Chirurgia orale

chirurgia

La chirurgia orale in odontoiatria è un comparto molto vasto che va dall’estrazione dei denti agli interventi sui tessuti molli, dagli interventi sui tessuti duri (ossa) alla chirurgia parodontale, dall’implantologia fino alla stessa endodonzia che è considerata una branca della chirurgia, anzi è considerata microchirurgia. In questa pagina parleremo della chirurgia in generale, cioè quella estrattiva e generale dei tessuti molli e duri, riserviamo altre pagine alla chirurgia parodontale, implantologica, endodontica. L’intervento chirurgico estrattivo si occupa della rimozione di un dente dalla sua sede alveolare nel momento che questo elemento non è più recuperabile. Classicamente si pensa alle pinze usate con violenza e trazione ma nella realtà oggi la le tecniche estrattive si sono molto evolute e non sono più fatta di violenza e forza, ma di clivaggi e attrezzature avanzate. La chirurgia dei tessuti molli e duri si occupa di tutte quelle patologie che necessitano di interventi chirurgici per ottenere un guarigione, da una ciste ossea ad un fibroma orale. Oggi grazie all’anestesia con molecole sempre più performanti e terapie farmacologiche evolute non è più fastidiosa come un tempo nonostante le difficoltà operative in un ambiente ristretto quale la bocca e con una contaminazione batterica notevole, per questa ragione è bene avere sempre molta prudenza e adottare tutte quelle accortezze per ridurre rischi operativi e problemi post intervento. Adottare massima sterilità per attrezzature e ferri, disinfettare il meglio possibile il campo operatorio mediante disinfettanti locali quali clorexidina o ipoclorito di sodio, informare bene il paziente per il suo comportamento post intervento sia per mantenere una buona igiene orale che per le normali funzioni fonetiche e di masticazione.

Chirurgia
Rimozione chirurgica di un fibroma orale

432 pensieri su “– Chirurgia orale (Denti, Tessuti Molli e Duri)

  • 22 giugno 2017 alle 09:34
    Permalink

    Buongiorno! L’altro ieri il dentista mi ha praticato gengivectomia con allungamento di corona clinica sui denti 33,34,35 a causa di carie sotto gengiva. La procedura è durata più di un’ora. Mi ha dato diversi punti, avendo aperto un bel pezzo di gengiva, ma nessuna prescrizione farmacologica ad eccezione di un antidolorifico al bisogno. Ad oggi la guancia risulta essere leggermente gonfia e la gengiva, nella parte interessata, si presenta piuttosto gonfia, in alcuni punti tendente al bianco. Il dolore non è insopportabile, tant’è che non ho preso nulla se non un Brufen subito dopo l’intervento. Tuttavia sento la zona indolenzita e a momenti più dolorante ( come delle pulsazioni ). Non ho febbre.
    Secondo lei devo recarmi di nuovo dal dentista per un controllo o può ritenersi un decorso nella norma?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      26 giugno 2017 alle 12:25
      Permalink

      Salve

      Qualsiasi cosa preoccupa il paziente deve essere chiarito con il medico.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 19 giugno 2017 alle 15:24
    Permalink

    Dottore..circa tre mesi fa mi hanno estratto una mola inferiore ma da allora ho sempre la gengiva gonfia e mi fa male di cosa può trattarsi ?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      26 giugno 2017 alle 12:29
      Permalink

      Salve

      Tre mesi mi sembrano tanti per avere ancora dolore, mi farei rivedere dal suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 6 maggio 2017 alle 19:36
    Permalink

    Buonasera,
    4 giorni fa ho effettuato un’estrazione “semplice” del dente del giudizio dx a seguito di ripetute infiammazioni alla gengiva. dopo una cura antibiotica di augmentin ho fatto l’estrazione. Nessun dolore durante a parte la notevole pressione del dentista che avvertivo sulla mascella. Il dentista mi aveva prescritto solo un antinfiammatorio per 3 giorni mentre il mio medico di base mi ha consigliato di continuare con l augmentin per altri 3 gg. Ad oggi non avverto nessun dolore lancinante ma un forte indolenzimento della mascella e ora anche irradiato all’orecchio. è una sensazione strana, sembra quasi che i denti accanto siano molto più sensibile e anche la masticazione mi risulta difficile. Volevo sapere se questo è un decorso post chirurgico normale o devo preoccuparmi.
    Grazie in anticipo

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      8 maggio 2017 alle 01:30
      Permalink

      Salve

      Il dente del giudizio il più delle volte non ha nulla di semplice. Spesso nel decorso post operatorio ci sono vari fastidi dati sia dalla ferita sia da una reazione alle forti sollecitazioni locali, si può arrivare anche ad una non completa apertura della bocca. Si faccia controllare direttamente dal suo dentista in maniera possa escludere complicanze gravi.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 13 aprile 2017 alle 15:53
    Permalink

    Buonasera, Dottore, le scrivo per conto di papà che è negato al computer. Papà è un fumatore e proprio ieri gli hanno inserito tre impianti. Dice che solo oggi, parlando con un suo collega a lavoro, ha scoperto che impianti e fumo non vanno d’accordo e la domanda che vorrebbe porle è questa: può fumare almeno quattro o cinque sigarette al giorno senza pregiudicare il lavoro svolto? Certo se smettesse del tutto sarebbe meglio e questo lo sa anche lui, ma dice che ora come ora a smettere così su due piedi proprio non ce la fa. Cosa può dirmi in proposito? Grazie mille per il suo aiuto.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 maggio 2017 alle 22:47
      Permalink

      Salve
      Il fumo è una controindicazione relativa, cioè non è vincolante al non inserimento, ma aumenta i rischi di fallimento.
      Ovvio che una quantità minima è meglio di una massima.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 11 aprile 2017 alle 15:22
    Permalink

    Salve, Dottore. La scorsa settimana mi è stato estratto il dente numero 36 e a distanza di sei giorni provo ancora un leggero ma persistente dolore/fastidio: è normale? Possibile che a causare questo disturbo possa essere una qualche minuscola scheggia della radice [che era in pessime condizioni]? E ancora; sul 36 metterò un impianto; quanto tempo è necessario passi dall’estrazione all’inserimento dello stesso? La ringrazio per la sua cortese risposta.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      11 aprile 2017 alle 22:28
      Permalink

