CONSERVATIVA

otturazioni

La conservativa è quella branca dell’Odontoiatria che si occupa della riparazione dei denti mediante delle otturazioni. L’otturazione è la ricostruzione di una parte del dente che in qualche maniera si è danneggiata, ad esempio per colpa di una carie, oppure a causa di una frattura o ancora per processi demineralizzanti o abrasivi.  Le otturazioni possono essere fatte direttamente nella bocca del paziente oppure realizzate in laboratorio e poi applicate in bocca e in questo caso prendono il nome di intarsi. Le otturazioni possono essere realizzate con più tipi di materiali, compositi, ceramica, oro, amalgama. L’amalgama è oggi uno dei materiali che è stato quasi abbandonato per svariati motivi, sia estetici sia di tossicità dovuta alla presenza di mercurio. Compositi e ceramica sono oggi uno standard in quanto materiali inerti e di ottima estetica. Anche l’oro è un materiale che tende ad essere abbandonato sia per motivi estetici che per il costo, ma una ricostruzione mediante un intarsio in oro è ancora oggi una delle migliori tecniche operative esistenti e con una durata nel tempo davvero notevole. Le otturazioni si dividono anche in base alla classificazione di Black secondo la parte di dente che devono ricostruire e sono divise in 5 categorie.

1° classe: cavità situata a livello delle depressioni anatomiche dei denti; coinvolge cioè i solchi e le fossette nella superficie occlusale di premolari e molari, i forami ciechi a livello vestibolare o linguale dei molari e le fossette di incisivi e canini.

2° classe: cavità della superficie interprossimale di premolari e molari.

3° classe: cavità della superficie interprossimale di incisivi e canini, senza interessamento dell’angolo incisale.

4° classe: cavità della superficie interprossimale di incisivi e canini, con interessamento dell’angolo incisale

5° classe: cavità del terzo gengivale delle superfici vestibolari e linguali di tutti i denti.

6° classe: cavità del margine incisivo dei denti anteriori o sulle sommità delle cuspidi dei denti posteriori

BLACK
Classi di Black

149 pensieri su “– Conservativa (otturazioni)

  • 12 gennaio 2017 alle 01:35
    Permalink

    Salve Dottore.
    Avevo una carie che ha fortemente compromesso un dente (molare).
    Rivolgendomi ad un dentista (all’epoca abitavo in Inghilterra) nel lontano 2011, il ednte è stato curato con un’otturazione.
    Tuttavia, dopo tre anni (2014) il dente (o meglio, la gengiva) ha cominciato a farmi male e rivolgendomi ad un alro dentista (lavoravo in Bulgaria) il dentista ha deciso di rifare l’otturazione.
    Oggi, 12/01/2017 (quindi circa tre anni dopo la seconda otturazione) ho di nuovo lo stesso problema del 2014: dolore sulla gengiva, odore non gradevole proveniente dal dente.

    La prima domanda è questa: è normale che dopo 3 anni ogni volta l’otturazioen cominci a farmi male in questo modo e devo rifare l’otturazione (sentendo dire dal nuovo dentista che il precedente aveva fatto un lavoro pessimo)?

    Onestamente, mi sono stufato di perdere tutto questo tempo (e denaro) per un dente e ho deciso di rivolgermi ad un dentista (mi trovo in Italia) per la rimozione del molare stesso.

    Secondo lei è una buona idea quella di toglierlo definitivamente? oppure devo continuare con le otturazioni con il rischio che tra tre anni devo rifare di nuovo tutto?

    Saluti,

    Alessandro

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      15 gennaio 2017 alle 12:35
      Permalink

      Salve

      Un tempo di tre anni per una otturazione in composito è un’emivita accettabile, le otturazioni in composito sono molto meno durature delle vecchie otturazioni in amalgama. Il problema però non è l’otturazione che una volta fatta se non sussistono altre carie o problemi endodontici, non devono far male. Deve, il suo dentista, trovare la causa del problema e vedere se è curabile, solo in ultima analisi si decide di rimuovere il dente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 8 novembre 2016 alle 17:35
    Permalink

    Salve.
    Circa 15 giorni fa mi sono state fatte delle otturazioni sui quattro incisivi superiori. Ho sempre sofferto di un complesso estetico, a causa di un diastema piuttosto marcato, di una piccola scheggiatura e delle ridotte dimensioni di questi denti (sembravano quasi da latte). Di conseguenza il dentista ha provveduto ad ingrandire i denti (allungandoli un pò ed ispessendoli credo), coprendo gli spazi vuoti con il composito. Il risultato, sul piano estetico, era molto soddisfacente. Dal giorno successivo, però, ho iniziato ad avvertire un sorta di instabilità della mascella, non trovavo una condizione di riposo naturale, e avevo la sensazione che la mia bocca restasse sempre troppo aperta e le due arcate non riuscissero a toccarsi. Purtroppo, subito dopo queste modifiche, sono dovuta ripartire e quindi non ho potuto rivedere il dentista che aveva realizzato il lavoro ma che comunque, telefonicamente, ribadiva si trattasse di un mero problema psicologico. Ho resistito 4 giorni, tentando di convincermi che fosse tutto frutto della tensione, finchè non ho deciso di recarmi presso una clinica odontoiatrica. Mi sembrava di non riuscire a chiudere la bocca.
    Qui, il dentista sosteneva che non chiudessi bene la bocca e che i denti anteriori facessero contatto prima di tutti gli altri, ostacolando l’occlusione. Ha iniziato a scaricare un pò di qua un pò di là sui suddetti denti ( spero solo le otturazioni ma ho il dubbio che siano stati toccati anche i miei denti). Da quel giorno è iniziato il calvario. Se prima il problema riguardava solo una condizione di riposo ma riuscivo comunque a parlare e mangiare decentemente, da queste seconde modifiche non riesco a compiere nessuna azione con naturalezza, che si tratti di parlare o masticare. Ho anche difficolta fonetiche (la pronuncia della esse e della effe ad esempio), parlare mi costa comunque fatica e inizio ad evitare le situazioni comunicative complesse ( al lavoro è un incubo). Ho dolore alla mandibola, frequenti mal di testa, e non riesco ad aprire tanto la bocca. Inoltre ho la sensazione che molari e pre molari di destra tocchino prima di quelli di sinistra. Proprio a destra ho infatti un mal di denti intermittente e una linea bianca che sembra quasi un’afta che si sviluppa in lunghezza lungo tutta l arcata interna (c’è anche a sinistra ma molto meno marcata). Mi sembra di vivere un incubo, vorrei solo ritrovare la mia occlusione di soli 15 giorni fa! è possibile? sto perdendo le speranze.
    grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      9 novembre 2016 alle 20:20
      Permalink

      Salve

      Mai sacrificare la funzione all’estetica. I precontatti alterano la funzione e di conseguenza la postura, non solo mandibolare, ma di tutto il corpo e può provocare cefalee, dolori muscolari a varia altezza fino ad alterare la lunghezza degli arti inferiori. Trovi un buon gnatologo che la riporti allo stato iniziale anche se questo significa tornare alla sua estetica originale.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 29 novembre 2016 alle 14:56
        Permalink

        Il problema è che i dentisti che mi hanno visitato dicono di non vedere precontatti e che l occlusione sembra comunque un’ occlusione regolare. Non capisco allora da dove derivino tutti questi fastidi. Sto perdendo le speranze di tornare ad una condizione di normalità. Tra l’altro nessun dentista riesce a dirmi se sia stato scaricato solo il composito o anche parte di dente (perché il composito ha lo stesso colore o perché non vogliono sbilanciarsi non saprei)…

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          23 dicembre 2016 alle 13:32
          Permalink

          Salve

          Lei dice di aver la sensazione di non chiudere più la bocca come prima, i precontatti sono presenti se no non avrebbe questa sensazione.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 12 ottobre 2016 alle 13:09
    Permalink

    Buongiorno, ieri ho fatto un otturazione profonda al premolare inferiore sx, quindi con anestesia. Tutt’ora mi fa male la zona interessata, gengive e guancia. Avevo già fatto altre carie in passato ma non avevo avuto questo effetto dopo. Devo preoccuparmi? Grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      18 ottobre 2016 alle 14:41
      Permalink

      Salve

      Dipende se è solo una reazione momentanea o perdura, si faccia controllare dal suo dentista.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 28 settembre 2016 alle 17:02
    Permalink

    Buongiorno Dottore,
    un mese e mezzo fa mi è stata fatta un’otturazione al secondo premolare superiore, ora è da una settimana circa che sento dolore durante la masticazione.
    Quali potrebbero essere le possibili cause?
    Anche la gengiva si è infiammata.
    Grazi mille

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 ottobre 2016 alle 11:55
      Permalink

      Salve

      Difficile capirlo, potrebbe essere una compromissione della polpa oppure una infiammazione gengivaria per compressione papillare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 12 settembre 2016 alle 20:09
    Permalink

    Salve dott. Vorrei porle una domanda. Quando passo il filo interdentale, noto, inserendo un specchietto in bocca, un po’ scuro vicino vicino alla gengiva. Sarà una carie del colletto? Questo premolare e’ sensibile al freddo. In tal caso si trattasse di carie del colletto, vorrei sapere se si può praticare l’anestesia intraligamentare. Ancora le chiedo si può curare questa carie vicino alla gengiva e per di più tra 2 molari?? Anche se interessa solo ad un premolare. Grazie mille .

