Uso eccessivo di colluttori alla clorexidina

La clorexidina è una di quelle molecole, una delle poche, che usata a livello orale permette un controllo della crescita batterica. E’ contenuta nei collutori o nei dentifrici in percentuale variabile dallo 0.5% al 2%. L’uso di questa sostanza ha però degli effetti collaterali, specie nell’uso prolungato. Tende ad alterare il gusto in maniera reversibile facendo percepire un sapore metallico, questa sensazione cessa entro pochi giorni dalla sospensione. L’uso prolungato tende a diminuire il suo effetto antibatterico rendendo il prodotto inutile al momento che è realmente necessario. Nel corso del tempo e tende a macchiare i denti,  o meglio a pigmentare i depositi di tartaro present in bocca, sono macchie facilmente asportabili con una igiene orale dal dentista.

.

Le fotografie di questa paziente mostrano queste macchie in condizione di uso eccessivo e prolungato nel tempo.

.

.

.

.

Jacopo Cioni

Jacopo

 

Uso eccessivo di colluttori alla clorexidina
Tag:                     

2 pensieri su “Uso eccessivo di colluttori alla clorexidina

  • 20 Giugno 2019 alle 12:01
    Permalink

    Buongiorno,il mio dentista mi ha piazzato da circa un mese uno scheletrato inf. Ci mastico benissimo però da un pò di tempo avverto un sapore metallico ed i sapori sono alterati…potrebbe dipendere dal metallo dello scheletrato? Il mio dentista mi ha detto che i metalli degli scheletrati non portano assolutamene queste problematiche e che potrebbe essere l’uso del collutorio.Però io non ci credo, anche perchè prima non avvertivo questo fastidio ed il collutorio lo sempre usato. Cosa mi consiglia?
    Grazie

    Rispondi
    • 20 Giugno 2019 alle 22:04
      Permalink

      Salve

      Se il colluttorio contiene clorexidina è possibile che alteri il gusto evidenziando un gusto metallico.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.