      Salve
      Una settimana non è molto. Un minimo di dolore può essere ancora presente. Esistono molte tecniche, la più consolidata è un’attesa di circa tre mesi, ma vengono anche eseguiti impianti con tecnica differita, cioè un solo mese di attesa o anche post estrattivi, cioè inseriti immediatamente dopo l’avulsione. I rischi di un eventuale fallimento aumentano accelerando al massimo i tempi.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 17 febbraio 2017 alle 18:55
    Permalink

    buongorno dottore dunque io sono 3 anni che devo operare i denti 37-38 per motivi di nascita e allatamento no ho potuto fare l’estrazione ora allatto il mio piccolo di 12 mesi mi hanno detto di fare l’intervento perché il dolore é alle stelle ma devo tirarmi il latte dopo l’anestesia che cosa mi consiglia e come si svolge questo intervento in ospedale perche io devo operarmi in ospedale. la ringrazio in anticipo.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      28 febbraio 2017 alle 12:58
      Permalink

      Buongiorno.

      Il latte dovra tirarselo prima dell’anestesia, non dopo. Come si svolge l’intervento come posso saperlo se non so di ce intervento si tratta.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 28 dicembre 2016 alle 15:35
    Permalink

    Salve dottore, il 23 dicembre mi è stato estratto un dente del giudizio (arcata inferiore a destra). Il dentista ha usato un trapano per dividerlo in più pezzi. Subito dopo la guancia si era gonfiata molto, avevo dolore all’orecchio destro e alla zona incisa. Oggi il gonfiore è quasi completamente passato e anche il dolore, rimane solo l’orecchio destro che credo sia irritato, non ho mal di orecchie, provo solo una leggerissima sensazione di fastidio e il rumore della mascella che riecheggia quando mangio. È normale secondo lei? Passerà ?
    Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 gennaio 2017 alle 14:32
      Permalink

      Salve

      Il rumore che sente è quello dell’articolazione temporo-mandibolare, le conviene farsi vedere dal suo dentista per capire da cosa dipende.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 22 gennaio 2017 alle 23:16
        Permalink

        Salve dottore, la scrivo perché sono preoccupatissima, martedì mi è stato estratto il molare inferiore sx e dal momento in cui è svanito L effetto della nestesia ho iniziato a sentire un forte mal di testa, gola ingrossata a stento riuscivo a ingoiare la saliva, mal di orecchio (lato sx)… ho avvertito il dottore che mi ha cambiato cura antibiotica e antinfiammatoria ma L unica nota positiva è che il gonfiore è diminuito notevolmente con L assunzione del cortisone. Continuo ad avere questi dolori cronici e come se avessi anche un peso doloroso dove avevo il dente .
        Quando mi abbasso sento che mi sta per scoppiare la testa … perdo le forze mi sento debole sento davvero un dolore lancinante, la pressione che mi fa scoppiare le orecchie e anche un po’ di veritigini. Mi sento debole e fragile tutto il lato sinistro del viso è dolorante ogni volta che parlo mi fa male L orecchio, ho solo 23 anni e sono sempre stata una ragazza super energica sentirmi così è devastante !!
        Questi dolori mi stanno tormentando vorrei sapere se tutto questo fa parte di un normale percorso post operatorio e cosa potrei fare per cercare di migliorare la situazione.
        Grazie

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          30 gennaio 2017 alle 00:35
          Permalink

          Salve

          Difficile dire cosa sta accadendo, mi viene in mente che magari sta sommando due sintomatologie diverse, quella post estrattiva e uno stato influenzale. Si rivolga al suo dentista e senta il suo parere.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 18 dicembre 2016 alle 16:23
    Permalink

    Buon pomeriggio dottore. Le scrivo in quanto sono molto preoccupata. Ho un molare devitalizzato molto tempo fa(all’incirca 6 anni) 3 anni fa furono ruliaperte le radici per una pulita per una piccola infiltrazione batterica. Nonostante questo ho sempre avuto fastidi a livello della gengiva di questo dente. Avendo rassicurazooni da parte del dentista, che diceva che era un problema della gengiva, non mi sono preoccupata. Successivamente il dente in questione si spacca e viene ricoperto da una capsula di ceramica. Due settomane fa, però, mi si gonfia terribilmente la parte della faccia dove ha sede il dente e provvedo, su indicazione del dentista, a prendere l’antibiotico per una settimana. La faccia, ma sopra la gengiva dove ha sede il dente si forma una bozza. Il dentista mi dice che molto probabilmente si tratta di un ascesso dentario, invitandomi comunque dopo le festività, a procedere all’ estrazione del dente e a provvedere alla sua sostituzione mediante protesi fissa. Il problema è che mangiando sopra non accuso dolore ma ogni volta che mastico ricompare la bozza e inizia a farmi male fortemente la testa. Secondo lei è normale? Si tratta di un ascesso dentario o di qualcos’altro? Ringrazio anticipatamente per la risposta. Saluti.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      23 dicembre 2016 alle 12:30
      Permalink

      Salve

      Credo si tratti di un’ascesso, sarebbe opportuno rimuoverlo velocemente se non è recuperabile.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 7 dicembre 2016 alle 02:40
    Permalink

    Salve dottore, cinque giorni fa mi è stato estratto il molare del giudizio in basso a sinistra. Inizialmente era tutto nella norma, era il terzo molare del giudizio che toglievo e non avevo mai avuto problemi. A distanza di qualche ora, però, la guancia ha iniziato a gonfiarsi sempre di più. Ovviamente ho seguito alla lettere le cure di antibiotici e antidolorifici prescritti dal dentista, ma tre giorni fa sono dovuta correre in ospedale perché il dolore era troppo e il gonfiore era arrivato a metà collo. È emerso che in corrispondenza dei punti vi erano ben due ascessi. Sono stata mandata a casa con una dose massiccia di antibiotici da fare. A distanza di tre giorni gli ascessi sembrano riassorbiti, ma avverto dolore a tutti i denti del lato sinistro fino agli incisivi, persino sull’arcata superiore, e ho notato degli ematomi sul palato. Cosa sta succedendo? Purtroppo il dentista non può ricevermi prima di venerdì e io sono terribilmente preoccupata.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      23 dicembre 2016 alle 12:47
      Permalink

