando il byte, nell’ultima panoramica risultano ben orientati. Ho sentito tre pareri: il primo espansore palato con apparecchio fisso, poi apparecchio tipo stelline per allineare; il secondo apparecchio mobile funzionale per allargare palato poi si vedrà come scendono i denti; il terzo togliere due denti sani già quasi completamente usciti per far spazio ai canini poi stellinei. Mancano solo due denti da latte che devono ancora cadere. Cosa devo fare? Sono molto confusa!

    Rispondi
  • 6 aprile 2016 alle 00:00
    Permalink

    Salve, ho un piccolo che ora le descrivo, ho l’incisivo centrale superiore destro leggermente storto e accavallato con il sinistro e l’incisivo laterale destro anche esso stroto. So bene deve recarmi da un denstista per una consulenza. Ma vorrei sapere magari dal problema descritto cosa mi potrebbe consigliare per risolverlo. Grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      19 maggio 2016 alle 15:37
      Permalink

      Buongiorno

      Si può avere una risoluzione con apparecchi fissi mediante attacchi applicati direttamente sui denti e poi una stabilizzazione successiva con una contenzione. Sempre che non ci sia un’eccessiva richiesta di spazio.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 2 aprile 2016 alle 18:05
    Permalink

    Buonasera, ho 15 anni e devo mettere l’apparecchio fisso, ho anche il palato stretto ma mi è stato detto che non si può fare più nulla perché l’osso è già formato.
    Ma se metto l’apparecchio i denti si radrizzano lo stesso anche se ho il palato stretto ?

    La ringrazio in anticipo.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      22 aprile 2016 alle 11:50
      Permalink

      Buongiorno

      I denti possono essere raddrizzati. Se il palato stretto causa un morso incrociato non è detto possa essere corretto, dipende dal grado di gravità.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 1 aprile 2016 alle 20:14
    Permalink

    Buonasera Dottori,
    Ho 20 anni e ieri mi é stata diagnosticata un seconda classe con morso profondo. Gli incisivi dell’arcata superiore sono in avanti di 4 o 6 mm rispetto ai denti dell’arcata inferiore.

    L’ortodontista della mia città mi ha detto che dovrò utilizzare le mascherine invisalign e forse estrarre alcuni denti del giudizio.

    Mi ha detto di fare un’ortopanoramica e che prenderò le.impronte.

    Volevo porvi due domande:

    1) con i movimenti che si effettueranno, potrebbe cambiare la mia Fisionomia ?Potrebbe esserci un cambiamento del naso?

    2) Nel mio caso é sufficiente un’ortopanoramica o si dovrebbero fare anche teleradiografia, cefalometria e radiografie laterali?

    Ho 20 anni

    Vi ringrazio per la disponibilità.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      22 aprile 2016 alle 11:51
      Permalink

      Buongiorno

      La teleradiografia e le radiografie laterali sono la stessa cosa. La cefalometria è lo studio della teleradiografia. Normalmente per una diagnosi si richiedono entrambe.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 1 aprile 2016 alle 10:38
    Permalink

    Buongiorno, ho 33 anni e ho un problema di palato stretto e denti superiori sporgenti. Da bambina ho portato l’apparecchio fisso e subito anche un intervento. Purtroppo non ho concluso il trattamento e i miei denti sono tornati sporgenti. Adesso vorrei sistemarli e mi hanno proposto (solo per sistemare il problema estetico) di portare un apparecchio fisso per 18 mesi in modo da spostare i denti e poi alcuni mesi di contenzioni. Quindi agire solo sui denti per un fattore estetico e educare la lingua perchè se no andrebbe nuovamente a portare i denti in avanti. Sulla mandibola mi hanno detto che non si può agire senza un intervento chirurgico. Per me andrebbe bene anche solo sistemare i denti portandoli un po’ in dentro per un fattore estetico, ma vorrei comunque sapere se la soluzione che mi hanno proposto potrebbe essere valida? Grazie molte.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      22 aprile 2016 alle 11:48
      Permalink

      Buongiorno

      Impossibile una valutazione senza una visita clinica e uno studio cefalometrico sulle radiografie. Sicuramente va fatta una riabilitazione della funzionalità della lingua che è spesso la causa di recidiva.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
      • 1 maggio 2016 alle 19:45
        Permalink

        Salve ho avuto lo stesso problema di denti superiori sporgenti esposto qui in sede e volevo consigliarvi in base alla mia esperienza che ho risolto l’avanzamento dei denti solo con esercizi di riabilitazione logopedica, perché l’avanzamento era causato da una cattiva deglutizione e posizione della lingua nella pronuncia di parole!! Diffidate dai medici che cercano di tener chiusa la bocca con metodi arcaici, xke io non chiudevo la bocca xke respiravo male e per la posizione della lingua!! Ora però chiederei consiglio ai dentisti qui online..ho sistemato il problema logopedico e non soffro più nemmeno di mal di testa..ma vorrei sapere invece qual’e’ la soluzione migliore per rimediare a livello estetico i miei dentoni sporgenti? Da premettere che ho un palato stretto a V e ho 25 anni. Ho chiesto in giro e c’e’ chi mi dice di intervenire con il togliere 4 denti per creare spazio e per portare i denti indietro però mi dicono anche che poi cambierebbe di molto la mia fisionomia!! Non ci sarebbero altre soluzioni? O comunque ci sono Conseguenze negative se vengono estratti questi 4 denti??
        Grazie

        Rispondi
        • Dott.ssa Beatrice Cioni
          9 novembre 2016 alle 18:37
          Permalink

          Buongiorno

          Si può decidere di effettuare delle avulsioni o pure no, si deve valutare gli spazzi presenti e quelli necessari, difficile valutare la situazione senza una visita clinica.
          Dott.ssa Beatrice Cioni

          Rispondi
  • 31 marzo 2016 alle 21:19
    Permalink

    Buonasera mi chiamo Andrea o 32 anni e da quando o 9 anni ke mi trovo con due denti nel palato o sempre avuto paura ad andare dal dentista si può togliere e rischioso come si può agire la ringrazio buona sera.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      22 aprile 2016 alle 10:56
      Permalink

      Buongiorno

      Si deve vedere che denti sono, sovranumerari? Canini permanenti fuori arcata? Premolari? Se sono sovranumerari vanno tolti in anestesia e non si sente gran che, se sono canini vanno valutati se recuperabili mediante terapia ortodontica.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 27 marzo 2016 alle 22:40
    Permalink

    Buonasera Dottoressa io ho portato l”apparecchio fisso qualche anno fa e a fine terapia avevo i denti perfetti sotto il punto di vista funzionale ed estetico purtroppo con l’eruzione dell’ottavo inferiore il mio ingranaggio si è spostato e chiudo con il canino inf sotto all incisivo laterale inoltre gli incisivi inf e sup e i settimi inferiori si sono vestobolarizzati secondo lei avendo questo quadro clinico in quanto posso risolvere questo problema rimettendo nuovamente i brackets?la ringrazio in anticipo cordiali saluti.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      22 aprile 2016 alle 10:46
      Permalink

      Buongiorno

      La valutazione è difficile senza una visita clinica della bocca, si deve valutare molto bene gli spazi disponibili.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 21 marzo 2016 alle 21:53
    Permalink

    Salve sono una ragazza di 16 anni e quest’estate se ne venuto un canino da latte e ora sono 6 mesi che non nasce ancora quello definitivo cos faccio? La mia dentista mi ha consigliato l’apparecchi! Non c’è un altra soluzione? Elastici? Taglietto?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      14 aprile 2016 alle 10:15
      Permalink

      Buongiorno

      Si dovrebbe valutare con un’Rx la situazione, a 16 anni il canino dovrebbe già essere in arcata. Le probabilità che sia incluso sono alte e oltre l’apparecchio è forse necassario un piccolo intervento per agganciarlo e tirarlo in arcata.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 20 marzo 2016 alle 19:27
    Permalink

    Salve, vorrei porre tre quesiti.
    Il primo:
    ho l’incisivo laterale dell’arcata superiore, leggermente storto. Ci sono possibilità di raddrizzarlo senza bisogno di mettere un apparecchio a tutta l’arcata?
    Secondo:
    Ho una protesi in silicone che mi è stata creata quando ero un po’ più piccolina (14/15 anni, ora ne ho 21) in modo da mettere in asse tutti i denti. È possibile utilizzarla ancora adesso o rischio di rovinarli?
    Terzo:
    Quando rido, si nota la gengiva solo dal lato destro dell’arcata superiore. È possibile sistemare anche questo?
    Anticipatamente ringrazio per eventuali delucidazioni, buon lavoro.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      12 aprile 2016 alle 16:08
      Permalink

      Buongiorno

      1 Dipende da quanto è stretto, se tutto il resto è posizionato correttamente lo spazio richiesto non è eccessivo e si può valutare anche un’applicazione da 3-3 (canino – canino).
      2 Bisognerebbe vederla in bocca, come si può sapere se è ancora valida.
      3 Presuppongo sia un problema più di tipo muscolare.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 19 marzo 2016 alle 14:29
    Permalink