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 settembre 2016 alle 21:11
      Permalink

      Salve

      Guardi, che si tratti di una carie, di una macchia, di tartaro, la cosa migliore è che si faccia vedere dal suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 25 settembre 2016 alle 00:08
        Permalink

        Salve dottore,mi può dire perché quando mi soffio il naso , sento un fastidio come un(gonfiarsi) nella zona gengivale sottostante ad un molare otturato?

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          26 settembre 2016 alle 22:23
          Permalink

          Salve

          Potrebbe trattarsi di una comunicazione oro-sinusale. I molari superiori possono avere le radici all’interno del seno mascellare, normalmente isolati dalla mucosa del seno stesso. Potrebbe esserci una interruzione della mucosa e l’aria passa attraverso il parodonto del dente. Dovrebbe farsi controllare.
          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 4 settembre 2016 alle 21:07
    Permalink

    Salve due giorni fa mi si è spezzata una vecchia otturazione e il dentista me ne ha rifatta un’altra in amalgama. La sera stessa masticando la pizza si staccano due pezzi, li sputo. Vado a vedere allo specchio e l’otturazione ancora c’era però sopra sembrava che ci fosse una linea tipo una crepa. Come è possibile? Appena fatta non ho masticato per 5 ore. Sarà da rifare?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 settembre 2016 alle 22:05
      Permalink

      Salve
      Difficile dire cosa sia successo, si faccia rivedere dal suo dentista e se posso darle un consiglio meglio otturazioni in composito che in amalgama, se pur minimo un rilascio di mercurio nel tempo sussiste.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
    • 22 settembre 2016 alle 22:47
      Permalink

      Buonasera. Il denstista da cui vado in questo momento mi ha devitalizzato due denti e messo la capsula. E’ vero che all’apparenza la corona di questi due denti sembrava abbastanza compromessa, tuttavia erano denti che non mi avevano mai fatto male.
      Adesso capita la stessa cosa. Mi si è rotta una ricostruzione. Della corona resta poco. Tuttavia il dente non mi faceva affatto male. Il dentista ha iniziato il trattamento canalare per poi mettere la capsula.
      Ho un “tarlo”: non sara’ che questo dentista e’ un po’ troppo propenso a devitalizzare? Non sara’ che magari si potevano fare delle ricostruzioni, senza devitalizzare i denti? Lei che pensa? Ha significato il fatto che non avevo dolore?

      La ringrazio dell’attenzione. Saluti, Stefano

      Rispondi
      • Dott. Jacopo Cioni
        24 settembre 2016 alle 17:41
        Permalink

        Salve
        Il dolore non è detto sia presente, spesso i denti necrotizzano in assenza di sintomatologia.
        Dott. Jacopo Cioni

        Rispondi
  • 24 agosto 2016 alle 18:15
    Permalink

    Salve,
    i primi di luglio ho fatto una visita da un nuovo dentista. Ho da curare diverse carie. Ho dovuto aspettare poichè avevo una limitazione mandibolare (mi si bloccava al mattino la mandibola e non si è più aperta fino a che il dentista con i pochi mm a disposizione è riuscito a farmi un bite. Ora va sempre meglio).
    Ho curato i primi dei tanti denti. Due molari superiori, i penultimi. Quello alla mia sx va bene, quello a destra no perchè sento un fastidio immediato quando mastico cibi duri come pane taralli e anche biscotti e via dicendo. Ormai non uso più il lato destro per masticare. Dopo una settimana, credendo che fosse un precontatto mi è stato limato per pareggiarlo ma il fastidio aumentava addirittura se stringevo o chiudevo i denti. Dopo una settimana non sentivo fastidio quando chiudevo i denti ma quando mangiavo si. Mi è stato riaperto, ricontrollato e chiuso con otturazione provvisoria. Sono stata due settimane in attesa di miglioramenti. Andavamo avanti a prove. Nel frattempo sono andata a consultare un altro dentista che mi fa il test di vitalità abbassando la temperatura e il dente risulta vivo. Mi dice che passando il laser si risolve. Ritornata dal mio dentista che invece mi parlava di devitalizzazione per risolvere il problema le dico di fare con il laser, non convinto, mi toglie la provvisoria mi passa il laser con parti di fluoro e mi chiude definitivamente il dente con un materiale pronunciato “fiuji” (dicendo che è più resistente e si usa nelle devitalizzazioni) All’inizio ero timorosa nel masticare per la paura ennesima di un problema impossibile da risolvere. Dopo qualche gg mi sembra essersi attenuato un pò, poi acquisto uno spazzolino elettrico passandolo solo una volta al gg per pochissimo tempo (per abituare le gengive) ed ho avuto come l’impressione che il fastidio sia aumentato. Comunque non è mai passato. Cosa devo fare più? Sono molto sconfortata perchè sono sempre stata attenta alla mia igiene orale e ho sempre fatto visite frequenti dal dentista. Sono così’ attenta che mi dicono di essere tra le poche e non accetto questa situazione. Non accetto di ritrovarmi a non mangiare e mangiare male perchè so quanto sia importante la funzionalità dei denti per tutto il fisico e perchè ho solo 27 anni. In più sono preoccupata perchè per questo problema sto masticando sul lato sinistro e temo un conseguente sovraccarico sulla mandibola dato che ho una maleocclusione di 2 classe e porto il bite e in più sto anche posticipando le cure di carie all’arcata inferiore lato dx e sx, cosa che temo porti sicuramente ad un peggioramento della situazione.
    Spero possa darmi delle delucidazioni quanto la causa e cos’altro posso fare. Se tentare di cambiar dentista dato che l’attuale è troppo giovane (pochi casi trattati vicino al mio genere) e il secondo che mi ha dato consulenza può aiutarmi e se devo provare da quest’ultimo a farmi ripassare il laser. Mi domando ancora se la riapertura (3^ in meno di due mesi) possa danneggiare il dente.
    Tra due giorni avevo già un appuntamento fissato prima delle loro ferie per cominciare il dente di più ed io non sono sicura di voler procedere prima che non sia risolto questo problema perchè se si dovesse verificare anche giù lo stesso problema sarebbe un grosso disagio anche per la mia nutrizione quotidiana.
    Sono demoralizzata e preoccupatissima. Ci tengo ad investire sulla mia salute. Su questo non bado a spese e pigrizie. Mi aiuti.

    La ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 settembre 2016 alle 13:05
      Permalink

      Salve

      Bhe, una situazione particolare, dente vitale ma sensibile alla pressione. Andrebbe valutata la situazione clinicamente anche alla luce del suo problema gnatologico. Difficile fare congetture, magari una semplice stimolazione pulpare oppure una frattura. Difficile dirlo.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 1 settembre 2016 alle 14:05
        Permalink

        Una frattura si può escludere valutando una visita in cui battono sul dente con la punta del manico dello specchietto? Perchè sono andata da un altro dentista e dice che non era danneggiato. Ora da questo nuovo ci andrò sabato così valuterà e magari mi farà una radiografia solo del dente (bite-wing credo si chiami). Io il vecchio dentista vorrei abbandonarlo, perchè anche a parole non mi sembra molto professionale. Non prende seriamente i miei timori, ridendoci su e dicendo una cosa diversa da un altra di volta in volta che vado.

        Per la stimolazione pulpare c’è qualcosa che posso fare per combatterla. Cosa sarebbe?
        Io devo assolutamente rimediare a questo problema.