      Salve

      Non posso capire da una descrizione le sue complicanze. Mi domando come in una situazione di emergenza non possa essere ricevuta in urgenza.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 1 dicembre 2016 alle 07:29
    Permalink

    Salve dottore,ogni mattina mi sveglio con formicolio n zona delle radici. Dei incisivi superiori.io sto combattendo CN incisivo centrale da 3 anni.apicectomia,ora ponte smontato,ripulito.al inizio era passato,pero ora di nuovo e tornato..che cosa possa essere?mi esce da sotto la capsula dietro. La cosa viscida,,sara pus? E ho un provvisorio in resina,che dentista duce che posso stare anche un anno? Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      23 dicembre 2016 alle 13:29
      Permalink

      Salve

      La cosa migliore è eseguire una radiografia e sincerarsi se l’apicettomia ha sortito il suo effetto.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 2 febbraio 2017 alle 23:16
        Permalink

        Salve dottore,la mia dentista esegue ogni volta la radiografia endorale,,,dice che vede dei miglioramenti…la macchia nera al apice ce,pero lei dice che ci vuole tanto tempo che si riformi .perche ha sofferto tanto quel dente. Vado avanti CN provvisorio che abbiamo ribassato,pero mi esce lo stesso la cosa viscida dietro ( dentro bocca) la capsula.secondo lei facendo cone beam 3d si vedrà meglio la situazione?

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          3 febbraio 2017 alle 20:13
          Permalink

          Salve

          Si è corretto, il recupero può essere molto lungo, anche 6 mesi. Il fato però che ci sia una perdita di materiale biancastro non è positivo, se è pus è probabilmente una fistolizzazione e quindi l’infezione è ancora sostenuta.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
          • 29 maggio 2017 alle 01:09
            Permalink

            Salve dottore,solo or ho trovato la risposta.le perdite da sotto le capsule SN trasparenti,dentista dice che nn e pus,e che la pasta provvisoria si scioglie,io ogni volta le faccio le domande,pero lei risponde tutto bene.al risveglio ho 3 denti CN la gengive effetto formicolio. Non so cose? Grazie.

          • Dott. Jacopo Cioni
            9 giugno 2017 alle 23:01
            Permalink

            Salve

            Pasta che si scioglie? Non la seguo più.

            Dott. Jacopo Cioni

  • 22 novembre 2016 alle 16:08
    Permalink

    Salve dottore, ieri ho fatto una devitalizzazione al dente e il dentista mi ha messo una specie di pasta anche fuori dal dente il problema è che mi si è tolta una parte e’ normale o devo correre subito dal dentista? Grazie mille in anticipo

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      23 novembre 2016 alle 12:02
      Permalink

      Salve

      Se la cavità è ancora chiusa non occorre, se è aperta deve farsi vedere.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 20 novembre 2016 alle 16:14
    Permalink

    Due giorni fa mi è stato estratto il penultimo dente sotto a sinistra con due radici. Il dente è stato prima diviso a metà con trapano e dopo il dentista ha estratto una radice a volta. Con la estrazione di seconda radice la stessa si è spezzata e il pezzo è rimasto dentro. Il dentista ha provato con diverse manovre e instrumenti a raggiungerlo ed estrarlo ma non è riuscito. Io mi ero spaventata parecchio ma lui insisteva nel dirlo che non è niente di grave e che non avrò conseguenze. Non sono convinta di questo. Oggi è il secondo giorno e bevo antidolorifici molto forti perché il dolore e insopportabile e mi sveglia di notte. Vorrei una sua cortese opinione. Grazie. Lusijana

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      23 novembre 2016 alle 11:56
      Permalink

      Salve

      Diciamo che non è una condizione ottimale. La grossa differenza è data se la radice è infetta o meno. Se non è infetta l’osso si ricostituisce e la radice rimane isolata all’interno. Se viceversa è infetta il rischio è da non sottovalutare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 21 ottobre 2016 alle 17:45
    Permalink

    Salve dottore,
    Io due settimane fa ho fatto un brutto intervento al dente del giudizio inferiore sinistro, che doveva ancora fare le radici ma che era storto (è durato un ora circa), e mi hanno dato dei punti. Per la prima settimana ho avuto dolore e gonfiore della guancia, e avevo infiammato pure tutte le ghiandole del collo sinistro che mi facevano male a deglutire. Avevo problemi ad aprire la bocca e i primi giorni facevo rischasqui nella parte dove lo spazzolino non arrivava col colluttorio, il mio dentista mi aveva dato l’antinfiammatorio dicendo che dovevo prendere l’antibiotico solo nel caso di comparsa di febbre (io ho preso la tachipirina per i primi giorni). Quando sono andata a togliere i punti dopo una settimana dall’intervento, il mio dentista ha detto che si era ciccatrizzato bene e che non si era formata nessuna infezione, anche se non riuscivo ad aprire completamente la bocca. Per i giorni seguenti il gonfiore e dolore erano inesistenti, e la masticazione stava tornando ad essere regolate.
    A distanza di due settimane dall’operazione ieri mi si è rigonfiata molto la guancia, ho provato a toccarla internamente e ho sentito che è molto rigida e ho di nuovo problemi ad aprire la bocca e dolore al tocco, ma riesco a deglutire. Ora sto prendendo l’antibiotico. Lei sa dirmi a cosa è dovuta questo ritorno del male e del gonfiore? Che devo fate?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      23 ottobre 2016 alle 12:28
      Permalink

      Salve

      La cosa migliore è farsi vedere dal suo dentista. Le cause possono essere molte, dalla ferita riaperta magari per urto con il cibo ad un’infezione. Farsi controllare è la cosa migliore.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 11 ottobre 2016 alle 11:53
    Permalink