    Salve,mia figlia ha 16 anni e ha messo l’apparecchio per 6 mesi(fisso) poichè succhiandosi il pollice i denti le sono venuti all’infuori…dopo che lo ha tolto i denti con il tempo le sono rivenuti all’infuori…come posso fare?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      12 aprile 2016 alle 16:05
      Permalink

      Buongiorno

      Normalmente dopo una terapia fissa c’è sempre una fase di contenzione con apparecchio mobile. Da dire inoltre che spesso le abitudini viziate inducono altri problemi come per esempio la deglutizione atipica che potrebbe, se non corretta da un logopedista, inficiare la terapia.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 10 marzo 2016 alle 17:10
    Permalink

    Salve..io ho un problema molto comune,ovvero quello Dell palato stretto …il fatto è che ho 21 anni , vorrei sapere se è ancora possibile mettere l apparecchio per allargarlo

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      12 aprile 2016 alle 16:03
      Permalink

      Buongiorno

      Dipende dalla gravità della sua situazione. Le possibilità sono tre:
      1 chirurgica, cioè una frattura chirurgica guidata del palato
      2 Espansore rapido fisso usato però in modo lento e attivato una volta a settimana
      3 Apparecchio mobile portato 20 ore al dì.
      Nel primo caso abbiamo un’espansione del palato, nei due seguenti un’espansione dei processi alveolari.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 9 marzo 2016 alle 13:12
    Permalink

    Salve a tutti, sono una ragazza di 22 anni che da qualche giorno ha iniziato un trattamento con l’apparecchio Myobrace for teens, per risolvere il problema del morso profondo.
    Oggi navigando su internet mi sono accorta che dei rivenditori on-line per studi dentistici stanno vendendo questo prodotto ad un prezzo minimo di 60€ e massimo di 90€ all’incirca. Il problema è che i miei dentisti me lo fanno pagare 600€, rateizzato 100€ al mese per 6 mesi. È normale tutto ciò?!
    Vi saluto e vi ringrazio anticipatamente

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      12 aprile 2016 alle 16:00
      Permalink

      Buongiorno

      Non conosco uso questa terapia quindi non ne conosco i costi reali, ma deve considerare che il dentista non mette in conto un semplice presidio ma la sua diagnosi e scelta terapeutica. Per quanto sembri strano il lavoro del medico è di tipo intellettuale e non merceologico; come un avvocato o un notaio che non le mettano in conto la carta ma la loro conoscenza per risolverle un problema.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 7 marzo 2016 alle 16:58
    Permalink

    Ho appena tolto L’apparecchio sotto il palato .
    È normale che senta freddo e che mi abbia lasciato un buco ,cioè ho il segno dell’apparecchio…
    Rimarrà così o tornerà tutto normale ???

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      10 marzo 2016 alle 09:55
      Permalink

      Buongiorno

      Normalmente nel giro di pochi giorni l’impronta dell’apparecchio sparisce. Che intende per “buco”? Che apparecchio ha usato? Espansore? distelizzatore? Barra palatina? Mini-impianti per spostare i denti? in questi casi la guarigione è più lenta.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
    • 27 marzo 2016 alle 22:55
      Permalink

      Buonasera premetto che il mio non è un parere di uno specialista ma a quanto sappia i segni del palato con il passare del tempo scompariranno…È normale averli in quanto avrai tenuto l’espandere per sei mesi o più è quindi la tua bocca si è adattata ma nel giro di pochi mesi tornerà tutto alla normalità

      Rispondi
      • Dott.ssa Beatrice Cioni
        22 aprile 2016 alle 10:53
        Permalink

        Buongiorno

        Non è chiara la domanda, ma se era per sapere se i segni sul palato spariscono dopo aver tolto l’espansre la risposta è di solito si.

        Dott.ssa Beatrice Cioni

        Rispondi
  • 2 marzo 2016 alle 18:29
    Permalink

    Buonasera volevo sapere ma mettere l apparecchio fisso con una recessione gengivale ad un dente nell arcata inferiore é possibile?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      10 marzo 2016 alle 09:53
      Permalink

      Buongiorno

      Quando ci sono recessioni, specie nell’adulto, bisogna stare attenti al movimento che si fa fare hai denti, se è espansivo è sconsigliato, viceversa se è per spostare la radice più all’interno dell’osso è consigliato.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 1 marzo 2016 alle 23:32
    Permalink

    Ho 44 anni da bambina ho estratto due molari superiori e denti giudizio superiori per far spazio ad arcata superiore e denti che sporgevano e ho messo apparecchio mobile per 15 anni. Ora l’asse superiore de il denti si e’ spostato a sinistra mi è stato fatto un molaggio selettivo a causa di mal occlusione nel masticare e otorino a causa dolore orecchio sinistro mi ha consigliato uso bite per bruciati. Ho una deglutizione anomala e con lingua spingo sui denti davanti.Ho sentito opinione di tre dentisti chi dice uso apparecchio per raddrizzare chi invece uso bite per mascella. Mi sa dare aiuto.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      10 marzo 2016 alle 09:51
      Permalink

      Buongiorno

      Difficile dare un consiglio non conoscendo la situazione clinica e non avendo esami su cui basarsi. Il byte non è una terapia, ma una diagnosi, serve cioè a stabilire una posizione finale che poi deve essere riprodotta o mediante ortodonzia o protesi. Inoltre probabilmente necessita di un logopedista per il problema della deglutizione atipica.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 29 febbraio 2016 alle 09:34
    Permalink

    Salve, sono una ragazza che almeno 6/7 anni fa ha tolto l’apparecchio fisso… Dopo averlo tolto non mi sono stati messi i fili per non far spostare i denti, ma soltanto due apparecchi (uno superiore ed uno inferiore) da utilizzare la notte… Non avendolo portato con frequenza i miei denti hanno iniziato a spostarsi, e dopo questi anni, mi ritrovo con i denti spostati, e mi dispiace un sacco… Spostati non eccessivamente, soltanto gli incisivi laterali sono poco accavvallati sui centrali… Una mia amica con lo stesso problema ha rimesso l’apparecchio e li ha ripostati al loro
    Posto in 2 mesi.. Questa cosa è possibile? Potrei far ritornare i denti al loro posto in 1/2 mesi?
    Grazie mille dottore per l’attenzione… Cordiali saluti!

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      10 marzo 2016 alle 09:47
      Permalink

      Buongiorno

      Con apparecchi fissi in 3/4 mesi si può, ma poi vanno portate le contenzioni notturne per diversi anni o le recidive si ripresentano. In determinati casi le stesse contenzioni possono aiutare, ma vanno portate anche di giorno.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
      • 10 aprile 2016 alle 16:22
        Permalink

        Buongiorno, mi attacco al commento della ragazza perchè più o meno sono nella sua stessa condizione, cioè ho portato per molto tempo l’apparecchio fisso però quando l’ho tolto non ho portato la contenzione, penso si chiami così, quindi i miei denti sono leggermente tornati indietro. La mia domanda è, siccome economicamente non ho la possibilità di rimettere l’apparecchio fisso ma odio esteticamente il mio sorriso ho trovato in un cassetto la contenzione. Posso indossarla nonostante sia passato molto tempo? e soprattutto posso sperare nel risultato? Grazie in anticipo.

        Rispondi
        • Dott.ssa Beatrice Cioni
          19 maggio 2016 alle 15:43
          Permalink

          Buongiorno

          Può provare a chiedere al suo odontoiatra se la contenzione è ancora sfruttabile ed adattabile, magari solo con quella riesce parzialmente a invertire la recidiva.

          Dott.ssa Beatrice Cioni

          Rispondi
  • 18 febbraio 2016 alle 21:45
    Permalink

    Salve ho 21 e fino a un anno e mezzo fa avevo un canino incluso, adesso è uscito fuori tutto nel palato, ho due denti del giudizio da togliere e dopo inizierò per rimettere questo dente apposto che non ha spazio…Mi Può spiegare come funziona,che apparecchio si usa,i tempi e i costi? Grazie mille cordiali saluti.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      10 marzo 2016 alle 09:45
      Permalink

      Normalmente a 2′ anni si mette l’apparecchio fisso. Per il recupero dello spazio bisogna condurre un’analisi più approfondita. I tempi di permanenza possono essere variabili, fino ad un anno e mezzo, dipende da dove è possibile recuperare lo spazio per i canini. I costi sono variabili da provincia a provincia, da dentista a dentista.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 18 febbraio 2016 alle 02:07
    Permalink

    Salve la dottoressa mi ha detto che vorrebbe togliere il canino a mia figlia perché quello definitivo non lo farà cadere mai quello da latte dato che il definitivo è un canino un po incluso.secondo lei togliendo quello da latte può quello definitivo prendere la strada giusta e scendere senza ricorrere alla intervento.e più giusto mettere l apparecchio per allargare il palato o togliere il canino da latte e aspettare.mia figlia ha 12 anni.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      10 marzo 2016 alle 09:42
      Permalink

      Buongiorno

      Dipende da che posizione ha il canino nell’osso; normalmente i canini inclusi hanno angolazioni che non favoriscono la discesa in arcata, da qui la necessità dell’intervento.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 17 febbraio 2016 alle 23:48
    Permalink

    Buon giorno, ho 21 anni e ho i due incisivi superiori sporgenti, a castoro,ci sono dei modi, oltre al classico apparecchio,che funzionino come tale ma che siano meno visibili?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      10 marzo 2016 alle 09:41
      Permalink