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          1 settembre 2016 alle 14:14
          Permalink

          Salve

          La frattura è estremamente insidiosa non è detto si veda radiograficamente e non esistono tecniche di indagine se non due. La prima è semeiotica e consiste nel fatto che il paziente non sente dolore alla compressione ma al rilascio del bolo, la seconda è sondare attentamente il parodonto e individuare una zona di approfondimento dello stesso ma solo nel caso la frattura coinvolga la radice.
          Una iperemia pulpare è una fase transitoria da polpa sana a polpa patologica. Reversibile se cessa la stimolazione negativa cessa (la vetrificazione con il laser è una tecnica) o inreversibile se è sopraggiunta una contaminazione microbiologica.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
          • 1 settembre 2016 alle 14:57
            Permalink

            Mi scusi ma se fosse una frattura, può essere stata causata da mano inesperta o disattenzione del nuovo dentista? O da cos’altro? (dato che il dente era cariato ma preso in tempo, nessun fastidio e nessun dolore e mai otturato o trattato diversamente)

            Mi è stato passato il laser, sotto mia insistenza, riaprendo l’otturazione già fatta due settimane prima (mentre mi dicevano di attendere perchè sarebbe passato) per cui vorrei scongiurare una contaminazione microbiologica perchè sono passate 4 settimane dall’otturazione rifatta dopo il laser.
            Questa contaminazione avviene in un breve periodo o dopo mesi? Pensa che sia ancora in tempo? Dovrei farlo riaprire una terza volta e ritentare con il laser, questa volta da una mano più esperta?

            Contaminazione tramite cosa, come avverrebbe?

          • Dott. Jacopo Cioni
            5 settembre 2016 alle 21:49
            Permalink

            Salve

            Dubito che una mano “inesperta” possa causare una frattura dell’elemento. Guardi non posso certo darle indicazioni di comportamento, ma solo informazioni generiche, non esiste la possibilità di una diagnosi e quindi terapia attraverso un blog.

            Dott. Jacopo Cioni

  • 20 agosto 2016 alle 00:19
    Permalink

    Buonasera dottore, le espongo il mio problema.
    18 giorni fa mi è stata applicata una otturazione “estetica” esattamente al centro del dente 35 (per intenderci, la circonferenza del suddetto dente è ancora quella naturale) a seguito di una carie. Mi è stato detto dal dentista che la carie era piuttosto piccola e non profonda.
    Da qualche giorno a questa parte avverto sporadicamente dolore al dente quando mangio, pertanto ho provato a colpire il dente con un piccolo coltello ed ho notato che il suddetto dolore lo percepisco solo se colpisco il dente orizzontalmente (dall’esterno della bocca verso la gola), e quindi sulla corona naturale, mentre se lo colpisco verticalmente sia sulla corona naturale che sull’otturazione non avverto alcun dolore, inoltre non mi sembra di percepire particolari reazioni di sensibilità al freddo ed al caldo se non quelle naturali.
    Sperando di essere stato esaustivo nella spiegazione le chiedo cosa, secondo lei, possa provocare il dolore descritto.
    In attesa di un suo parere la ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 settembre 2016 alle 12:24
      Permalink

      Salve

      La prima cosa che verificherei è che non batta in anticipo o scorrettamente con il dente antagonista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 13 agosto 2016 alle 13:12
    Permalink

    buogiorno, ho fatto circa un 20 giorni fa’ una devitalizzazione canalere
    ma sento un forte fastidio ai denti vicini quando assumo acqua fredda o ghiaccioli e’ normale?
    grazie Dottore

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 settembre 2016 alle 12:13
      Permalink

      Salve

      Non è dovuto alla cura canalare, ma o dalla presenza di un’altra carie o da decalcificazioni superficiali dello smalto, si faccia controllare.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 5 agosto 2016 alle 01:12
    Permalink

    Salve, ho notato che il contorno di un otturazione di una vecchia carie molto profonda, sta diventando nera. Non provo nessun dolore ma ho paura che si sia formata una carie sotto l’otturazione o forse questa è una reazione normale dopo tre anni ?

    Rispondi
  • 1 agosto 2016 alle 03:37
    Permalink

    Salve. Circa 6 mesi fa mi è stata eseguita, per la prima volta, una otturazione ad un molare. Successivamente, dopo 2-3 mesi, ho iniziato ad accusare nuovamente del fastidio allo stesso dente, con conseguente colore scuro dello stesso. Quindi torno dal dentista che ripete l’operazione. Ora, a distanza di 2 mesi, ritorno a sentire per la terza volta un leggero dolore (sopportabile) ancora allo stessso dente. È possibile che questa maledetta carie ritorni in continuazione? O devo cambiare dentista? Grazie!

    Rispondi
  • 28 luglio 2016 alle 15:31
    Permalink

    Salve dottore, da quando ero piccola mi sono sgheggiata il dente incisivo destro superiore, non mi sono fatta problemi perché si notava poco, successivamente tipo un anno fa mi è uscita un carie proprio al bordo del incisivo accanto al incisivo laterale, tra i due denti c’è un piccolo buchino però la carie si vede molto sull incisivo, ora vorrei quanto meno eliminare la carie perché si nota molto, cosa mi dovrebbe fare un dottore? E se mi sa dire un po i costi e se fa tanto male mi scusi ma ho tanta paura del dentista sin da piccola, cordiali saluti dottore aspetto sue risposte

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 agosto 2016 alle 21:35
      Permalink

      Salve

      Non fornisco dettagli di eventuali costi, per la paura è immotivata, grazie all’anestetico il dolore non sussiste.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 21 luglio 2016 alle 12:46
    Permalink

    Buongiorno dottore,
    Da giorni ho un dolore molto forte su in molare superiore al punto da non poter masticare da quel lato , oggi sono stata dal dentista che mi ha fatto una panoramica e non ha rilevato nessuna carie.
    Però quel in dente dove avverto dolore c’era stata una ottirazione diversi anni fa.
    Lei pensa che il dolore potrebbe essere causato da un problema dell’otturazione pur non vedendosi dalla radiografia?
    Grazue

    Rispondi
  • 16 luglio 2016 alle 07:31
    Permalink

    Buongiorno,circa una settimana fa mi sono recata dal dentista in preda a dolori fortissimi al molare dell’arcata inferiore e una forte sensibilità al freddo più che al caldo. Il dolore era talmente intenso da non farmi dormire la notte,ma avendo un’insensata fobia di dentisti, anestesia e aghi ho temporeggiato qualche giorno assumendo antinfiammatori. Comunque,il dentista capendo le mie paure mi ha tranquillizzata e ha proceduto con l’anestesia. Avevo una carie molto profonda. Mi ha fatto una medicazione provvisoria ricoprendo il tutto con una pasta bianca che ho ancora adesso. I primi 3 giorni ero tranquillissima senza dolore,ma da un paio di giorni mi trovo costretta ad assumere almeno 1 oki al giorno. Ho notato che se resto in posizione supina il dolore aumenta svanendo poi pian piano se mi alzo,inoltre non sento dolore alla masticazione né sensibilità al freddo o al caldo. Il dolore,che è sempre molto meno intenso rispetto a prima che medicasse, sento che parte da vicino l’orecchio e si irradia per tutta la arcata inferiore pulsando,ma senza che senta comunque dolore sul dente con la masticazione o con il freddo/caldo,e se premo sull’osso della mandibola ho la stessa sensazione di quando si ha un livido. Risolverò con la semplice otturazione o tutto ciò che le ho descritto è sintomo di qualcosa da curare diversamente?
    Grazie mille.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      21 luglio 2016 alle 22:14
      Permalink

      Salve

      Sembrerebbe che sia in atto una compromissione pulpare, probabilmente si rende necessaria una terapia canalare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 10 luglio 2016 alle 13:09
    Permalink

    Buongiorno dottore.
    Ho curato una carie abbastanza profonda 3/4 settimane fa.
    Ora quando il dente entra a contatto con cibo caldo o freddo diventa molto sensibile e mi causa dolori lancinanti.
    Tutto questo ha avuto inizio circa 3 giorni fa.
    Pensa che non sia stato curato correttamente?
    Grazie mille.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 luglio 2016 alle 17:32
      Permalink

      Salve

      Se una risposta al freddo può essere fisiologici per un poco di tempo non la risposta al caldo che indica una sofferenza pulpare. Non è detto che sia stato curato male, magari la carie è arrivata molto vicino alla parte pulpare e dei batteri sono riusciti a colonizzarla, in tal caso la terapia endodonti ca è l’unica soluzione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 10 luglio 2016 alle 18:50
        Permalink

        La ringrazio molto ,provvederò a fare un controllo dal dentista appena possibile.