    Buongiorno dottore sabato o tolto un molare di sopra lato sinistro e a oggi mi fa ancora male anche il palato dove il dottore mi a fatto la nestesia sto prendendo antibiotico ma mi fa male o telefonato il dentista e mi a detto a normale ai subito un operazione ma io mi preoccupo lei che dice è normale grazie mille

    Rispondi
  • 10 ottobre 2016 alle 03:01
    Permalink

    Salve,

    4 Mesi fa ho Tolto un dente, da un po’ di giorni sento un po’ di Dolore sulla gengiva, questo succede anche mentre mangio se il cibo la Tocca, oppure se ci spingo la lingua sopra, poi oggi ho toccato con un dito la gengiva e ho sentito qualcosa di duro, sembrava un pezzo di Dente (che sta crescendo) però è impossibile visto che ho 23 anni, poi ho pensato anche che potesse essere un pezzo del dente vicino( anche se mi sembra strano)…

    Grazie in Anticipo.
    Jacopo.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 ottobre 2016 alle 12:03
      Permalink

      Salve

      Potrebbe trattarsi di una spicola ossea affilata che preme sulla gengiva, si faccia controllare dal suo dentista.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 6 ottobre 2016 alle 11:36
    Permalink

    Buongiorno mi chiamo vanessa e ieri mi sono tolta il penultimo molare in alto a destra però ancora sono gonfia E normale mi passerà posso fare qualcosa in merito. Grazie e buon lavoro

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 ottobre 2016 alle 12:12
      Permalink

      Salve

      Un edema post chirurgia è normale, può migliorare con una opportuna terapia farmacologica, contatti il suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 3 ottobre 2016 alle 07:55
    Permalink

    Salve ho 39 anni ed un anno fa ho estratto il dente del giudizio superiore di destra,l intervento è riuscito alla perfezione e non ci sono voluti punti xchw il il dente aveva qualche punta fuori pur stando storto anche se è passato un anno ad ogni ciclo mestruale mi fanno male tutti i denti e mi sembra di impazzire come se stessi in una morsa e soffro più dal lato opposto.lei dottore mi sa spiegare perché?
    A

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 ottobre 2016 alle 12:14
      Permalink

      Salve

      No, non collego una avulsione al ciclo mestruale, ad occhio, data l’alterazione ormonale del momento indagherei su qualcosa di attinente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 29 settembre 2016 alle 00:26
    Permalink

    Salve,
    ho un dente del giudizio inferiore parzialmente uscito che mi causa problemi per via della difficoltà nel pulirlo. Lo pulisco con uno scovolino imbevuto in acqua ossigenata due volte al giorno e spesso lo scovolino risulta maleodorante al primo lavaggio, cosicché continuo a pulire fino a quando lo scovolino risulta non maleodorante. Inoltre è il dente è completamente storto e non potrà mai uscire.
    L’altro dente del giudizio inferiore non è ancora emerso, ma dalla panoramica è anch’esso storto e non avrà lo spazio per uscire.
    Nell’arcata inferiore ho i denti molto stretti per mancanza di spazio e temo che la spinta dei denti del giudizio possa disallinearli, vanificando il lavoro di ortodonzia fatto qualche anno fa.
    I denti del gudizio superiori sono invece completamente emersi e dritti, e sono un pelo più “lunghi” degli altri denti superiori (mancanza di dente antagonista inferiore?). Nell’arcata superiore non ho problemi di affollamento, anzi, tra due denti vi è una leggerissima fessura.
    Non ho mai provato dolore per nessuno dei denti del giudizio.
    Questo è il quadro, a fronte del quale il dentista mi consiglia di togliere tutti e quattro i denti del giudizio, a due a due a distanza di mesi, in modo da poter mangiare da un lato.

    Le chiedo:
    – quanto è complicato estrarre un dente del giudizio non fuoriuscito e inclinato (in pratica coricato)?
    – qual è la ragione per cui mi si consiglia di togliere anche i denti del giudizio superiori?

    Le sarei grato se potesse darmi delle delucidazioni e la ringrazio fin d’ora.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 ottobre 2016 alle 12:11
      Permalink

      Salve

      Alcuni dei motivi per cui conviene toglierli li ha elencati lei, igiene, pressione sul settimo, rischio di una carie sul settimo per ristagno di cibo, rischio di pericoronarite, ecc. Per i superiori vale lo stesso discorso con in più il fatto che essendo estrusi possono diventare uno stop alla retrusione mandibolare alterando la normale postura e movimento funzionale.
      Per quando riguarda la difficoltà dipende molto dalla posizione esatta, in taluni casi si deve sezionare il dente ed estrarlo in pezzi successivi.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 27 settembre 2016 alle 09:32
    Permalink

    Salve dottore, 7 giorni fa ho subito l’estrazione di un dente del giudizio.
    Mi sono stati prescritti antinfiammatori, collutorio e penicillina.

    Queste medicina le ho prese per 4 giorni, poi ho dovuto interrompere la terapia per forti giramenti di testa, nausea e un continuo stato di stordimento.

    La nausea e lo stordimento dopo 24h sono passate, ma i giramenti di testa (seppur non forti) ci sono ancora e non cennano a diminuire.

    Sono dovuti ad effetti collaterali dei medicinali che ho preso oppure devo iniziare a preoccuparmi?

    Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      28 settembre 2016 alle 12:16
      Permalink

      Salve

      La sua domanda sarebbe più appropriata rivolta al suo medico di famiglia che sicuramente ha più presente la sua condizione di salute. Fra l’altro fornisce nomi generici dei farmaci, antinfiammatori, penicellina, colluttorio, un poco ampio lo spettro di farmaci che rientrano in queste categorie.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 17 settembre 2016 alle 12:50
    Permalink

    sul lato destro della guancia nell’arcata inferiore mi mancano il 1°, 3° e 4° molare. Da circa un anno durante il sonno mi morsico la guancia in corrispondenza del 2° molare inferiore dx. Come posso ovviare ad un simile fastidio tenendo presente che occasionalmente esce anche sangue? Un bite potrebbe risolvere il problema situandolo nell’arcata inferiore.
    Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      17 settembre 2016 alle 15:31
      Permalink

      Salve

      I molari inferiori possono essere due o tre se presente il dente del giudizio, quattro mi sembrano eccessivi, forse si riferisce ad un premolare. Bhe, rimettere i denti mancanti no?