      Buongiorno

      Esistono degli apparecchi detti “Trasparenti”, sono delle mascherine da portare 24 ore al giorno e da togliere solo per alimentarsi.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 26 gennaio 2016 alle 16:22
    Permalink

    Salve, ho 21 e fino all’età di 15 anni ho portato apparecchi prima mobili e poi fissi per correggere una malocclusione di seconda classa con diastemi sull’arcata superiore, senza rimanere però troppo soddisfatta del risultato. Poi ultimamente, per la crescita di una canino, tra l’altro ruotato, i denti dell’arcata inferiore si stanno spostando così mi sono rivolta ad un nuovo dentista per risolvere il problema. Prima di iniziare qualsiasi terapia mi ha detto che verranno estratti gli ottavi. Inoltre mi ha detto che il palato è stretto e che cercherà di espanderlo per quanto possibile alla mia età. Ora vorrei chiedere se invece con un intervento chirurgico di espansione del palato fosse possibile creare lo spazio per “spostare indietro” i denti e risolvere anche un morso profondo. Grazie per la disponibilità e spero di essere stata chiara nella speigazione del mio problema.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      10 marzo 2016 alle 09:39
      Permalink

      Buongiorno

      Allargando il palato non si spostano indietro i denti superiori, ma si facilita lo scivolamento in avanti della mandibola. Si deve vedere da che cosa è causata la II classe:
      Retrusione Mandibolare
      Protrusione mascellare
      Mista fra i due precedenti casi.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 14 gennaio 2016 alle 22:44
    Permalink

    Salve, mia figlia di 9 anni ha gli incisivi superiore sporgenti, marcata overjat, e una seconda classe molari superiori. Un dentista mi ha proposto baffo mentre il secondo mi ha consigliato espansore e lip bumper inferiore. Poiché sono 2 soluzioni completamente diverse perché nel primo caso si vuole far indietreggiare i denti superiori mentre nel secondo far avanzare quelli inferiori, sono un Po confusa. Cosa mi consiglia?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      3 febbraio 2016 alle 10:14
      Permalink

      Buongiorno

      Si dovrebbe eseguire una diagnosi corretta, se il mascellare è in avanti la prima soluzione sembra più indicata, se la mandibola è indietro la seconda ipotesi è più indicata.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 25 dicembre 2015 alle 16:59
    Permalink

    Salve, avrei una domanda
    è possibile che un paziente possa presentare un’eccessiva protrusione degli incisivi superiori anche con una prima classe scheletrica? Cioè con un rapporto scheletrico tra mascella e mandibola corretto?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      3 febbraio 2016 alle 10:11
      Permalink

      Buongiorno

      Si è possibile e spesso sono associate a carenza di spazio o a presenza di diastemi, cioè eccesso di spazio.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 21 dicembre 2015 alle 23:44
    Permalink

    Salve, volevo esporre il mio problema. Da piccolo mi sono stati tolti tre denti, due nel.arcata superiore e uno inferiore perche mi avrebbero potuto bucare la gengiva, cosi mi è stato detto e l’ho fatto e ho messo l’apparecchio ma dopo qualche anno il mio dentista ha chiuso e quindi l’ho dovuto togliere, ora per farmi risistemare i denti mi sono rivolto ad un altro dentista che mi ha rimesso l’apparecchio ma solo nell’arcata superiore dicendo che o addrizza quella superiore o quella inferiore poiché i denti di una delle due devono essere per forza storti dato che nell’arcata inferiore ho un dente in meno, a gennaio me lo toglie ma non sono soddisfatto, l’incisivo laterale destro è storto e i canini non sono uniti agli incisivi e tra un dente e l’altro c’è moltissimo spazio, il dentista ha detto che non serve unirli e con l’apparecchio di mantenimento alla fine rimarranno così, ma a me non sta bene. Non sta bene anche perché avevo i canini gia impostati correttamente dal precedente apparecchio e lui no, li ha allargati completamente e mi ritrovo i premolari tutti storti. Ora la mia domanda è, posso tra qualche mese rivolgermi da qualcun altro e nel caso rimettere un apparecchio o secondo voi i miei denti ormai sono deboli?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      12 gennaio 2016 alle 11:01
      Permalink

      Buongiorno

      Se i denti sono stati curati con igiene e controlli sono sani, l’osso è quello che si modifica negli spostamenti nel tempo poi si rinforza ed altri spostamenti sono possibili.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 15 dicembre 2015 alle 15:28
    Permalink

    Salve io o 12 anni e o i denti storti mi potrei mettere l apparecchio

    Rispondi
      • 17 dicembre 2015 alle 17:34
        Permalink

        Salve, ho tolto da poco l’apparecchio fisso e, dopo aver preso le impronte, il dentista mi ha dato una maschera di contenzione, arrivata a casa mi è venuto un dubbio: questa mascherina riesce a spostare i denti? Mi è stato tolto l’apparecchio nonostante avessi ancora degli spazi fra molti denti nell’arcata superiore, piuttosto che una mascherina pensavo che avrei continuato con altri trattamenti…

        Rispondi
        • Dott.ssa Beatrice Cioni
          12 gennaio 2016 alle 10:58
          Permalink

          Buongiorno

          Se si tratta di una mascherina in resina o silicone rigido i denti non si spostano e vengono mantenuti in quella posizione, ha solo lo scopo contenitivo. Se si tratta di un apparecchio in resina con ganci e archi vestibolari si può operare degli spostamenti o pareggiare gli incisivi superiori.
          Dott.ssa Beatrice Cioni

          Rispondi
      • 26 dicembre 2015 alle 02:52
        Permalink

        Salve Dottoressa! Sono Michelle ho 14,ho i denti superiori un po sporgenti (tipo a coniglio più o meno) che tipo di apparecchio dovrei mettere? La terapia durerà per tanto tempo?

        Rispondi
          • 22 marzo 2016 alle 05:51
            Permalink

            Salve una domanda ho fatto estrazione molato lato destra e sinistra in quanto si era spezzati, ho ho bisogno di mettere l apparecchio in quanto ho il terzo dente lato dx un po in dentro, la manxanza dei molari può creare problemi?

          • Dott.ssa Beatrice Cioni
            14 aprile 2016 alle 10:17
            Permalink

            Buongiorno

            Andrebbe valutata la situazione in termini di spazio, magari può essere recuperato, diversa la situazione se ha un morso coperto, in quel caso potrebbe essere il caso di rimettere i denti mediante impianti.

            Dott.ssa Beatrice Cioni

  • 4 dicembre 2015 alle 22:30
    Permalink

    Salve, il mio è un caso di mal occlusione di seconda classe.
    Lo scorso anno ho deciso di ricorrere all’ortodonzia e siccome in bocca non avevo spazio, ho subito 4 avulsioni di premolari. Prima di procedere ho girato veramente molti dentisti per ascoltare i vari pareri e devo dire che tutti, ma proprio tutto, mi hanno detto che senza estrazioni non avrei potuto fare l’ortodonzia. Da sempre ho avuto questo palato a punta, molto stretto… E per questo ho accettato di togliere i 4 premolari. Oggi sono all’incirca 7 mesi che ho l’apparecchio ortodontico e gli spazi, dovuti alle estrazioni, si sono quasi chiusi. La sporgenza degli incisivi superiori c’è ancora, non so se sia normale o meno. Nel frattempo ho questi denti che si stanno distanziando l’uno dall’altro… quindi si sono formati spazi interdentali… È tutto normale?
    Cordiali saluti.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      12 gennaio 2016 alle 10:56
      Permalink

      Buongiorno

      La sua terapia è a mezzo, anzi forse ad 1/3 del tempo richiesto, il suo dentista deve portarla a termine. E’ meglio fare una valutazione a terapia terminata.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 2 dicembre 2015 alle 09:52
    Permalink

    Salve, sono una ragazza di 25 anni, da circa 7 mesi mi è stato montato un apparecchio ortodontico sia nell’arcata superiore che in quella inferiore. La causa è una seconda classe nell’arcata superiore, che riguarda solo i due incisivi, dovuto al fatto che il mio palato è “a punta”, quindi si restringe. Prima di montare la macchinetta, ho subito 4 avulsioni di premolari; 2 nella parte superiore e altri 2 nella parte inferiore. A distanza di mesi noto che gli spazi si stanno chiudendo, anche se noto che altri denti adesso si stanno distanziano l’uno dall’altro. Non so se sia normale. La cosa che però mi preoccupa maggiormente è che non noto molto miglioramento degli incisivi sporgenti, e temo che non rientrino !
    Cordiali saluti.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      12 gennaio 2016 alle 10:56
      Permalink

      Buongiorno

      La sua terapia è a mezzo, anzi forse ad 1/3 del tempo richiesto, il suo dentista deve portarla a termine. E’ meglio fare una valutazione aterapia terminata.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 3 novembre 2015 alle 12:15
    Permalink

    Salve,
    Sono Angela ho 14 anni l e ho un problema al palato,
    Nel palato sulla sinistra ho 3 piccolissimi buchi,
    Che sinceramente mi danno un po fastidio e delle volte bruciano un po,
    Da che cosa possono essere portate ?