        Rispondi
  • 4 luglio 2016 alle 21:33
    Permalink

    Salve dott.
    Voglio raccontare il mio problema. Da circa 2 mesi sto avendo un fastidio al premolare arcata superiore durante la masticazione. In effetti mi da fastidio vicino alla gengiva tra i due premolari. Ho scoperto solo da pochi giorni passando il filo interdentale, un po’ scuro vicino alla gengiva ed un piccolo foro alla corona del premolare. Non mi fa male ma sto avendo sensibilità al freddo e a volte sento una pressione nel dente quando chiudo la bocca ma senza alcun dolore. Ho una grande fobia del dentista per via dell’anestesia. Sento dire che facendola si intorpidisce labbro e guancia e ciò mi fa entrare nel panico totale. Leggendo su internet ho scoperto che esistono vari tipi di iniezioni come l’intraligamentare che dovrebbe essere più selettiva rispetto ad una tronculare. Allora vorrei sincerarmi chiedendovi nel caso occorresse un’anestesia intraligamentare, mi si addormenterà mezza faccia e labbro considerando che si tratta di un premolare arcata superiore?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 luglio 2016 alle 17:47
      Permalink

      Salve

      Se esegue un’anestesia intraligamentosa il fastidio a guancia e labbro è praticamente inesistente. Questo tipo di anestesia è stata meno adoperata nel corso del tempo perchè si crea un danno parodontale che comunque guarisce in qualche tempo.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 10 luglio 2016 alle 17:52
        Permalink

        Dottore quindi non accuserò nulla al quanto pare? Ma è pericolosa questo tipo di anestesia? Grazie mille per la disponibilità.

        Rispondi
  • 30 giugno 2016 alle 20:30
    Permalink

    Salve dottore oggi pomeriggio alle 15 il mio dentista mi ha sostituito una vecchia otturazione..ad ora 20.30 appena mangio qualcosa avverto un fastidio a quel dente..un fastidio che non mi fa masticare..è normale?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 luglio 2016 alle 00:28
      Permalink

      Salve

      Non è normale, può esserci del fastidio a causa dell’intervento ma non dolore da impedirle di mangiare, si faccia controllare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 25 giugno 2016 alle 16:22
    Permalink

    Buon pomeriggio dottore, stamane ho fatto 3 otturazioni per carie, una piu profonda le altre normali.. Il problema e che ora quando chiudo la bocca e le arcate dei denti si congiungono sento molto fastidio come se avessi un corpo estraneo in bocca stessa cosa quando mangio ecc.. È davvero molto fastidioso e in piu oggi per sbaglio la dottoressa mi ha fatto un taglietto sulla lingua e mi graffia contro l otturazione.. È normale questo fastidio? Devo farci l’abitudine e poi me ne dimentichero?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 luglio 2016 alle 00:22
      Permalink

      Salve

      Lei sembra descrivere un precontatto, come se un dente fosse più alto degli altri. E’ una cosa da correggere e non da abituarsi.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 24 giugno 2016 alle 19:33
    Permalink

    Salve
    Ho 17 anni,ho fatto un otturazione provvisoria ieri ma appena passata l’anestesia il male era aumentato di brutto.
    Ho passato tutta la giornata con un forte male al dente ,la testa che mi pulsava forte,e male a collo e orecchio.
    Così ho dovuto prendere un paio di medicine(ketodol e dicloreum)
    Sta mattina mi sono ripresentata dal dentista e mi ha ri-disinfettato il dente e me lo ha richiuso con cotone e o una pastina bianca .
    Passata l’anestesia il pulsare c’era ancora ma il forte male del dente no.
    Pensavo fosse passato e invece nell’arco di 8 ore il male sta tornando come prima.
    Cosa puo essere? Cosa devo fare?
    Inoltre il dentista mi ha detto che il dente è molto infettato e che se il male persisteva di togliere l’otturazione.
    Lei mi consiglia di togliere l’otturazione o no? Anche perche se la tolgo mi si riempirà il dente ci cibo e il male aumenterebbe.
    Aspetto una risposta al piu presto anche perchè così non riesco,il male è insopportabile. Grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 luglio 2016 alle 00:17
      Permalink

      Salve

      Probabile che il dente sia in necrosi, a dente chiuso la pressione interna aumenta e questo provoca il dolore. Sarebbe stato il caso di procedere alla devitalizzazione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 22 giugno 2016 alle 15:44
    Permalink

    Buon giorno dottore
    Ho curato una carie a un molare circa una settimana fa. Il dentista ha detto in una brutta posizione quindi ha dovuto lavorare molto sulla gengiva. Il dente non è stata devitalizzato. I primi giorni avvertivo solo un po’ di fastidio al freddo poi il dolore è aumentato tantissimo. Non mi fa male se schiaccio sul dente ma mi possibile bere bevande calde o fredde e dolore che compare all’improvviso. Non la notte. Il dottore dice che secondo lui si è infettata la gengiva e non è il dente. Mi ha prescritto L antibiotico che prendo da due giorni. Il male è meno forte ma persiste. La cura è giusta secondo lei?
    Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 luglio 2016 alle 00:06
      Permalink

      Salve

      Una risposta al caldo indica una una compromissione pulpare è probabile che il dente debba essere devitalizzato.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 19 giugno 2016 alle 23:51
    Permalink

    Buonasera dottore circa 5 giorni fa mi è stata fatta un otturazione. Prima di farla non avvertivo sensibilità al caldo e al freddo. Avevo solo un fastidiosissimo fastidio scusi il gioco di parole, nella parte alta del dente forse la gengiva vicino agli apici. Ebbene a 5 giorni questo maledetto fastidio continua. Non fa male quando mastico non ho fastidio al caldo e al freddo ma ho fastidio tipo bruciore sopra penso alla gengiva. Che devo fare? Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 luglio 2016 alle 23:57
      Permalink

      Salve

      Bruciore? Tornerei dal dentista per fare dei test di vitalità, magari la polpa è compromessa.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 15 giugno 2016 alle 00:07
    Permalink

    Salve.ho fatto una carie piccolissima 2 Gorni fa e quando mangio e mi va a finire del cibo in mezzo mi fa male. È normale?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      17 giugno 2016 alle 12:36
      Permalink

      Salvo

      In mezzo fra i due denti? Non dovrebbe, il punto di contatto si deve cercare di rispettare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 9 giugno 2016 alle 09:56
    Permalink

    Salve.. Oggi pom per le 16.30 dovrei fare un otturazione a una carie..dopo aver fatto l anestesia x le 19 vado a lavoro e stasera x le 21 a fare palestra.. Posso fare sport dopo aver fatto l anestesia?
    La ringrazio..

    Rispondi
  • 7 giugno 2016 alle 13:15
    Permalink

    Buongiorno, sono una ragazza di 21 anni, un mese fa il mio dentista mi ha tolto una carie ( un piccolo puntino) al all’incisivo superiore laterale, mentre svolgeva la pratica mi ha scheggiato il dente stesso..ricostruendo con del composito. Da allora al mattino il dente mi da fastidio, poi passa dopo due tre ore.. mi sono recata più volte dal dentista facendogli presente il problema è ogni volta mi diceva che era un problema di serramento dei denti durante la notte e ogni volta me lo limava sempre di più. Ma ad oggi il fastidio al mattino si ripresenta. Cosa può essere?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      14 giugno 2016 alle 23:14
      Permalink

      Salve

      Non comprendo in che senso scheggiato, comunque difficile capire cosa può essere la causa del suo problema senza una visita clinica.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 1 giugno 2016 alle 00:28
    Permalink

    Buonasera, la mia nuova dentista, controllandomi, mi ha trovato 3 cari che, a detta sua, erano piccolissime e insignificanti. Dopo un pò di insistenze, decido di farmi fare l’otturazione che , mi creda dottore, durò non piú di 5 minuti! Dopo aver completato, ho avuto la cattiva sorpresa: circa 400 euro per tre pivvplissime carie (nel prezzo aveva compreso anche la radiografia che tra l’altra non mi ha mai fatto e le “spese per i materiali”). Senza considerare anche il fatto chr ha spacciato queste pjccolissime carie per “otturazioni complesse”. Mi chiedo dottore, é normale che una carie tolta in 5 minuti e che non presenti esteticamente segni che possano rimandare ad una carie complessa ( mi ha otturato solo la parte superiore del dente, é evidentissimo) , possa appunto essere spacciata per carie complessa anziché semplice? Grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 giugno 2016 alle 23:14
      Permalink

      Salve

      Non sono in grado di giudicare la situazione non avendo visto le carie ne saper se in quella provincia i prezzi sono più o meno alti.
      Se si tratta di tre carie complesse il prezzo sembra compatibile se si tratta di piccole carie occlusali sembrerebbe esagerato.