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 15 settembre 2016 alle 11:00
    Permalink

    Salve dottore,
    dopo una estrazione del dente del giudizio inferiore destro un pò complicata, mi sono stati applicati anche due punti… Ora noto una difficoltà nell’aprire la bocca in quanto, quando lo faccio, sento tirare sul lato sinistro della faccia e questo fastidio/dolore arriva fino all’orecchio… tutto cioò è dovuto ai punti?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      17 settembre 2016 alle 15:39
      Permalink

      Salve

      Può essere dovuto ai punti nel caso coinvolgano la mucosa della guancia che va in trazione durante l’apertura o anche ad una contrattura muscolare non infrequente nel post operatorio di un ottavo.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 11 settembre 2016 alle 08:02
    Permalink

    Salve dottore circa una settimana fa mi è stato estratto una Mola all arcata inferiore, ho seguito una terapia antibiotica per e post intervento e non ho riscontrato nessun problema o dolore. A distamza di una settimana mi è stato estratto una mola a livello dell’arcata superiore ma questa volta non ho assunto alcuna terapia antibiotica pre e post intervento. Sono già trascorso due giorni dall’ultima estrazione e il dolore persiste. Secondo lei è necessario iniziare la terapia antibiotica?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 settembre 2016 alle 21:06
      Permalink

      Salve

      Come è possibile suggerire una terapia se non si è in grado di fare una diagnosi. Bisognerebbe capire da cosa è causato il dolore.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 8 settembre 2016 alle 19:20
    Permalink

    Buonasera,anche io avrei una domanda. Ho fatto un’estrazione del dente del giudizio una settimana fa. Mi hanno detto che è normale ma continuo ad avere ancora mal di testa (forse perché probabilmente ho il vizio di toccare con la lingua la cavità del dente estratto). Da una settimana eseguo sempre risciacqui con la siringa a base di acqua ossigenata e poi collutorio nella parte interessata per togliere i residui del cibo (cui presto moltissima attenzione) ma mi sono accorta che la ferita ha, nella cavità, qualcosa di bianco..non so se É la gengiva stessa a ricrescere e che inizialmente è bianca oppure un residuo di cibo non rimosso bene (escluderei il pus). ed è accaduto in mezza giornata! La terapia farmacologica l’ho conclusa.. Grazie per l’eventuale risposta.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 settembre 2016 alle 21:04
      Permalink

      Salve

      Il tessuto è probabilmente tessuto di granulazione, tessuto di riparazione.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 8 settembre 2016 alle 16:59
    Permalink

    Buonasera dottore avevo due domande da farle. La prima è lunedì giorno 5 settembre ho eseguito due estrazioni dei denti del giudizio anteriori, e adesso che siamo giovedì avverto tantissimi dolori, e sembra pure bruciore. Ho preso fino a martedì l antibiotico , avendolo cominciato tra l’altro due giorni prima dell intervento e sto prendendo anche gli antidolorifici ma devo dire con scarso risultato. La mia domanda è se era normale che se avverto questi forti dolori essendo via passati 3 giorni,forse li avverto più forti rispetto al primo giorno sinceramente. Sto facendo circa 4 volte al giorno se non 5 gli sciacqui con acqua e sale consigliati dal mio dentista ma ogni volta avverto bruciore ancora di più. È un segnale positivo o negativo? Inoltre sento le ghiandole del collo entrambe molto dolorose quando le tocco. È normale? Altra domanda che volevo farle è capire se era vero o no che le carie trascurate possono portare problemi al cuore e come fare per capirlo. Quali sono i sintomi ? Le spiego io lunedì dovrò andare dal dentista per farmi togliere i punti e poi lui farà un esame dettagliato della mia bocca per curare poi delle carie che ho da due anni e mezzo purtroppo. Volevo capire dato che a volte avverto fitte nel petto se potevano essere collegate le due cose . la ringrazio anticipatamente per il suo lavoro. Cordiali saluti

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 settembre 2016 alle 21:02
      Permalink

      Salve

      Questa non è una domanda, ma una serie di domande. Faccia più posto per ogni domanda.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 15 settembre 2016 alle 14:42
        Permalink

        Dottore ok mi scuso per le troppe domande. In ogni caso adesso per le estrazioni sto bene in una serie di giorni sono passati tutti i dolori. Volevo piuttosto sapere come avevo detto nel post di prima la relazione fra le carie e il cuore, se era vera o no. Io per adesso ho solo tolto i punti per le estrazioni e le carie le toglierò il 3 ottobre. Volevo capire visto che le mie carie sono lì da tanto tempo, 2 anni e mezzo Per l esattezza , se avevano fatto danno al cuore e se c’è questo rischio se le carie nn vengono tolte subito.anche perché a me a volte capita di avere fitte nel petto e volevo capire se c era da preoccuparsi perché pure per l eco al cuore devo aspettare un po’ . spero di avere delucidazioni

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          17 settembre 2016 alle 15:37
          Permalink

          Salve

          Il problema non è carie-cuore, ma presenza di batteri e cuore. Un dente infetto, sia a livello paradontale che endodontico è una noxa patogena costante da cui vanno in circolo in continuazione microrganismi. Ci sono stati degli studi che hanno visto statisticamente che i pazienti soggetti a contine attività di contenimento e attivazione del sistema immunitario sono anche quelli che più spesso hanno problemi cardio-circolatori.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 7 settembre 2016 alle 20:40
    Permalink

    Buona sera.Ho gonfiore sulla parte molle dell’arcata inferiore e non mal di denti da un po’ di tempo. Nonostante assunzione di Augmentin ed ora spiromicina 3000000 non riesco a debellare l’infezione.Da rx sembrerebbe che abbia una cisti e,per avere conferma farò una tac ctcb.Mi può aiutare? Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 settembre 2016 alle 20:52
      Permalink

      Salve

      Con le informazioni che mi fornisce non posso, posso dirle che sta seguendo il giusto iter per fare diagnosi.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 6 settembre 2016 alle 10:49
    Permalink