    Ps. Premetto una cosa ( un giorno circa un mesetto fa, ero andata a fare le analisi del sangue, e nel bagno dell ambulatorio c’è un apposito cestino per buttare il contenitore delle urine,
    Mentre mi sistemavo con u trucchi una matita per le labbra mi era caduta inconsapevolmente in quel cestino, appena ne ne sono accorta lo subito presa e scuaccuata, ma aveva il tappo e tutto, comunque lo scuaccuata e lo rimessa via, dopo prima di uscire ho letto che era il cestino per le urine ma andando di fretta mene ero dimenticata, tipo 3 giorni fa lo utilizzata) è possibile sia per quella matita ?
    (Lo buttata ora)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 novembre 2015 alle 20:20
      Permalink

      Salve

      Non credo ci sia attinenza, ma non posso fare ipotesi senza poter vedere le lesioni in oggetto.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 28 ottobre 2015 alle 20:58
    Permalink

    Salve, vorrei sapere se a 20 anni per poter mettere l apparecchio e’ necessario eseguire dei raggi prima o e’ sufficiente prendere solo le impronte dentali? grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 novembre 2015 alle 09:56
      Permalink

      Buongiorno

      Eseguire delle lastre è sempre fondamentale per una corretta diagnosi, poter vedere le strutture ossee permette una valutazione più accurata del caso.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 27 ottobre 2015 alle 22:17
    Permalink

    Buongiorno,sono un ragazzo di 28 anni e ho un overjet arcata superiore di circa 6 millimetri. Sono stato trattato da bam~bino con un mobile e un fisso ma a 15 anni fini il trattamento poiché fu detto che era necessario le estrazioni sia sopra che sotto per ottenere la perfezione. Decisero così di non procedere. Io però rimasi tutti questi anni deluso e la mia bocca e sorriso non mi sono mai piaciuti. per anni non ho sorriso mai ne mangiato ne chiuso la bocca davanti ad altri,ho trovato strategie di”smorfie”per non mostrare il profilo da”topo”che ho,poi ho deciso di farmi vedere da specialisti,mi dissero che si poteva fare ma con estrazioni e non conveniva perché rovinavo la prima classe dei molari. Ora vorrei trovare una soluzione. Ho sentito una specialista che ha visionato delle mie foto e ha detto che si può intervenire ma senza estrazioni parlandomi della tecnica damon system,in effetti ho lettvari documenti e pareri in cui si dice che con questo metodo si possono”allargare”le arcate ottenendo così lo spazio necessario per far rientrare i denti in fuori senza le estrazioni. Non so se è davvero così,anche perché a occhio mi chiedo come sia possibile che i miei denti rientrino se lo spazio per farlo in questo momento non c’è. D’altronde ho anche letto che esiste la possibilità di operare con la coronoplastica,non so se questo è possibile per un overjet? I miei incisivi superiori sono in fuori nel senso che non sono perpendicolari bensì obliqui,distaccanosi dagli inferiori di 6 mm,quindi non so se si parli di overjet osseo o dentale. In quale di questi casi si può operare e in quali no?
    Per questa situazione si puo allargare il palato con un intervento?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 novembre 2015 alle 10:13
      Permalink

      Buongiorno

      I casi in cui si prevede estrazioni devono essere studiati molto attentamente, sia clinicamente che radiologicamente. Clinicamente conviene prendere delle impronte e sviluppare dei modelli di studio e radiologicamente eseguire una teleradiografia. Questi due esami permettono di fare un’accurata valutazione degli spazzi disponibili e e impostare una terapia su come recuperare spazio. Il sistema che lei menziona è una tipo di attacco a bassa frizione, vanno bene tutti i sistemi, basta che si abbia chiaro qual’è la condizione finale diagnosticata che vogliamo ottenere. Per quanto riguarda l’allargamento del palato in un adulto si può fare solo a livello alveolare e se gli spessori ossei vestibolari lo permettono. Per esempio una recessione ossea vestibolare è una controindicazione assoluta. Non posso addentrarmi oltre sul suo caso in quanto non so la causa di questo over-jet se è dentale, oseo, o da retrusione mandibolare.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
      • 25 novembre 2015 alle 13:41
        Permalink

        Gentilissima Dottoressa, i miei quattro incisivi superiori sono proinclinati in fuori(come da respirazione orale infantile),non credo sia un overjet osseo,ne mandibolare,però se vuole posso inviare alcune foto così può vedere di che overjet si tratta?in che modo posso inviarle?
        grazie
        Marco

        Rispondi
          • 29 giugno 2016 alle 00:50
            Permalink

            Salve sono una ragazza di 24 anni e ho un problema a l’arcata superiore…. Le spiego in breve l’inviso avanti qualche anno fa si sposta sull inciso vicino non mi creava nessun problema ma esteticamente a me non piaceva così 1 anno fa decido di mettere l apparecchio fisso ora 1 anno dal trattamento vedo che i miei denti solo allineati ma tendono ad andare verso sinistra così espongo il mio problema al dentista e mi fa mettere degli elastici che per me non hanno risolto niente comunque alla fine mi è stato detto che ho un problema di mediana e i denti dovranno rimanere così…. Cosa devo fare? È possibile?

          • Dott.ssa Beatrice Cioni
            7 ottobre 2016 alle 21:55
            Permalink

            Buongiorno

            Il suo è un quesito a cui è impossibile rispondere senza immagini radiografiche e modelli in gesso è impossibile rispondere.
            Dott.ssa Beatrice Cioni

  • 1 ottobre 2015 alle 18:25
    Permalink

    Gentile Dottoressa, sono una ragazza di 27anni, da tempo só di essere una terza classe, ma non ho mai deciso di sottopormi ad un intervento maxillofacciale, perché non ho mai avuto alcun problema fisico ( né mal di testa, né dolore ai denti, nessuno problema nella masticazione). Vorrei sapere se posso anche solo con un apparecchio riallineare la dentatura (só bene che il problema osseo-strutturale rimarrebbe).La mia paura è che l’apparecchio possa crearmi problemi di altro tipo, visto che a livello osseo non cambierà nulla. La ringrazio anticipatamente per la risposta.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 novembre 2015 alle 10:18
      Permalink

      Buongiorno

      Non mi ha indicato se i denti storti sono i superiori o gli inferiori. Se si tratta del superiore a grandi linee non ci dovrebbe essere problemi nel fare una terapia ortodontica per riallineare i denti, nel caso dell’inferiore si deve valutare bene in quanto la possibilità di aggravare la III° classe sussiste. Potrebbe essere il caso di valutare l’avulsione di un incisivo inferiore e riallineare i denti sfruttando lo spazio lasciato, a livello estetico non è una cosa che si nota molto se l’allineamento è ben fatto.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 20 settembre 2015 alle 17:40
    Permalink

    oggetto: ortodonzia. mia figlia di 8,5 anni ha il secondo incisivo superiore sx che non scende del tutto x mancanza di spazio. è in seconda classe a causa di un avanzamento in avanti del 1 molare. 4 anni fa la bambina perse precocemente i due incisivi superiori: centrale sx e il secondo sx, e questo avrà avuto la sua parte a chiudere lo spazio. due ortodonzie proposte: trazione extraorale finchè con baffo la notte x creare spazio; oppure (2 ortodonzista) un apparecchio funzionale x più tempo che agisce sulla crescita mandibola e mascella. la seconda terapia mi lascia perplessa x il suo caso:come fà a creare spazio? n.b. sull’arcata dx la bambina non ha questo problema la prego gradirei un consiglio so che non ha le lastre, ma sono veramente in ansia non so a quale dei due affidarmi

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      30 settembre 2015 alle 11:58
      Permalink

      Buongiorno
      Nelle seconde classi da avanzamento del mascellare superiore si usa la TEO (baffo) che richiede una buona collaborazione da parte della piccola paziente, deve portarlo per almeno 12 mesi.Per quanto riguarda l’apparecchio funzionale non mi ha fornito indicazioni che possano farmi capire, esistono svariate tecniche.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 17 settembre 2015 alle 18:27
    Permalink

    Salve mia figlia 10 anni appena compiuti ha terminato il trattamento con quad helix, la mia dentista di fiducia mi consiglia subito di mettere apparecchio con stelline, ma considerando che deve ancora cambiare molti denti da latte è il caso o è meglio aspettare che la dentatura sia definitiva. Grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      30 settembre 2015 alle 11:54
      Permalink

      Buongiorno
      Se sussiste una carenza di spazio notevole per i canini si può adottare un apparecchio fisso 4×2, cioè 4 attacchi sugli incisivi e due bande posteriori per ricercare lo spazio mancante.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 16 settembre 2015 alle 23:11
    Permalink

    Salve, ho 17 anni e da sempre ho avuto i denti dell arcata superiore distanziati uno da l altro. Vorrei rimediare a questa cosa e la mia domanda è: quanto tempo dovrei tenere l apparecchio? Entro un anno potrei toglierlo?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      30 settembre 2015 alle 11:51
      Permalink