      Dott. Jacopo cioni

      Rispondi
      • 4 giugno 2016 alle 10:26
        Permalink

        Quanto tempo serve per curare una carie complessa?la si può fare in una mezz’oretta o anche meno?
        Grazie.

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          5 giugno 2016 alle 18:52
          Permalink

          Salve

          Se non c’è compromissione della parte pulpare in mezza ora si può aprire e chiudere.

          Dott. Jacopo cioni

          Rispondi
      • 7 giugno 2016 alle 22:08
        Permalink

        Salve ,ho fatto un otturazione un giorno fa ma ancora il dente lo sento quando lo tocco sensibile e a volte lo sento come se mi ghiaccasse !!

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          14 giugno 2016 alle 23:13
          Permalink

          Salve

          Il giaccio può essere possibile per un poco di tempo, diverso l’eccesso di sensibilità, conviene farsi rivedere.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 29 maggio 2016 alle 13:05
    Permalink

    Buongiorno, mi è stata sostituita una vecchia otturazione in amalgama (perché infiltrata a detta del dentista) con una in materiale composito bianco. Dopo 5 giorni, continuo ad avvertire sensibilità quando bevo acqua fredda e indolenzimento quando ci mastico. Inoltre avverto in tutta la bocca un senso di bruciore ed irritazione. Prima dell’intervento, ho avvertito il dentista che sono allergico al nichel e cobalto, ma lui mi ha assicurato che nel materiale composito questi elementi non sono presenti. Cosa mi consigliate di fare? Grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 giugno 2016 alle 23:01
      Permalink

      Salve

      Vero, ne cobalto ne nichel. Sembrerebbe in atto una reazione pulpare o in alternativa una banale decalcificazione e forse un precontatto, contatti il dentista e si faccia ricontrollare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 26 maggio 2016 alle 11:02
    Permalink

    Buongiorno,
    dopo una radiografia il dentista a scoperto una carie abbastanza profonda al molare,eseguita l’otturazione temporanea avvertivo dolori nella masticazione al nervo dovuti solo alla pressione della masticazione,il dentista voleva devitalizzare il dente ma dato il dolore non molto forte ha proceduto prima con l’otturazione senza anestesia e non ho avvertito nessun dolore; a distanza di un giorno e mezzo avverto dolore,tipo indolenzimento,dolore alla mandibola,dolore forse dovuto al fatto che la carie è vicina al nervo? ma solo in alcuni momenti della giornata e la notte ma non durante la masticazione.Cosa devo fare aspettare che passino alcuni giorni e prendere antidolorifici o procedere alla devitalizzazione?Il contatto con acqua fredda mi provoca un leggerissimo dolore che dura poco.
    grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      29 maggio 2016 alle 11:51
      Permalink

      Salve

      Una ricostruzione del dente forse, non una otturazione che non avrebbe senso. Se la polpa è compromessa prima esegue la devitalizzazione, meglio è.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 11 maggio 2016 alle 06:52
    Permalink

    Salve, due giorni fa ho otturato un incisivo, senza anestesia. Dall’otturazione ad oggi che, appunto, sono passati 2/3 giorni, sento un persistente dolore (non quando mastico, ma bensì tenendo la bocca chiusa normalmente). È dovuto ad un otturazione piuttosto sensibile, o dovrei farmi visitare?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      19 maggio 2016 alle 15:51
      Permalink

      Buongiorno

      Le cause potrebbero essere molteplici, anche una reazione pulpare, meglio farsi ricontrollare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 4 luglio 2016 alle 00:43
        Permalink

        Buonasera, il dentista mi ha devitalizzato un dente che avevo più di dieci anni fa già curato in quanto c’era una carie. Era stato otturato con un materiale scuro/nero. Leggendo su internet e parlando con amici sono venuta a conoscenza delle controversie che ruotano attorno a queste otturazioni in quanto contengono mercurio.volevo chiedere se ci sono dei rischi a riguardo dato che ora il dentista ha tolto parte di questa otturazione per devitalizzare il dente (vedo ancora del nero al dente). Per di più non ha utilizzato nessun tipo di aspirazione o diga. Grazie.

        Rispondi
  • 25 aprile 2016 alle 23:06
    Permalink

    Buongiorno
    Ho appena curato una carie che si era sviluppata tra due molari. Una delle due otturazioni dopo pochissimi giorni si é staccata. Il dottore ha detto che aveva ceduto perche era una otturazione molto grande e mi ha rifatto l’otturazione riducendo la dimensione del dente e lasciando quindi un po di spazio tra i due denti (spazio che prima non c’era).
    La sensazione é piuttosto strana, mi chiedevo se é pratica comune o meno
    Grazie per la risposta

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      27 aprile 2016 alle 13:02
      Permalink

      Salve

      I contatti interdentali esistono perchè impediscono al cibo di impattare sulla mucosa sottostante.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 14 aprile 2016 alle 22:01
    Permalink

    Salve.. Vorrei sapere se dopo un occlusione è normale sentire dolore quando mangio cose fredde

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      17 aprile 2016 alle 13:44
      Permalink

      Salve

      Immagino intendesse otturazione, si può succedere per un certo periodo è dovuto ai canalicoli dentinali beanti che si occluderanno lentamente mediante apposizione di dentina terziaria. Può migliorare la situazione facendo applicare al suo dentista una pellicola protettiva temporanea.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 2 aprile 2016 alle 19:58
    Permalink

    Salve dottore,
    Ho 16 anni il dentista mi ha fatto un otturazione 5 anni fa.. da quando ho masticato una gomma qualche giorno fa sento dolore, inizialmente solo durante la masticazione adesso mi fa male spesso cosa potrebbe essere?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 aprile 2016 alle 14:32
      Permalink

      Salve

      Probabilmente un’altra carie o l’otturazione che ha ceduto, si faccia visitare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 2 aprile 2016 alle 13:51
    Permalink

    Ciao, l’altro giorno ho curato una carie non molto profonda senza l anestetico ho sentito un po di dolore ma poi tutto finito… Però solamente quando mastico avverto un forte dolore sul dente molto fastidioso. Non capisco il motivo nonostante fosse una carie leggera

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 aprile 2016 alle 14:31
      Permalink

      Salve

      Può essere dovuto a molte ragioni, andrebbe riesaminato dal suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 16 marzo 2016 alle 08:52
    Permalink

    Salve,ho fatto una nuova otturazione su un dente curato anni fa,fatta con amalgama che si usava prima( quella scura)perché da un po di giorni sentivo sensibilità al dente ma nonostante cio’sento lo stesso la sensibilità di prima e inoltre quando mastico.,da cosa può dipendere.grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      16 marzo 2016 alle 18:12
      Permalink

      Salve

      Direi di no. se la sensibilità è solo rispetto al freddo ci sta, il tempo che i tubuli dentinali si obliterino con nuova dentina terziaria, il dolore in masticazione invece non è normale, si faccia ricontrollare.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 5 marzo 2016 alle 01:59
    Permalink

    Salve,questa mattina ho effettuato un otturazione e dopo l effetto dell anestesia ho avvertito sin da subito un pó di sensibilitá al dente quando mangio, quindi,quando chiudo forte la bocca,come fosse scoperto ma non é possibile perché l ho appena fatta. Da cosa puó dipendere?é normale che all inizio sia cosí?
    Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      6 marzo 2016 alle 18:36
      Permalink

      Salve

      Le cause possono essere svariate, da una fibra tubulare incarcerata nel composito e stimolata dalla pressione fino ad frattura del dente, si faccia ricontrollare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 26 febbraio 2016 alle 19:46
    Permalink