    Salve dottore.circa tre mesi fa ho avuto un ascesso.mi sono recato dal dentista.mi è stata fatta una lastrinA .del dente del giudizio inferiore destra e gli altri due denti vicini . Toccando i denti mi faceva male il dente del giudizio e quello vicino.mi a detto che dovevo togliere il dente del giudizio e che anche Queli vicino erano mal nessi( il penultimo devitalizzato 15 anni fa e il terzultimo incapsulato 15 anni fa .fatta cura antibiotica x 10 giorni .mi reco dal dentista e mi estrae il dente del giudizio tutto apoosto.poco dolore .pensavo aver risolto invece dopo 15 gg si ripresenta ascesso con dolore al dente vicino a quello del giudizio estratto poco prima. Iniziio una nuova cura con antibiotici amoxicillina .passati 10 giorni mi reco da un altro dentista il mio era in ferie gli faccio vedere la lastrina e mi dice che sul penultimo dente si evidenziava un infiammazione e che a parer suo era da togliere anche quello. ieri estrazione dente. Questa mattina mi si è gonfiatoun poco il mento e come ingoio e apro la bocca ho un dolore alle ghiandole e sotto al terzultimo dente (quello con capsula)Le chiedo cortesemante secondo lei si puo ripresentare un altro ascesso e se il caso togliere il terzultimo dente?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 settembre 2016 alle 20:45
      Permalink

      Salve

      Difficile dirlo, se l’infezione coinvolge anche il sesto è probabile, ma va valutato clinicamente e radiograficamente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 5 settembre 2016 alle 20:27
    Permalink

    Fra poco dovrò togliere un dente dalle gengive chirurgicamente…….bevo sapere se fa male e se rimarrà qualche segno? Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 settembre 2016 alle 22:16
      Permalink

      Salve
      Durante l’atto operatorio il dolore è controllato dall’anestesia e la mucosa si rimarginerà correttamente se non vengono danneggiati i tavolati ossei vestibolari e palatini.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 4 settembre 2016 alle 07:00
    Permalink

    Gentile dottore,
    mia madre di sessant anni, ha effettuato l’estrazione delle radici di due denti (canino e incisivo) che le erano in precedenza caduti. A due giorni dall’intervento ha dolore al palato ( dove le è stata fatta l’iniezione dell’anestesia ) e alle gengive. Inoltre quel lato del viso, nelle vicinanze del naso,è un po’ gonfio. Io sono molto preoccupata perchè il dentista non le ha prescritto alcun tipo di antibiotico o antinfiammatorio, ho letto del rischio di endocardite batterica e problemi al cuore, lei prende una pillola per il cuore ma questo non credo che il dentista lo sappia o si sia premurato di chiederlo. Inoltre non le ha messo punti di sutura. Da ieri sera ha iniziato di sua volontà a prendere l Oki, ma sono molto agitata. E’ corretto non averle prescritto terapia antibiotica?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 settembre 2016 alle 22:00
      Permalink

      Salve

      Di norma no, non si prescrivono se non in casi particolari. Faccia ricontrollare sua madre dal dentista in maniera che valuti se fornire una terapia farmacologica.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 3 settembre 2016 alle 13:38
    Permalink

    Buongiorno dottore .. dopo parecchi fastidi alla mandibola sulla sinistra e recentemmente anche sulla destra ho effettuato una panoramica e in successione una tac della mandibola inferiore mi è stato trovato nella sede dei denti del giudizio inferiori estratti circa 6 anni fa due cisti odontogene ..ma facendo una visita maxillo facciale mi è stato detto.che secondo questo medico non si tratta di cisti odontogene e non gli è chiaro bene cosa possa essere se l osso che ancora non è guaruto beene oppure dei residui … sono abbastanza preoccupata .. non vorrei mai pensare a qualcosa di piu serio e brutto …lei cosa mi consiglia ?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 settembre 2016 alle 21:59
      Permalink

      Salve

      Di ascoltare più di un parere sia di un clinico che di un chirurgo e valutare i consigli che le forniranno.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 2 settembre 2016 alle 19:59
    Permalink

    Salve Dottore, sono un ragazzo di 28 anni, quattro anni fa andai dal dentista a curare i denti, a fine cura mi disse che per il dente del giudizio che non era uscito ancora dovevo affidarmi ad un chirurgo. Ora il dente il del giudizio é uscito minimamente e si intravede che una piccola parte del dente é cariata e devo recarmi dal chirurgo per la visita, vorrei sapere come sarà l’intervento e cosa rischio.Grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 settembre 2016 alle 21:56
      Permalink

      Salve

      Una domanda complessa la sua, ci sono troppe variabili a cominciare dalla posizione del dente e del canale mandibolare e quindi dalla complessità dell’intervento, impossibile descrivere tutte le variabili senza vedere radiograficamente e clinicamente il dente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 27 agosto 2016 alle 16:33
    Permalink

    Salve,
    Un mese fa mi è stato estratto un dente del giudizio incluso in basso a sinistra. La mucosa sembra essere guarita ma è rimasto un solco molto profondo accanto all’ultimo dente e mi provoca molto disagio per si deposita sempre il cibo e sono costretta a pulirlo con una siringa. È normale e prima o dopo il solco sparirà o devo fare qualcosa per rimediare?
    Grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 settembre 2016 alle 13:11
      Permalink

      Salve

      Normalmente si attenua tantissimo nel tempo anche fino a sparire totalmente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 27 agosto 2016 alle 13:37
    Permalink

    Salve io ho fatto un incidente un mese fa sono caduta in motorino e m hanno messo due punti sul labbro xk si è aperto però passato un mese mi si è formata una pallina dopo che ho tolto i punti cm faccio x fare che torna sgonfio e piatto e non mi tocchi il labbro inferiore?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 settembre 2016 alle 13:10
      Permalink

      Salve

      Potrebbe essere un cheloide o una inclusione di materiale, si faccia controllare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 26 agosto 2016 alle 00:57
    Permalink

    Salve,
    Io purtroppo dovrò estrarre un molare dell’ arcata superiore ( il penultimo) , il problema è che ho la radice racchiusa nella gengiva quindi x estrarlo dovranno incidere la gengiva, il problema più grosso è che ho il palato piccolo e sottile, quindi c’ è il rischio che durante l’ estrazione si rompa, volevo chiederle se in caso di rottura il palato potrà guarire senza ulteriori complicanze, e se modificherà la mascella…dovrò fare l’ operazione all ospedale di Crotone. Grazie in anticipo x la risposta !