      Buongiorno
      La valutazione da fare è se sussiste la possibilità di chiudere questi spazzi. Si deve valutare i rapporti spaziali fra arcata superiore e inferiore per capire come agire e se è possibile con attenta osservazione dell’overjet, cioè lo spazio presente fra faccia posteriore degli incisivi superiori e faccia anteriore degli incisivi inferiori. Talvolta, se i denti sono già allineati e non occorre spostarli, si può usare anche un apparecchio mobile.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 14 settembre 2015 alle 19:28
    Permalink

    salve, ho una bimba di dieci anni, mi e’ stato consigliato previa visita dal dentista la sigillatura dei quattro molari essendo definitivi;
    mi resta il dubbio se fargli portare l’apparecchio mobile solo la notte, non avendoli ancora cambiati tutti e portando l’apparecchio in modo intervallato da un’anno.
    grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      30 settembre 2015 alle 11:46
      Permalink

      Buongiorno

      La sigillatura serve per ridurre le probabilità di carie a partenza occlusale, (area molto più soggetta a carie), quindi è sempre consigliato a maggior ragione in soggetti cariorecettivi. Per quanto riguarda l’apparecchio non posso fornirle un consiglio in quanto non conosco lo stato iniziale la terapia effettuata e il risultato finale.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 12 settembre 2015 alle 11:20
    Permalink

    Salve, ho 19 anni e a breve metterò l’apparecchio,causa canino incluso che mi ha spostato l’incisivo laterale superiore. Ho una preoccupazione, ieri mi hanno detto che l’apparecchio a 19 anni non da molti frutti in quanto dopo averlo tolto i denti ritornano nella posizione precedente all’utilizzo dell’apparecchio. Mi chiedo è vero?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      14 settembre 2015 alle 16:47
      Permalink

      Buongiorno

      L’ortodonzia può essere praticata a qualsiasi età e le recidive possono presentarsi a qualsiasi età. Per mantenere la posizione delle radici a fine terapia è consigliato usare una contenzione per un tempo sufficiente a raggiungere la stabilità delle stesse, periodo che può essere anche più lungo della terapia stessa.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 11 settembre 2015 alle 22:51
    Permalink

    Salve Dottoressa
    Ho 29 anni e ho una terza classe ..mi hanno consigliato un operazione piu una seconda con apparecchio..dato che ho il palato molto stretto .. i denti molto sporgenti e le gengive di sotto quadrate.
    Potrei risolvere almeno un po con un semplice apparecchio saltando l operazione? Grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      14 settembre 2015 alle 16:50
      Permalink

      Buongiorno

      In età adulta è possibile spostare i denti, ma modificare un assetto osseo mandibolare o mascellare diventa difficile se non impossibile a differenza dei ragazzi in crescita. Per questa ragione spesso si necessita di un intervento chirurgico.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 10 settembre 2015 alle 18:28
    Permalink

    Buona sera, io sarei interessata a mettere l’apparecchio “interno”, per meglio dire Ortodonzia Linguale, ho i denti incisivi dell’arcata superiore sporgenti e quelli dell’arcata inferiore accavallati. Sulla sinistra dell’arcata superiore ho un ponte dal primo premolare al primo molare, mentre sulla destra presto farò un impianto per il secondo premolare e il primo molare, mi chiedevo se sia possibile mettere l’apparecchio interno, nonostante ponte e impianti, spiegatemi qual è la soluzione migliore per me, sono abbastanza confusa come avrete potuto vedere. Vi ringrazio in anticipo, a presto.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      14 settembre 2015 alle 16:52
      Permalink

      Buongiorno

      Le consiglio prima di fare ortodonzia in maniera da stabilire bene gli spazzi a disposizione. Un impianto una volta inserito non può essere spostato.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 5 settembre 2015 alle 15:03
    Permalink

    Ciao, sono un ragazzo di 14 anni, ho i 2 denti davanti un po’ sporgenti circa 1 mm, ho portato un apparecchio per 2 anni e per qualche mese uno mobile, ma poi ho smesso. Ora vorrei rimetterlo perché ho capito quanto sono stato stupido a non usarlo più e vorrei sapere prima di tutto quanto costa perché sono i miei che pagano e in questo momento non stiamo tanto bene con i soldi, e poi per quanto tempo lo dovrò tenere. Grazie 🙂

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      14 settembre 2015 alle 16:54
      Permalink

      Buongiorno

      Non forniamo indicazioni sui costi in quanto sono variabili, cambiano da professionista a professionista e secondo la provincia. Valuti se il suo vecchio apparecchio contenitivo entra ancora, magari con opportune modifiche è sufficiente per lo scopo che si propone.
      Dott.ssa Beatrice cioni

      Rispondi
  • 3 agosto 2015 alle 15:23
    Permalink

    Salve dottora io ho 37 anni sono ancora in tempo per usare la macchinetta per raddrizzare i denti?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      14 agosto 2015 alle 23:26
      Permalink

      Salve

      certo, i denti possono essere spostati a tutte le età, magari sarà necessario una contenzione di stabilizzazione per un periodo più lungo.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 27 luglio 2015 alle 03:00
    Permalink

    Buonasera, ho 21 anni e da un anno e mezzo porto l’apparecchio sopra e sotto sia per raddrizzare i denti che per correggere il morso poichè mi hanno diagnosticato una seconda classe. La mia domanda è questa sento e vedo dei grossi miglioramenti ma vorrei sapere come capire quando si raggiunge la risoluzione al problema che ho e quindi quando posso toglierlo

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      14 agosto 2015 alle 23:28
      Permalink

      Salve

      Il suo dentista valuta il termine della terapia. Non esiste un termine se non la perfezione o una condizione il più vicino possibile alla perfezione.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 15 giugno 2015 alle 15:55
    Permalink

    Sono una ragazza di 16 anni con il seguente problema ai denti. Ho ancora due denti da latte, vorrei toglierli poiché uno dei due è già venuto fuori. Togliendo il dente da latte, per portare quello permanente in avanti, cosa dovrei mettere? Un apparecchio?
    Il mio dentista mi ha consigliato di aspettare, ma io provo un fastidio tremendo nel sopportarlo.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 giugno 2015 alle 15:59
      Permalink

      Da quello che capisco se sono presenti i due denti di latte o è perchè devono ancora subire una permuta, molto in ritardo, o c’è un’agenesia dei denti sottostanti. Se si devono riposizionare i permanenti ad occupare lo spazio dei denti assenti serve un apparecchio, da valutare anche l’impiantologia.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 29 maggio 2015 alle 18:39
    Permalink

    Salve dottoressa volevo esporle un mio dubbio. Ho portato per 3 anni e mezzo un apparecchio fisso per correggere una seconda classe, e ora da due anni porto un byte di contenzione. Niente da obiettare sulla sua efficacia, però ho notato che ultimamente (specie da un anno a questa parte) sono comparse diverse carie. Tral’altro quasi nessuna sulle superfici occlusali, la maggior parte sui versanti palatali. Essendo una persona che ha una buonissima igiene orale e non avendo prima d’ora mai sofferto di carie più di tanto, volevo chiedere se ci possa essere una correlazione con il byte. Forse durante la notte si crea tra byte e dente un ambiente che favorisce l’azione microbica? Forse non pulisco a sufficienza il byte? Prima di indossarlo lo strofino sempre sotto l’acqua, poi ogni settimana lo spazzolo con uno spazzolino usando del sapone neutro. Comunque alla vista sembra sempre pulito.Inoltre se dopo averlo indossato bevo, noto che l’acqua va ad infiltrarsi tra dente e byte. Questo può portare a delle conseguenze negative per i denti? La ringrazio per la disponibilità.

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 giugno 2015 alle 16:08
      Permalink

      Guardi, il processo carioso va a periodi, può essere che lei attraversi un periodo in cui sviluppa più facilmente carie. Se l’igiene del bite è corretta dubito che possa influire, le consiglio comunque di metterlo in acqua quando non lo porta e aggiungere qualche goccia di amuchina. Quando invece lo porta eviti assolutamente di mangiare e bere, soprattutto alimenti zuccherini come sono tante bevande.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 19 maggio 2015 alle 17:54
    Permalink

    Scusi Dott.ssa io ho 15 anni sono andata dal dentista e mi ha detto che devo portare l’apparecchio per 2 anni e mezzo sia sopra che sotto, volevo chiederle visto che i denti della parte di sopra sono diritti mentre solo quelli di sotto no, è necessario comunque mettere l’apparecchio anche sopra? Grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 giugno 2015 alle 16:10
      Permalink

      L’apparecchio ortodontico non serve solo per raddrizzare i denti, ma anche di più correggere una funzione alterata. Sapere se è necessario l’apparecchio sia sotto che sopra è possibile solo tramite una visita, dipende comunque dal rapporto dentale se in I, II, III classe dentale.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 3 maggio 2015 alle 22:08
    Permalink

    Salve ho una bimba di 7 anni, da una visita e’emerso morso aperto e lingua tra i denti mi e stato detto che e’ molto grave (premetto che a sempre succhiato il dito)mi hanno detto che deve mettere apparecchio mobile con griglia che dovrà portare sempre per almeno un anno i miei dubbi sono molti, essendo mobile può rifiutarsi di tenerlo?, in più con la griglia riuscirà a parlare bene? Quali problematiche possono emergere ? Con la griglia smetterà di succhiare e infine non sarebbe meglio metterlo fisso? Grazie saluti

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      25 giugno 2015 alle 16:14
      Permalink

      Il tutto è dipendente dalla collaborazione della bambina, meglio fisso se non c’è collaborazione e volontà di portare l’apparecchio mobile. Le consiglio comunque una visita dal logopedista perchè le probabilità che si sia instaurata una deglutizione atipica per via del morso aperto sono molto alte. Se non viene modificato il sistema di deglutizione terminata la terapia si rischia una recidiva e che il morso si riapra.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 18 aprile 2015 alle 10:31
    Permalink

    Salve,

    ho 33 anni e un canino incluso. A breve mi sottporrò all’estrazione del canino definitivo incluso lasciano quello di latte. In più questo ha portato a curvare negli anni l’incisivo dsx. Per correggerlo mi è stato consigliato un apparecchio fisso da non portare per più di 6 mesi. E’ giusta la tempistica trattandosi di un solo dente?