    Salve, ieri il mio dentista ha eseguito una otturazione in resina, dopo aver devitalizzato il dente una decina di giorni prima. Credo sia un molare, il sesto dell’ arcata superiore. Il dente ora è completamente pari,non ha “punte” anatomiche. Infatti per eseguire l’otturazione avrà impiegato 10/15 minuti. In passato ricordo che non finivano mai di usare quella cartina da sfregare tra i denti, che indica al dentista dove il dente tocca. Tranne questo infatti i miei denti hanno tutti la loro normale anatomia, questo è l’unico ad essere completamente pari.
    Vorrei sapere se è normale, o se invece il dente sottostante sarà costretto a triturare solo lui tutto il cibo e comincerà ad avere dei problemi conseguenti.
    Grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 marzo 2016 alle 12:16
      Permalink

      Salve

      La ricostruzione anatomica del dente deve essere fedele, per quanto possibile, alla natura originale dell’anatomia.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 23 febbraio 2016 alle 20:01
    Permalink

    Salve,
    20 giorni fa il mio dentista ha rimosso una carie profonda (il dente aveva già cominciato ad essere dolente), mettendoci un’otturazione provvisoria anziché procedere con la devitalizzazione, dicendomi di tornare in caso i giorni successivi avessi avvertito un dolore pulsante al dente, altrimenti dopo 10 giorni per chiudere la carie.
    Nei 10 giorni successivi ho avuto fastidio e sensibilità ma mai dolore. Dopo 10 giorni mi ha chiuso quindi il dente, non ancora convinto a causa del dolore provato durante l’intervento nonostante l’anestesia. Mi ha quindi raccomandato di tornare in caso avessi avvertito un forte dolore pulsante. Sono passati 6 giorni dall’ultima visita e continuo a provare fastidio al dente. La sensazione é quella di una leggera pressione sul dente, che mi sembra quasi di sentire “scoperto”.
    É possibile dopo quasi una settimana dall’otturazione e 20 giorni dalla provvisoria provare ancora fastidio? É possibile che il dente sia in pulpite? O quali potrebbero essere le cause? In questo momento mo trovo all’estero quindi per altri 5 giorni non posso tornare dal dentista.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      26 febbraio 2016 alle 14:13
      Permalink

      Salve

      Se il dente è vitale e non ha subito danni pulpari dovrebbe stabilizzarsi, viceversa se dei batteri hanno raggiunto la polpa. In questi casi il rischio di un danno può arrivare anche a 6 mesi di distanza. Conviene quindi fare visite successive per test sulla vitalità.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 13 febbraio 2016 alle 17:53
    Permalink

    Salve,vorrei avere qualche consiglio per sapere come agire nel mio caso
    Molti anni fa,ho fatto un’otturazione con amalgama e non ho mai avuto problemi al dente interessato ma è da due giorni che non riesco neanche a poggiare i denti tra loro né a mangiare da quel lato per il forte dolore.ho provato ad osservare il dente ma essendo nero per l’otturazione non riesco a distinguere
    Vorrei sapere come agire,se è un fastidio passeggero o visto che sono passati tanti anni (credo 10) il dente andrà riotturato. Grazie!

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      14 febbraio 2016 alle 23:04
      Permalink

      Salve

      La cosa più saggia è fissare un appuntamento con il suo dentista. Come posso ipotizzare cosa può essere da due righe scritte.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 13 febbraio 2016 alle 00:06
    Permalink

    Buonasera,
    Oggi ho fatto un otturazione a seguito della rimozione di una carie sul dente del giudizio superiore sinistro, ma, una volta a casa, controllando con lo specchietto, ho notato che subito affianco all’otturazione c’è del nero. Possibile che la carie non sia stata correttamente rimossa prima di otturare?
    Grazie infinite per l’attenzione.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      13 febbraio 2016 alle 15:33
      Permalink

      Salve

      Delle macchie nere superficiali non indicano necessariamente un tessuto danneggiato. Si faccia ricontrollare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 8 aprile 2016 alle 08:00
        Permalink

        Salve mi chiamo f……., ho fatto una otturazione ma dopo l,anestesia mi a fatto male da cosa puo dipendere?

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          12 aprile 2016 alle 14:41
          Permalink

          Salve

          Cioè durante l’intervento? Non ha funzionato l’anestesia. Dopo l’intervento? Del semplice risentimento o se continua una situazione da far rivedere al suo dentista.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 12 febbraio 2016 alle 16:22
    Permalink

    un otturazione di 50 anni ingoiata durante la masticazione può dare dissenteria per circa due mesi?

    grazie enza.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      13 febbraio 2016 alle 15:32
      Permalink

      Salve

      Se è un’otturazione in amalgama contiene mercurio che da avvelenamento dove la diarrea è uno dei sintomi, ma dovrebbe essere ancora nel suo sistema digerente per rilasciare mercurio in continuazione, se l’ha ingoiata e rifatta dubito che ci sia una relazione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 10 febbraio 2016 alle 18:33
    Permalink

    Salve dottore,circa 8 anni fa ho fatto una devitalizzazione con otturazione in piombo, da circa due settimane sento molto dolore sia quando mastico sopra e anche senza masticazione, controllandomi ho notato che la parte di sopra del molare è poco poco sbieccata,volevo sapere se necessita di un altro procedimento di devitalizzazione anche se il dente non ha una frattura particolare?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      13 febbraio 2016 alle 15:30
      Permalink

      Salve

      Non sono in grado di risponderle, manca una diagnosi che non si può fare senza vedere clinicamente e tramite Rx.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 29 gennaio 2016 alle 22:09
    Permalink

    Salve circa 4 mesi fa ho fatto un’otturazione ad un molare..Qualche mese fa sentivo sensibilità mangiando,ora da un paio di giorni quando mastico ho dolori allucinanti all’interno .Cosa sta succedendo?
    Grazie mille

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      3 febbraio 2016 alle 10:16
      Permalink

      Salve

      Difficile dirlo senza una visita, possono essere molte cose, semplice precontatto, necrosi pulpare, danno parodontale, frattura. Le conviene fare una visita.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 21 gennaio 2016 alle 21:20
    Permalink

    salve un mesetto fa mi hanno otturato la caria e normale che mi faccia un male indescrivibile????

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      28 gennaio 2016 alle 09:45
      Permalink

      Salve

      No, non è normale, magari la parte vitale sta soffrendo, consulti il dentista e chieda un approfondimento di indagine.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 3 gennaio 2016 alle 22:26
    Permalink

    Salve dottore. Le spiego il mio problema….avevo una cura leggermente sbeccata e ho chiesto al mio dentista di mettere un po di pasta per coreggere il difetto…mi ha detto che non avrebbe retto e mi ha rifatto completamente la cura. Ptima non mi faceva male, invece adesso è un mese che pulsa quando mangio, lo sento sempre indolenzito e sensibile al caldo e al freddo. Cosa è successo al mio dente?! Non vorrei dover devitalizzare un dente che prima non dava problemi per un errore del dentista!!! Ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 gennaio 2016 alle 17:57
      Permalink

      Salve

      La chiusura marginale delle otturazioni è importante per evitare delle infiltrazioni di batteri. Effettivamente il più delle volte le otturazioni devono essere rifatte. Il problema che lei lamenta è probabilmente dovuto al fatto che la vicinanza dell’otturazione alla parte vitale è molta e la stessa ne sta risentendo. Può succedere in casi del genere e non si tratta di un errore. Intervenire su un dente già danneggiato diventa ogni volta più rischioso e la reazione pulpare è uno di questi rischi.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 23 dicembre 2015 alle 20:50
    Permalink

    Salve stamattina ho fatto una otturazione al premolare sinistro di su, verso le 11:45 il dentista aveva finito, ora sono le 20:45 è normale che se con il dente di sotto tocco faccia male? È normale che non mi riesca a mangiare sul quel lato dal dolore? Grazie per la risposta

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 gennaio 2016 alle 17:51
      Permalink

      Salve

      Una leggera sensibilità può residuare per qualche giorno, Lei però mi parla di non poter accostare i denti fra loro, in tal caso mi pare eccessivo, si faccia ricontrollare che la parte vitale del dente non sia in necrosi.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 9 dicembre 2015 alle 00:25
    Permalink

    Salve..circa 2 settimane fa il mio dentista mi ha fatto una otturazione al dente frontale centrale di su..circa 2 giorni dopo ho sentito dei fastidi all’aria fredda e alle bevande fredde ma ho pensato sia normale..mano a mano si sono presentati altri dolori..ora a volte mi pulsa..mi provoca dolore ogni volta che mangio ma anche dal nulla durante la notte ..mi fa male inoltre se premo con la lingua la parte posteriore del dente e anche se premo con il fitto sopra la gingiva in alta..mi sa dire cosa può essere?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      9 dicembre 2015 alle 18:05
      Permalink