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 settembre 2016 alle 13:06
      Permalink

      Salve

      Non ho capito bene come il palato possa rompersi per una avulsione, anche se complicata.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 23 agosto 2016 alle 01:13
    Permalink

    Salve dottore, sn andata a sistemareį due denti però la prima l’iniezione nn aveva effetto così il mondo dentista decide di farmi una seconda iniezione che nn ha avuto nessun effetto così procede cn una terza e niente neanche cn questa cn la 4 si così ha cominciato a sistemarsi io dente….volevo sapere ma si possono dare 4 iniezione per sistemare un dente e pericoloso per la salute perché io ho anche la bambina al demoni ha solo detto di nn allattarla per 2 ore….grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 settembre 2016 alle 12:29
      Permalink

      Salve

      Non ho capito che rapporto c’è con “la bambina”; in termini fisici la dose pericolosa è molto più alta.

      Dott. Jacopo Cioni

      P.S. ho letto dopo la sua correzione, si è corretto è sufficiente che salti una poppata.

      Rispondi
  • 7 agosto 2016 alle 22:20
    Permalink

    Salve , due mesi fa ho tolto con lo stuzzicadenti non so se era pus o residuo di cibo tra l ultimo dente inferiore e la gengiva ( questo dente minerà stato otturato un anno prima) mi è uscito un po di sangue dalla gengiva e da li hanno iniziato a farmi male i denti le gengive e un po di giorni dopo anche l orecchio. Sono andata dal dentista e lei mi ha tolto l otturazione per vedere se c’era qualche problema, me l ha pulito e ha pulito pure la gengiva. Preciso che quando me l ha pulito per un po di giorni non avevo più dolori e poi è ricominciato tutto. Ho fatto 2 radiografie non c’era niente solo il dente del giudizio incluso sopra ma il dentista mi ha detto che è in posizione giusta e ancora ce l ho ancora in alto e non pronto ad uscire. Ho fatto anche la tac visto che li sotto avevo fatto l estrazione del dente del giudizio ma anche nella tac era tutto apposto. Sono andata da un altro dentista mi ha devitalizzato il dente inferiore ma il dolore orecchio e denti è rimasto. Non capisco più niente lei sa dirmi qualcosa?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 settembre 2016 alle 12:09
      Permalink

      Salve

      Non mi è mai capitata una situazione del genere, mi sembra strano che un semplice stecchino possa aver provocato questo problema che magari è coincidente con l’origine del problema che sta altrove. Personalmente senza una diagnosi corretta non avrei operato una terapia canalare.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 4 agosto 2016 alle 23:14
    Permalink

    Salve sono sempre Giovanna ho dimenticato di dirle che nello stesso giorno ho tolto anche una radice del 36 e il 38 dente del giudizio occluso. Ho anche notato una platina bianca sui punti. Mi saprebbe dire di cosa si tratta? Grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 settembre 2016 alle 12:05
      Permalink

      Salve

      I punti sono probabilmente colonizzati da batteri, le conviene tenere a bagno la zona con un collutorio a base di clorexidina.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 4 agosto 2016 alle 21:58
    Permalink

    Salve dottore
    lunedì ho estratto il dente del giudizio inferiore a sx dopo 1settimana di antibiotici perchè era infetto. All’inizio tutto bene, ho mangiato normale e il dolore era celato dagli antidolorifici. Oggi è il terzo giorno ed ho iniziato a sentire male ai denti a fianco e delle fitte alla gengiva. è normALE? GRAZIE

    b serata

    Rispondi
  • 4 agosto 2016 alle 12:24
    Permalink

    Salve, martedì 2 agosto ho estratto un dente del giudizio concluso con granuloma. A distanza di 2 giorni dall ‘intervento mi ritrovo con tutta la parte sx dalle orecchie in giù fino in corrispondenza quasi del mento gonfia e folorante; inoltre la bocca riesco ad aprirla pochissimo e sono molto limitata nei movimenti come se avessi un torcicollo. È normale tutto questo? In quanti giorni guariro’? sto anche prendendo assoral 300mg 1al giorno e cortisone . I punti dovrò toglierli fra 10 giorni. Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 settembre 2016 alle 11:59
      Permalink

      Salve

      Se l’intervento è stato molto cruento è normale ci sia un risentimento post operatorio. La limitata apertura della mandibola è dovuta ad una contrattura muscolare. Si faccia suggerire una terapia miorilassante dal suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 2 agosto 2016 alle 20:22
    Permalink

    Buonasera Dottore circa 10 giorni fa mi sono stati tolti due premolari..tali denti erano in più erano usciti di fianco a un altro dente…l’estrazione tutto ok messo i punti e levati,solo che avverto ancora un problema..quando bebo come tocca la parte manipolata mi fa malissimo tipo se stessi appoggiando un cubetto di ghiaccio sul dente…mi sa dire se è normale o meno?grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 agosto 2016 alle 21:42
      Permalink

      Salve

      Se intende la sensazione del freddo è probabile riguardi un dente vicino.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 2 agosto 2016 alle 12:44
    Permalink