    Grazie

    Rispondi
  • 27 marzo 2015 alle 10:06
    Permalink

    Salve ho 21 anni e un problema di seconda classe. Mi hanno detto che non c’è niente che io possa fare se non portare l’arcata inferiore in avanti. ma il mio problema è sopra non sotto. Non c’è la possibilità di portare quelli di sopra indietro? in piu i due centrali superiori sono leggermente che quasi non si vede, inclinati verso sinitra. (premetto però di avare un problema alla schiena ed il bacino sbilanciato di 5 millimetri e per questo porto una suoletta a destra).

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      16 aprile 2015 alle 17:25
      Permalink

      Le seconde classi sono dovute a tre possibili cause:
      1) Il mascellare superiore è troppo in avanti.
      2) la mandibola inferiore è troppo indietro.
      3) Una situazione mista con il mascellare superiore leggermente avanti e la mandibola inferiore leggermente indietro.
      Nel suo caso si deve individuare in quale tipologia è e agire di conseguenza.
      Spesso una mandibola retrusa può causare problemi posturali.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 22 marzo 2015 alle 14:23
    Permalink

    Gentile Dottoressa, ho portato per 1 anno l’apparecchio linguale Incognito su entrambe le arcate per una seria malocclusione. Tre giorni fa mi è stato tolto, e ad oggi ancora nonriesco a mordere, se forzo sento dolore agli incisivi inferiori, per il resto la masticazione va bene. È normale? Il dolore passerà? Grazie in anticipo se vorrà placare la mia ansia! Saluti

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      16 aprile 2015 alle 17:27
      Permalink

      Una dolenzia diffusa nel primo periodo dopo aver smontato l’apparecchio può essere presente e tenderà a sparire nei giorni a venire. Durante la notte porta la contenzione? Non ne ha accennato nella sua domanda.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 7 marzo 2015 alle 10:30
    Permalink

    ho 18 anni per tre anni ho ussato l”apparecchio fisso adesso me lo hanno tolto e rimasto senza niente en boca e normale o mi dentista dovema consigliarme un apparecchio come contenzione o un bite

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      10 marzo 2015 alle 12:58
      Permalink

      Buongiorno
      La contenzione è una garanzia di stabilizzazione nel tempo, può essere portata anche per 3-4 anni se necessario per poi ridurne l’uso ad una notte si e una no fino a rimuoverla sempre tenendo sotto controllo eventuali spostamenti anomali.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 15 gennaio 2015 alle 01:05
    Permalink

    Ho 65 anni e da 5 porto un bite notturno (prima rigido ora morbido) per un forte bruxismo. Avendo traslocato e dovendo rifarlo ho sentito un altro dentista/ortodontista chiedendo se poteva farmi un bite utile anche per le apnee notturne. Mi ha risposto negativamente in quanto, cosa di cui nessuno mi aveva mai messo al corrente, i miei incisivi superiori a causa di due molari tolti in infanzia sono rientranti e la mandibola inferiore rientrata… insomma non mi ha proposto alcuna soluzione al mio problema che mi causa dolori, difficoltà masticatorie e di sonno: la domanda è: nonostante l’avanzata età sarebbe possibile con un correttore riportare gli incisivi superiori in posizione corretta in modo da consentirmi di masticare e da evitare la “limatura” (fino a provocare una scheggiatura) di quelli inferiori? Lo spero vivamente! Grazie per l’attenzione.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      21 gennaio 2015 alle 00:37
      Permalink

      Salve

      La situazione che mi descrive dovrebbe essere affrontata prima di tutto per ricondurre ad una condizione di normalità il sistema neuro-muscolare. Il byte non ha una funzione protettiva, dovrebbe avere una funzione DIAGNOSTICA, cioè correggere la sua postura per trovare quella più adatta al suo sistema neuro-muscolare. Una volta trovata la giusta postura mandibolare i denti devono essere spostati (ortodonzia) o protetizzati (ponti/corone) per avere la stessa postura ottenuta con il byte.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 26 gennaio 2015 alle 03:05
        Permalink

        Grazie per la sua cortese risposta, Dott. Jacopo Cioni.

        Purtroppo di bite con “funzione diagnostica” (nè di quel che segue) non mi ha mai parlato alcuno degli odontoiatri che, negli anni, mi hanno avuta in cura. Ora vorrei sapere come poter fare: avete ambulatori o referenti a Genova o, in alternativa, può indicarmi quale sia la branca specialistica idonea a risolvere il mio problema, evidentemente fin qui molto sottovalutato nonostante il mio impegno a curarmi a dovere la dentatura.

        Grazie e cordiali saluti

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          20 febbraio 2015 alle 02:35
          Permalink

          La Branca è la Gnatologia. A Genova… Posso provare ad informarmi, ma non le prometto nulla.
          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 9 gennaio 2015 alle 02:21
    Permalink

    Salve sono una ragazza di 20 anni.. Ho portato l apparecchio per 4 anni perché sin da piccola ho avuto sempre l arcata superiore sporgente. Il mio problema è quello di avere il palato sporgente e stretto e Tendo a stare con la bocca aperta e questo mi ha portato ad avere anche il labbro superiore poco sviluppato e gengive arrossate. Pertanto mi hanno detto ke è una malformazione scheletrica e che per quanto si possano tirare in dentro i denti nn saranno mai perfetti. La terapia che sto affrontando è quella degli elastici.. Va bene così? È vero che non si può fare molto? Grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      10 marzo 2015 alle 13:04
      Permalink

      Buongiorno
      Mi sembra di aver capito dalla descrizione che abbia un sorriso “gummy smile”. Questa situazione è difficile da correggere, esiste una ginnastica per allungare il labbro superiore, ma occorre molta costanza negli esercizi. Deve essere valutata anche la postura della lingua mediante una visita dal logopedista. Da valutare anche il rapporto dei denti posteriori se si tratta di una 2° classela terapia è corretta solo nel caso di retrusione mandibolare, se si tratta di 2° classe ma di protusione si deve distalizzare.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 22 novembre 2014 alle 20:02
    Permalink

    Salve, ho 19 anni e da 5 anni ho tolto l’apparecchio. Ne ho portati vari nell’arco di 7 anni, e uno dei problemi che avevo e che è stato (leggermente) risolto è quello dell’arretratezza della mandibola inferiore, problema ancora presente in piccola parte, ma la chiusura delle labbra avviene tranquillamente. Ora mi rendo conto che i due incisivi superiori sono leggermente sporgenti in avanti, e la mia domanda è questa: avrò portato poco l’apparecchio di contenzione? L’ho portato di notte per circa 2 anni! O è possibile che me li abbiano lasciati proprio cosi? È risolvibile come cosa e in quanto tempo? Ci sono metodi meno visibili degli attacchi tradizionali? Il prezzo intorno a quale cifra si aggirerebbe, ovviamente in linea generale? Grazie

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      9 marzo 2015 alle 11:25
      Permalink

      Buongiorno
      Di solito la contenzione non si toglie di botto. Da tutte le notti si passa ad una notte si e una no per almeno 1 anno. In seguito si toglie una settimana, sotto controllo per valutare la stabilità dei denti. Oggi esistono attacchi interni e mascherine trasparenti, ma dipende da qual’è il problema, non sempre si possono adoperare.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 4 novembre 2014 alle 14:31
    Permalink

    Salve, sono una ragazza di 26anni e quando ero più piccola ho portato l’apparecchio fisso per 3anni. dopo mi è stato impiantato un dente in ceramica. adesso però i denti si stanno spostando e si nota molto, cosa posso fare? è possibile mettere l’apparecchio invisibile avendo un impianto?
    grazie mille

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      8 novembre 2014 alle 14:57
      Permalink

      Salve
      Il fatto che i denti si spostino significa o che non sono stati stabilizzati sufficientemente a lungo mediante una contenzione o che le forze esercitate durante la deglutizione sono tali scorrette e di intensità tale da provocare questi spostamenti. Andrebbe prima di tutto capito perchè avvengono questi spostamenti. L’apparecchio invisibile ha vantaggi estetici notevoli, ma non sempre è utilizzabile, non è comunque l’impianto a generare un limite nell’impiego.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 29 ottobre 2014 alle 15:56
    Permalink

    Buonasera, ho l’apparecchio fisso da più di 1 anno, un pò di tempo fa il dentista mi ha messo un filo ortodontico doppio nell’arcata inferiore ( filo retroso, non so se si chiama così), per spostare i denti in dietro, oggi il dentista me lo ha spostato in sù, sopra i brachet, e ho notato che i denti si sono spostati in avanti, mentre quando avevo il filo erano tutti dritti… mi devo preoccupare?