      Salve

      Sembrerebbe una reazione pulpare; se è uno stato prepulpitico magari recede con una terapia farmacologica, se è avvenuta una colonizzazione batterica evolverà in pulpite e si dovrà ricorrere ad una terapia canalare. Contatti il suo dentista e si faccia controllare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 16 novembre 2015 alle 21:14
    Permalink

    Buonasera,
    Due giorni fa ho curato una piccola carie ad un molare, li per li non ho sentito dolore, ma ogni volta che mangio su quel dente non posso masticare dal dolore..
    Da cosa può dipendere?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      17 novembre 2015 alle 11:00
      Permalink

      Salve

      Esistono più possibilità, se non c’è errore tecnico può essere che la carie era molto vicina alla parte vitale e ci sia una reazione o in alternativa che il materiale da otturazione abbia inglobato o stimoli una fibra nervosa dentinale. In caso di errore tecnico andrebbe valutato esattamente che cosa è successo.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 16 novembre 2015 alle 13:12
    Permalink

    Ciao mi sono fatto otturare 6 denti per la carie ma dopo un anno mi stanno uscendo carie sugli stessi denti e normale

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      16 novembre 2015 alle 17:11
      Permalink

      Salve

      Se la carie si presenta in una zona diversa dello stesso dente è possibile, anzi succede spesso.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 23 novembre 2015 alle 17:33
        Permalink

        Sono andato dal dentista e mi ha detto che sono solo macchie perché fumo e facendo la pulizia dei denti se ne va.Può essere vero che sono macchie per causa del fum9

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          23 novembre 2015 alle 21:17
          Permalink

          Salve

          Certo le macchie da fumo sono frequenti, si depositano su substrato di tartaro, rimuovendo il tartaro se ne vanno.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 12 novembre 2015 alle 00:14
    Permalink

    Salve, ho fatto un otturazione 3 giorni fa e mi fa male tanto il dente, è normale?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      14 novembre 2015 alle 16:50
      Permalink

      Salve

      Diciamo che un fastidio iniziale è possibile anche se raro, se c’è un vero e proprio dolore è bene che si faccia ricontrollare!
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 17 agosto 2015 alle 07:28
    Permalink

    salve, ho un molare otturato circa 30 anni fa…di recente avvertivo ogni tanto dolore con la masticazione…il mio dentista previa radiografia, ha detto che non c era nulla…Sono 3-4 giorni che mi duole moltissimo quando mangio cose calde o fredde..il mio dentista è in ferie ed io devo partire x vacanza…Cosa posso usare x rimediare momentaneamente al dolore? la ringrazio se mi rispondera celermente.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 settembre 2015 alle 17:34
      Permalink

      Salve

      Mi spiace, ma non sono stato celere. Il fatto che reagisca al calore non è positivo, fa sospettare l’inizio di una pulpite e in questo caso può forse avere un leggero sollievo con degli antinfiammatori.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 20 marzo 2015 alle 13:02
    Permalink

    Salve, sei mesi fà ho fatto due otturazioni a due denti per due carie rilevate dalla radiografia, una più profonda, l altra molto più piccola. Otturazione estetica in composito. Prima di farle non avevo dolore, dopo, in punti precisi di entrambi i denti, ho cominciato a sentire dolore, non sempre, a seconda di.dove andavo a toccare con il cibo più duro e secco. Il dentista ha visto con una radiografia che i denti erano a posto, ma mi ha comunque rifatto una delle otturazioni dicendo che forse c era rimasta aria. Boh. Le cose non sono cambiate e la settimana scorsa otturazione rifatta di un altro dente che era vecchia e…..stessa cosa, niente dolore prima, ora dolore. Come è possibile? Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      25 marzo 2015 alle 21:38
      Permalink

      Salve
      Difficile capire dalla sua descrizione cosa può determinare il dolore, la cosa più probabile è che l’otturazione sia molto vicini alla parte vitale e che la pressione esercitata stimoli la stessa procurando dolore.
      Dott. Jacopo cioni

      Rispondi
  • 17 marzo 2015 alle 22:39
    Permalink

    Salve Dottore, avrei una domanda: circa 3 anni fa mi è stata chiusa una carie tra due denti (tra il 45 e il 46), la carie era presente in entrambi i lati dei denti ma era comunque piccola. La dentista mi ha messo come una “sbarra” di composito tra i due denti e ha chiuso la carie con composito. Oggi sono andato dalla dentista e mi ha detto che va riotturata perchè ci sono delle infiltrazioni visibili tramite le lastre. Le vorrei chiedere se è normale e frequente che ci siano infiltrazioni nelle otturazioni o è possibile che l’otturazione sia stata fatta male ?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      25 marzo 2015 alle 21:44
      Permalink

      Salve
      La durata delle otturazioni in composito è molto meno lunga rispetto alle vecchie amalgami, 4/5 anni non di più. Le infiltrazioni sono delle carie secondarie fra il dente e l’otturazione. I motivi possono essere che l’otturazione non era fatta bene, ma anche che lei non ha mantenuto la corretta pulizia e si è formata una nuova carie nella zona più debole.
      Dott. Jacopo cioni

      Rispondi
  • 7 marzo 2015 alle 15:16
    Permalink

    Vorrei sapere io ho otturato il dente per non sentire il freddo solo che mi fa male appoggiandolo sul dente sotto potrebbe essere il nervo ?mi pulsa

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      9 marzo 2015 alle 11:29
      Permalink

      Salve

      Una pulsazione indica una reazione pulpare, si faccia controllare, è probabile che necessiti di una terapia canalare.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 3 febbraio 2015 alle 12:09
    Permalink

    salve dottore, un mio molare, per l,esattezza il secondo dopo il canino dell,arcata di sotto, ho fatto l,otturazione 3/4 anni fa, ma ora ho notato che all,estremita dell,otturazione, confinante con il primo molare, nella zona appunto del piombo (o altro che sia) usato per l,otturazione, vi e rimasto un piccolo foro della larghezza di 1 mm, circa, al quale se io gli soffio dentro, con qualche attrezzo tipo il vostro “per soffiare” ebbene ne fuoriesce un po di cattivo odore.!! vorrei sapere quest,otturazione e stata fatta male e si deve rifare??

    Rispondi
  • 28 gennaio 2015 alle 08:41
    Permalink

    Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni.
    Due settimane fa ho effettuato delle RX ai denti poichè c’era un punto sospetto che poi è risultato essere una carie su un lato di un molare. Durante la rimozione della carie ci sono stati dei problemi riguardanti l’anestesia…o meglio il mio dente faceva fatica “ad addormentarsi” e questo mi causava dolore. Dopo 1 anestesia praticata all’interno della guancia e 5 all’interno del dente il dottore ha concluso il suo lavoro. Nei giorni seguenti avvertivo dolori tipo fitte a tutto il lato sx del viso per poi limitarsi solo al dente durante la masticazione. Ora a distanza di 10 gg dall’otturazione non è ancora passato del tutto.
    Volevo chiederle se secondo lei questo può essere una conseguenza dell’otturazione fastidiosa che ho avuto oppure può essere qualcosa di più grave.
    La ringrazio anticipatamente.
    Jessica M.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      24 febbraio 2015 alle 17:50
      Permalink

      Salve

      Non so dirle la ragione, magari la carie è molto vicino alla parte vitale e questa è infiammata, si faccia ricontrollare.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 25 novembre 2014 alle 16:01
    Permalink

    Salve
    Volevo una sua opinione mi è stata tolta una piccola carie con conseguente otturazione
    Dopo circa 25 giorni avverto alla masticazione e a volte deglutizione un tocco con gli incisi di storto con quelli di sopra è un maggiore contatto con i denti speculari all’otturazione.puo quest’ultima essere sta fatta troppo bassa o alta e aver originato questa situazione? Che mi crea dolore?
    Grazie mille

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 dicembre 2014 alle 20:42
      Permalink

      Salve, non ho compreso bene la situazione, ma un’altezza sbagliata può essere non solo fastidiosa, spostare la mandibola in posizione errata, ma portare anche ad una alterazione posturale del corpo. Si faccia controllare.