    Rispondi
  • 25 ottobre 2014 alle 14:52
    Permalink

    Salve ho 28 anni , il mio è un problema estetico che mi da veramente tanto disagio!
    Ho l incisivo superiore destro molto sporgente. .. da piccola nn ho potuto
    mettere l apparecchio , gli altri denti sn dritti, ma x l incisivo
    mi vergogno persino di sorridere!
    La mia domanda è. .. possono aiutare le faccette dentali o devo
    x forza metterlo ora l apparecchio?

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      9 marzo 2015 alle 11:21
      Permalink

      Buongiorno
      Dipende quanto è sporgente, una faccetta ti porta i due centrali allo stesso livello di sporgenza, dritti ma sporgenti entrambi.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 6 febbraio 2014 alle 17:15
    Permalink

    Buonasera mio figlio 15 anni ha finito ‘ortonzia e a un anno dal contenimento si sono accorti che ha il settimo incluso incastrato tra il sesto e l’ottavo abbiamo consultato diversi dentisti uno ci ha proposto estrazione di ottavo elussazzione di settimosenza ortodonzia provare a farlò attecchire se no togliere anche questo l’altro togliere settimo e- riposizionare ottavo ancora incluso con ortodonzia l’altro ancora togliere ottavo e riposizionare settimo con aggancio e ortodonzia per favore ci può dire quale soluzione adottare grazie mille

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      9 aprile 2014 alle 21:43
      Permalink

      Salve.
      No, non posso farlo perchè dipende da molti fattori che si possono conoscere solo tramite visita ed esami diagnostici.
      Dott. Jacopo cioni

      Rispondi
  • 14 settembre 2013 alle 13:48
    Permalink

    Salve io sono una ragazza di 20 anni ,premetto di aver messo all’età di 15 anni l’apparecchio fisso ma per vari motivi sopratutto di dolore di sopportazione dell’apparecchio di contenimento in ferro, uno degli incisivi superiori si è leggermente proteso in avanti. Lei cosa mi consiglia? esiste qualche metodo in farmacia per ridurre questo lieve difetto estetico?o cosa dovrei eventualmente fare?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 ottobre 2013 alle 20:20
      Permalink

      Salve
      In farmacia non esiste nulla del genere, dovrebbe applicare un nuovo apparecchio, ne esistono anche di invisibili.
      dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    11 settembre 2013 alle 22:34
    Permalink

    Ho una bambina di 6anni e mezzo e mi è stato detto che il palato superiore cresce meno di quello inferiore ed è leggermente spostato a DX e che quindi, necessita di un apparecchio! Vi chiedo, esiste un diverso modo per ristabilire la simmetria che non sia l’apparecchio? Magari calchi in silicone o altro.

    Grazie!

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      14 luglio 2014 alle 10:18
      Permalink

      Buongiorno
      Mi scuso per il ritardo nella risposta.
      La possibilità di un centraggio può essere, talvolta, secondo il caso, risolta mediante un molaggio selettivo dei denti decidui. Per quanto riguarda il palato stretto è difficile che possa espandersi senza l’uso di un apparecchio. Si deve inoltre accertarsi che sussista una respirazione nasale e non orale.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 11 settembre 2013 alle 10:11
    Permalink

    Buongiorno, ho i due denti davanti sporgenti rispetto al resto della dentatura, vorrei raddrizzarli, ma un dentista mi diceva che impossibile perche e’ l osso a essere sporgente. Esiste qualche rimedio? Apparecchi invidibili? Ci tengo molto. Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 giugno 2014 alle 18:55
      Permalink

      Salve, non è possibile rispondere a queste domande senza visita e esami radiografici adeguati. Se non è soddisfatto della diagnosi del collega si rivolga ad un secondo per un consulto.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    28 luglio 2013 alle 10:42
    Permalink

    Ho un dente, il canino superiore sinistro, che è cresciuto rientrante verso il palato, rispetto alla sua sede naturale. Avendo ormai 28 anni non ho davvero nessuna intenzione di correggere la cosa con un apparecchio dentale… Vorrei invece che venisse estratto chirurgicamente il dente cresciuto fuori sede e che nell’incavo rimasto vuoto mi fosse impiantato a vite un dente di porcellana…E’ possibile? Quali sono in media i costi?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      4 settembre 2013 alle 14:04
      Permalink

      Si può benissimo togliere il canino superiore sinistro e inserire un impianto al suo posto, ma bisogna vedere se c’è lo spazio necessario sia in arcata (per la corona del dente), sia nell’osso per l’inserimento dell’impianto.
      Presumo che il canino si nato nel palato perché non c’era posto nell’arcata, in questo caso il posto va comunque ricreato con un apparecchio. Allo stesso tempo ci deve essere sufficiente osso per poter inserire un impianto se non si vuol rischiare un fallimento o peggio un danneggiamento dei denti contigui.
      I costi sono dovuti solo alla richiesta del professionista a cui si rivolge.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    28 luglio 2013 alle 10:40
    Permalink

    Sono un ragazzo di 29 anni con il seguente problema ai denti. Ho i due incisivi avanzati rispetto al resto della dentatura. Vorrei sapere se a questa età è ancora possibile risolvere il problema con un apparecchio fisso e se esistono soluzioni che rendano non visibile esternamente l’apparecchio? Esistono anche altre soluzioni anche chirurgiche che possano risolvere il problema?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      4 settembre 2013 alle 14:04
      Permalink

      All’età di 29 anni si può intervenire tranquillamente con l’ortodonzia avendo buoni risultati. Bisogna vedere la causa della protrusione degli incisivi: C’è mancanza di spazio sull’arcata superiore? (quindi si devono fare estrazioni oppure basta una distalizzazione ?), o è la mandibola in posizione retrusa (per esempio perché il mascellare superiore è stretto). In base alla causa della malocclusione si decide la terapia e i tempi. Per quando riguarda l’estetica esistono attacchi estetici che non danno
      molto impatto visivo, oppure c’è l’ortodonzia linguale (nella parte interna della bocca), ma non in tutte le malocclusioni è applicabile.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    28 luglio 2013 alle 10:39
    Permalink

    Dopo aver portato (con ottimi risultati) un apparecchio ortodontico fisso, per quanto tempo e per quante ore al giorno in linea di massima un adulto deve portare l’apparecchio mobile contenitivo.
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      4 settembre 2013 alle 14:04
      Permalink

      L’apparecchio di contenzione mobile deve essere tenuto tutta la notte e qualche ora (2-3 ore) di giorno per i primi mesi. Poi si può mettere solo la notte, per almeno un anno e mezzo. In seguito provi a non metterlo la notte, sotto controllo del dentista, valuti se ci sono dei movimenti dentali, altrimenti va rimessa la contenzione per altri mesi. Comunque, in linea di massima, più si tiene la contenzione più si stabilizza il lavoro dell’ortodonzista.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    28 luglio 2013 alle 10:38
    Permalink

    Vi scrivo per avere un consiglio. Ho il sesto superiore sinistro fratturato in seguito ad una devitalizzazione ed otturazione fatta da un dentista probabilmente incompetente. Ora tutti i dentisti che hanno visto la frattura, mi dicono che il dente non si può salvare e va tolto. Tra le varie opzioni prospettatemi ci sarebbe anche quella di una protesi ortodontica fissa per spostare il settimo nel posto lasciato dal sesto, così si farebbe spazio al dente del giudizio che ora è incluso. E’ fattibile un cosa del genere? E quanto tempo ci vorrebbe perché tutto questo avvenga?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      4 settembre 2013 alle 14:03
      Permalink

      Può essere fattibile, va valutato molto bene la possibilità di recuperare l’ottavo incluso e se anche fosse recuperabile se questo ha una struttura radicolare tale da renderlo un elemento affidabile nel tempo. Difficile è fare un previsione sui tempi le variabili sono troppe.
      Dott.ssa Beatrice Cioni
      In merito alla sua affermazione che il dente è andato perso per incompetenza del medico che l’ha curata vorrei precisare che molto spesso al paziente viene suggerito l’esecuzione di una corona al posto di un’otturazione, non viene fatto perché così il dentista guadagna di più, ma perché il dentista si rende conto dei rischi di una semplice otturazione. Spesso il paziente, dato la differenza di costi, preferisce un otturazione. Non metto in dubbio la sua buona fede, ma mi permetta di non mettere in dubbio nemmeno quella del suo dentista.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    28 luglio 2013 alle 10:37
    Permalink

    Desidero sottoporre alla Vs attenzione il mio caso personale. Mia figlia di 12 anni presenta una agenesia degli incisivi laterali
    superiori. Premesso che dall’età di 9/10 anni è in cura da un dentista specializzato in ortodontia di Genova e che nel corso di questi anni ho fatto diversi consulti e considerato che è stata scartata da tutti l’ipotesi dell’avvicinamento. La scelta è stata determinata dal fatto che attualmente ha una masticazione regolarissima, ma potrebbe attuarsi una crescita della mandibola inferiore e quindi la necessità di mantenere il numero di denti nell’arcata superiore. L’ultima visita che risale al XXXXXXXX, dopo nuove lastre, nuove impronte, un nuovo accurato studio di un noto luminare in ortognatodonzia la relazione è stata la seguente: non vi è altra possibilità che il mantenimento degli spazi ed il successivo intervento di implantologia. Mi consigliano quindi di rivolgermi ad un impiantologo. Su mia richiesta di un’alternativa un’altra unica soluzione sarebbe quella di fissare un “chiodo” al palato per avvicinare i premolari. Sono rimasta confusa, delusa e sconcertata. Cosa fare? La situazione attuale è la seguente:
    SONO ANCORA PRESENTI I DENTI DA LATTE INCISIVI LATERALI SUPERIORI (DI CUI UNO ALQUANTO SALDO, L’ALTRO MOLTO INSTABILE)
    I DUE INCISIVI LATERALI DA LATTE SONO INCOLLATI AGLI INCISIVI VICINI, MA PURTROPPO, ANCHE SE LA RAGAZZA PRESTA MOLTA ATTENZIONE QUASI MENSILMENTE OCCORRE PROVVEDERE AD UN ULTERIORE INCOLLAGGIO.
    SO CHE NON è POSSIBILE UN SISTEMA DI IMPLANTOLOGIA POICHÉ LA RAGAZZA E’ ANCORA IN FASE DI CRESCITA E SO ANCHE CHE L’INTERVENTO NON E’ GARANTITO AL 100%.
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      4 settembre 2013 alle 14:02
      Permalink

      Esteticamente parlando è meglio mantenere gli spazi per i due laterali superiori, anche perché dalla sua lettera mi sembra di capire che la mandibola può avere una crescita nella norma o eccessiva. Il problema è mantenere i laterali da latte finché sua figlia non ha finito la crescita e possa affrontare un discorso di protesi definitiva. Una soluzione per mantenere lo spazio, al momento che i decidui cederanno, è l’uso di una protesi provvisoria detta Maryland Bridge che consiste in due alette da fissare ai denti contigui che portano un dente di sostituzione. Ha il vantaggio che la sua applicazione non richiede, se non in maniera modesta una preparazione dei denti vicini A maturità avvenuta la sostituzione può essere fatta o con degli impianti, se l’osso è sufficiente ed è del giusto spessore, o con un ponte tradizionale. L’impianto, se possibile, è la scelta migliore, tenga presente che nessun dentista gli assicurerà una garanzia al 100%. Perché un minimo di rischio di perimplantite c’è sempre, inoltre gli impianti richiedano la massima igiene orale da parte del paziente e controlli periodici dal dentista. Altra possibilità sono le protesi tradizionali (il classico ponte che ha bisogno dei denti accanto come elementi pilastro, e quindi una loro riduzione a monconi). Tenga conto che sia nella protesi tradizionale che in quella implantologica non può essere per tutta la vita, perché sua figlia è molto giovane e quasi sicuramente nell’arco del tempo dovrà sostituirla per vari motivi (…per viraggio del colore, per allungamento della corona ecc…).
      Dott. Beatrice Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    28 luglio 2013 alle 10:28
    Permalink

    Ho 21 anni, ed un problema di malocclusione.
    Il mio odontoiatra sostiene che abbia un morso incrociato di seconda classe, che mi provoca un click all’articolazione temporo-mandibolare destra, ed a volte mal di testa. Mi ha fortemente consigliato di fare ortodonzia, ma non mi ha detto per quanto tempo (è restato molto vago). Alla mia età, è possibile ottenere risultati soddisfacenti in un tempo ragionevole? Quello che mi spaventa è la possibilità, indicatami dal mio dentista, del presentarsi in futuro di gravi problemi alla schiena. Sebbene non abbia affatto una dentatura perfetta, io sono intenzionato ad intervenire per il solo motivo di risolvere questi eventuali problemi, ma non per migliorare il sorriso. Esistono apparecchi che servono solamente ad intervenire sulla malocclusione e che non siano molto visibili? E comunque qualora intraprendessi la cura ortodontica consigliatami vi è una possibilità reale di insuccesso? Grazie.
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      4 settembre 2013 alle 14:01
      Permalink

      Alla su età è possibilissimo intervenire in modo ortodontico in un tempo ragionevole, di solito l’ortodonzia dura da un anno ad un anno e mezzo nei casi più semplici fino a due anni, due e mezzo, nei casi più difficili.
      Esistono degli attacchi trasparenti detti estetici che hanno un impatto visivo minore, oppure se non desidera fare ortodonzia può mettere un bite, esso però dovrà essere portato tutta la vita e controllato periodicamente, dato che tenderà all’usura.
      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    28 luglio 2013 alle 10:26
    Permalink

    Il mio bambino ha problemi di denti che sono storti. Ha tre anni il mio dentista mi ha detto che è presto per intervenire di aspettare i 6 anni è giusto oppure si deve intervenire subito?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      4 settembre 2013 alle 14:00
      Permalink

      Se il bambino a tre anni ha già i denti storti forse è meglio intervenire, comunque dipende molto dal grado di collaborazione del giovane paziente.
      Dott.sa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    28 luglio 2013 alle 10:25
    Permalink

    Le scrivo perché desidero risolvere il problema estetico dei miei denti. In generale ho una bocca decorosa, ho una dentatura sana, ma ho i gli incisivi superiori un po’ distanziati rispetto ai 2 frontali, che a loro volta sono accavallati, il che provoca una fastidiosa asimmetria. In realtà Il fastidio è senz’altro più fisico che puramente estetico, infatti ho i denti un po’ sporgenti che mi disturbano nella chiusura corretta della bocca. Lo so che è difficile chiederlo senza una visita ma indicativamente quali sono i tempi ed il costo per risolvere il problema? Sa indicarmi il centro specializzato più vicino (anche a Milano) per poter prenotare una visita?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      4 settembre 2013 alle 13:59
      Permalink

      Non ho capito esattamente il suo problema. I denti sono distanziati si può fare la coronoplastica. I denti sono accavallati si può fare ortodonzia.
      Il tipo di ortodonzia dipende dal tipo di patologia e dalle esigenze del paziente:
      – non vuole far vedere che ha l’apparecchio fisso in bocca può usare l’ortodonzia linguale, è molto estetica ma da più noia per parlare e per la lingua, dato che gli attacchi sono posizionati sulla superficie interna del dente. Tenga presente che non tutte le malocclusioni si possono trattare con questa tecnica.
      – non gli interessa far vedere l’apparecchio fisso in bocca può usare l’ortodonzia classica o con gli attacchi metallici sono più resistenti, ma meno estetici (consigliati per i bambini), o con attacchi estetici (di varia composizione) un po’ più delicati, ma molto estetici (consigliati per gli adulti)
      I costi dipendono da molti fattori:
      – Tipo di tecnica usata
      – Durata della terapia
      – Da città a città
      – Da Studio dentistico a Studio dentistico
      Dott.sa Beatrice Cioni

      Rispondi
      • 14 maggio 2015 alle 21:05
        Permalink

        Salve, ho 16 anni, e per circa 3 anni ho portato un parecchio fisso sia sopra che sotto, una volta tolti la mia dentista mi ha preso le improbte per sue apparecchi mobili che avrei dovuto portare fino all’età di 21 anni più o meno, per non far spostare nuovamente i denti, ma è un anno e mezzo più o meno che non li metto più e noto e sento che i denti si stanno spostando. Se usassi di nuovo i miei vecchi apparecchi, anche se inizialmebte farebbero fatica ad entrare, poi potrebbero causare danni o migliorament?

        Rispondi
          • 9 luglio 2015 alle 09:43
            Permalink

            Dott.salve, ho 21 a causa di genesia dentale o due impianti gli incisivi superiori ed uno a quello inferiore,nelle ultime settimane ho forte dolore alla mandibola e alla schiena penso che il problema sia collegato. Volevo chiederle se l utilizzo di un byte possa dare problemi agli impianti.
            Grazie ,cordiali saluti .

          • Dott. Jacopo Cioni
            7 settembre 2015 alle 11:29
            Permalink

            Salve
            Più che alla presenza degli impianti il problema posturale può essere dovuto ad un assetto non corretto della mandibola rispetto al mascellare con conseguente tensione muscolare. Un byte non è una terapia, ma una diagnosi, serve a capire qual’è la posizione più consona da un punto di vista funzionale e neuro-muscolare.
            Dott. Jacopo Cioni

          • 12 giugno 2016 alle 11:41
            Permalink

            Salve dottoressa, un mese fa circa ho cominciato ad accusare mal di testa continui e dolore alla mandibola. Adesso anche i denti non sono al 100%. Il mio dentista mi ha diagnosticato una malocclusione dentale e non ricordo cosa ha detto della mia mandibola. Io pensavo che per risolvere il problema mi avrebbe semplicemente consigliato un byte invece no, un apparecchio palatale secondo lui fa il caso mio. Passeranno questi dolori cronici secondo lei o continueranno pur avendo l’apparecchio?

          • Dott.ssa Beatrice Cioni
            7 ottobre 2016 alle 21:36
            Permalink

            Buongiorno

            Non è assolutamente chiara la situazione da lei descritta ne il tipo di apparecchio utilizzato.

            Dott.ssa Beatrice Cioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.