      Dott. Jacopo cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    24 luglio 2013 alle 21:38
    Permalink

    E’ vero che l’amalgama è pericoloso?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      15 agosto 2013 alle 12:12
      Permalink

      Ultimamente viene condotta dai media una campagna denigratoria verso l’amalgama. Lo stato attuale delle direttive mediche fornite dall’OMS sono solo di evitare il loro uso in persone allergiche, bambini e donne in stato interessante. Il livello di mercurio nel sangue di un paziente cresce durante la realizzazione dell’otturazione in amalgama e durante la sua demolizione. Nel tempo di permanenza in bocca il rilascio di vapori di mercurio sono trascurabili ed è stato dimostrato facendo masticare una gomma a pazienti con moltissime otturazioni in amalgama per poi verificare nella gomma stessa quanto mercurio venisse ritrovato. Concordo sul fatto che se è possibile evitarne l’uso è meglio ma ancora oggi i materiali compositi non hanno raggiunto un livello di durata pari all’amalgama.
      (Dott. Jacopo Cioni)

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    24 luglio 2013 alle 21:34
    Permalink

    Ho diverse otturazioni con nichel e mercurio. Da più di 10 anni soffro di una forma atipica di dermatite (soprattutto al viso) della quale gli specialisti non riescono a capire la causa e di conseguenza ad indicare la cura. Può dipendere dalla decina di piombature che ho in bocca? Tra l’altro due anni fa ho scoperto di essere allergica al nichel e al mercurio. Il
    mio dentista mi ha sconsigliato di rimuoverle. Quali consigli mi potete dare?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      15 agosto 2013 alle 12:08
      Permalink

      L’amalgama rilascia vapori di mercurio in consistenza trascurabile ma in un soggetto allergico possono essere sufficienti a creare un’intolleranza. Se questo è il suo caso, cioè un’allergia al mercurio il consiglio è rimuovere l’amalgama. Per fare questo devono essere adottati accorgimenti atti ad impedire che entri in contatto con il mercurio stesso che in fase di demolizione dell’otturazione aumenta in modo esponenziale. Si rimuove l’amalgama sotto diga e con la presenza di aspiratori a forte velocità.
      (Dott. Jacopo Cioni)

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    24 luglio 2013 alle 21:32
    Permalink

    Vorrei sapere se’ un molare pionbato puo’ causare dei problemi tipo dolori cervicali e alla testa.
    (Domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      15 agosto 2013 alle 12:14
      Permalink

      Una otturazione deve rispondere anatomicamente al dente su cui viene realizzata. Se viene eseguita scorrettamente e crea delle interferenze queste possono riflettersi a vari livelli: articolazione temporomandibolare, muscoli masticatori, muscoli cervicali e posturali. Non è un problema di composizione del materiale, ma di corretta forma anatomica.
      (Dott. Jacopo Cioni)

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    24 luglio 2013 alle 21:28
    Permalink

    SALVE SONO UN RAGAZZO DI 26 ANNI E DA CIRCA 2 SONO ANDATO PER LA PRIMA VOLTA DAL DENTISTA CHE MI HA TROVATO DELLA CARIE CHE IN SEGUITO MI HA TOLTO.DOPO CIRCA TRE MESI SU UNO DI QUESTI DENTI HO SENTITO UN RUMORE COME SE QUALCOSA AVESSE CEDUTO.DA QUEL GIORNO MI FA MALE OGNI VOLTA BEVO O MANGIO DA QUEL LATO.COSA POTREBBE ESSERMI ACCADUTO ???POSSO FARE QUALCOSA, VORREI EVITARE DI OTTURARMELO.PER RIDURRE LA CARIE CONVIENE USARE IL COLLUTTORIO? MEGLIO LO SPAZZOLINO NORMALE O QUELLO ELETTRICO?? QUALI ACCORGIMENTI E SOSTANZE POSSO USARE PER EVITARE CHE SI FORMI LA CARIE??(OLTRE CHE LAVARLI TRE VOLTE AL GIORNO).
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      15 agosto 2013 alle 12:17
      Permalink

      Rispondere alla sua domanda premetterebbe mie doti divinatorie, come posso sapere cosa è successo se non vedo il dente? Si può presupporre: si è rotta l’otturazione, si è fratturato il dente, ecc. Cosa significa vuole evitare di otturarlo? Lo vuole lasciare nelle condizioni in cui è?
      Per quanto riguarda la riduzione della carie meno batteri uguale meno rischio di carie ma non potrà mai portare i batteri a zero e quindi un rischio sussiste sempre, si riducono le probabilità. Personalmente preferisco lo spazzolino manuale. Conta si quante volte al giorno si lavano i denti ma conta molto di più come si lavano, uno spazzolamento scorretto non solo non elimina la placca ma spesso può provocare dei danni. Il collutorio è ottimo come coadiuvante all’igiene orale domiciliare, ma non serve a molto quello che conta è un corretto uso di spazzolino e filo interdentale.
      (Dott. Jacopo Cioni)

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    24 luglio 2013 alle 21:12
    Permalink

    Buongiorno, ho 53 anni e da qualche mese mi capita che quando mangio bevande o cibi sia caldi che freddi mi causano dei dolori fastidiosi. Vorrei sapere se esistono dei rimedi, vorrei precisare inoltre che ho la fortuna di avere ancora tutti i denti sani a parte qualche piccola otturazione dovute a piccole carie.
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Giampiero Cioni
      4 settembre 2013 alle 13:55
      Permalink

      Il freddo può indicare la presenza di una carie in atto, oppure di una decalcificazione dei tessuti duri di un dente. Nel primo caso va individuata e curata la carie, nel secondo caso bisogna cercare di capire perché si è formata una decalcificazione. Le cause sono molteplici e spesso combinate fra loro, spazzolamento scorretto, impatto scorretto del cibo sul dente, abitudine ad uso di cibi molto acidi, uso di dentifrici molto abrasivi o chimicamente aggressivi, eccessivo accumulo di placca.
      La sensazione dolorosa al calore indica più probabilmente una lesione cariosa che ha già interessato la parte vitale del dente, si deve intervenire velocemente per non arrivare ad una pulpite, evento quanto mai doloroso. Le consiglio di non essere mai troppo sicuro della sua dentatura sana, esegua spesso dei controlli.
      Dott. Giampiero Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    24 luglio 2013 alle 21:09
    Permalink

    Buongiorno, sono un ragazzo di 21 anni. Volevo sapere se è possibile mettere a posto alcune piccolissime sbeccature senza utilizzare il composito(esiste qualche altra sostanza che sostituisca meno di un millimetro di smalto?). Infatti non si tratta di cose vistose.
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      15 agosto 2013 alle 12:30
      Permalink

      Immagino che le “sbeccature” di cui Lei parla siano delle micro fratture a livello del bordo incisivo dei centrali. In questo caso conoscere la causa del problema è indispensabile per decidere come affrontarlo per evitare che non si ripresenti. Un bruxismo con un movimento mandibolare antero-posteriore, cioè un movimento della mandibola avanti e indietro, può determinare quelle scheggiature. Un uso improprio dei denti come ad esempio strappare la guaina dei fili elettrici possono determinare quelle scheggiature. Altre cause possono essere una dimensione verticale troppo bassa per difetto anatomico oppure per una mancanza di elementi dentari posteriori. Un evento traumatico. Per rispondere alla sua domanda, non esistono altri materiali conservativi ed estetici al di fuori del composito; possono essere limati, (poco costoso) cioè fare una coronoplastica, ma si deve valutare attentamente se la terapia non sia peggio del male, sarebbe meglio cercare di ridare la forma anatomica originale.
      In questa immagine si vede il risultato di un uso improprio dei denti da parte di una sarta che usava l’incisivo superiore Dx per recidere il filo.
      null
      (Dott. Jacopo Cioni)

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    24 luglio 2013 alle 20:57
    Permalink

    Il mio dentista mi ha fatto una otturazione in piombo e spesso percepisco il freddo su quel dente. Da cosa può dipendere?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 settembre 2013 alle 13:49
      Permalink

      La dentina, che è il tessuto subito sotto lo smalto del dente, è sensibile al caldo e al freddo se non isolata convenientemente.
      Uno studioso-ricercatore, Bregston, consigliava di usare degli isolanti liquidi su la dentina ben pulita e detersa prima di porvi l’otturazione in amalgama. Oggi questo concetto è stato rivalutato e si tende a non isolare la dentina. Se il fenomeno è dovuto a dei tubuli dentinali aperti con il tempo si attenuerà fino a sparire.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.