    Una settimana fa ho subito un’estrazione di un premolare a causa di uno spezzamento della sua radice che si era attorcigliata intorno all’osso provocando dei continui ascessi.
    Ho avuto un intervento di circa due ore e mezza poiché il dentista ha avuto difficoltà nel togliere totalmente la radice attraverso il foro provocato dall’estrazione; al termine dello stesso mi ha effettuato due radiografie in cui ha evidenziato la completa pulizia della zona.
    Il dentista nello stesso giorno mi ha limato i due denti accanto applicando il provvisorio di un ponte.
    Ho effettuato una copertura antibiotica per l’intervento con Zitromax (1 cp per tre giorni – da lunedì a giovedì) con ghiaccio per le prime 24 ore e antodolorifici al bisogno (non ho avuto gonfiore). Giovedì non avevo quasi più dolore e pensavo di aver superato l’intervento ma da venerdì sera ho avuto dei forti dolori nella zona e su prescrizione del dentista sabato sera ho iniziato a prendere Augmentin 875 mg + 125 mg.
    Oggi sono al terzo giorno di somministrazione del farmaco e l’intensità del dolore è diminuita ma purtroppo il dolore rimane ancora molto forte non appena cerco di mangiare o comunque di toccare la gengiva dalla parte del palato.
    Ringrazio per la risposta che mi darete.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 agosto 2016 alle 21:41
      Permalink

      Salve

      Probabilmente un’infezione latente o un’alveolite, difficile dirlo.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 28 luglio 2016 alle 09:34
    Permalink

    Buongiorno dottore. Io ho estratto un dente molare inferiore (quello prima del dente del giudizio) due mesi fà. Dopo neanche una settimana dall’estrazione è insorta un’alveolite. Attualmente, dopo 3 curettaggi, una limatura dell’osso gengivale che fuorisciva causa cedimento della gengiva, 2 volte messi i punti e tutte e due le volte saltati da soli, 2 giri di augmentin e 3 giri di metronidazolo, integrazione di fortelase e 3 giorni di gengigel, ho ancora il buco nella gengiva e parte dell’osso scoperto chiaramente visibile.
    Per inciso ho smesso di fumare (proprio a seguito dell’estrazione) e anche prima fumavo molto poco, una media di 3 sigarette al giorno.
    Il mio dentista mi ha consigliato di far vedere le mie analisi al medico curante perchè potrebbe essere un problema di tipo ematico, ma il medico mi ha detto che non ci sono valori sballati che potrebbero compromettere la cicatrizzazione.

    Cosa potrebbe essere che rallenta così eccessivamente la guarigione che ancora tarda a vedersi dopo 2 mesi?

    La ringrazio anticipatamente per la risposta!
    Saluti

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 agosto 2016 alle 21:33
      Permalink

      Salve

      Escludendo una assunzione entro i sei mesi precedenti di difosfonati andrebbe visto la situazione clinica.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 27 luglio 2016 alle 07:24
    Permalink

    Buongiorno..ieri sera dovevo estrarre un dente ma il dentista nn è riuscito perché io sentivo troppo dolore..nonostante diverse anestesie … è normale??

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 agosto 2016 alle 21:30
      Permalink

      Salve

      Evidentemente non ha funzionato l’anestesia, va compresa la causa.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 27 luglio 2016 alle 01:00
    Permalink

    Salve dottore…
    Nel giro di 2gg mi è comparso un dolore alla masticazione prima e persistente poi del dente prima di quello del giudizio, il 27 se non erro…Venerdì quindi 4gg fa il dentista ha rilevato un dente devitalizzato avendo trovato poi il “pavimento” sfondato ha rimosso il dente con parecchie difficoltà visto che si rompeva in continuazione. Ad oggi ho una sorta di indolenzimento/solletico nelle gengive dei denti davanti inferiori e la stessa sensazione di intorpedimento sulla punta della lingua. Non è un dolore…ma…un intorpidimento/solletico/prurito non so descriverlo…peraltro a denti che non c’entrano con l intervento e sulla punta della lingua…i punti li rimuovero tra 3gg…saluti e grazie!

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 agosto 2016 alle 21:29
      Permalink

      Salve
      L’indolenzimento può rientrare nella norma, meno a livello della punta della lingua. Potrebbe aver sofferto il nervo.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 26 luglio 2016 alle 12:34
    Permalink

    Buongiorno Dottore,
    mi sono espressa male… sono andata a fare una pulizia dei denti e mi ha consigliato lui stesso di toglierla… comunque mi ha dato l’antibiotico visto che ho un infezione in atto….

    Rispondi
  • 25 luglio 2016 alle 20:10
    Permalink

    Buonasera, ho tolto giovedì 21 il dente del giudizio dx arcata inferiore , ho ancora male, ma il dolore non lo sento molto concentrato sulla ferita che sembra rimarginata, ma sui denti vicini, come se si volessero spostare. Domani ho intenzione di chiamare il dentista, ma lei sa dirmi se è normale o meno?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      26 luglio 2016 alle 00:07
      Permalink

      Salve

      Magari i denti accanto sono parzialmente e reversibilmente traumatizzati dall’intervento, comunque si faccia controllare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
    • 3 agosto 2016 alle 21:41
      Permalink

      Avevo ascesso al dente.sotto consiglio medico ho fatfo lastrina dente e cura antibiotica dopo 10 giorni levato dente del giudizio .passati 10 giorni si ripresenta ascesso al dente vicino.

      Rispondi
        • 5 maggio 2017 alle 08:29
          Permalink

          Salve dottore io mianno stretto molare più di mese fa ma sul buco del molare si sta formando osso morbido non so se normale no sono precupata dato che dentista non mi risp piu telefono

          Rispondi
          • Dott. Jacopo Cioni
            5 maggio 2017 alle 22:27
            Permalink

            Salve

            Il dentista non le risponde al telefono? Ci sarà una ragione! Si tratta di un tessuto cicatriziale, molto probabilmente.

            Dott. Jacopo Cioni

  • 25 luglio 2016 alle 16:39
    Permalink

    Salve dottore!
    Venerdì ho tolto due denti del giudizio, uno attraverso intervento chirurgico. Da due giorni accuso una piccola infiammazione alla lingua, come se mi tirasse, dal lato dell’operazione. IL chiarimento che le chiedo è il seguente: è normale ciò?
    Inoltre volevo sapere quando potrò riprendere a mangiare, dato che i punti mi verranno tolti giorni 2 ed io ho la cosiddetta “bocca a serratura” (ho paura che, avendo il morso troppo forte, mi possa far del male o procurare danno ai denti.
    Dimenticavo, sabato mi hanno estratto gli altri due, dandomi un punto di sutura quindi mi ritrovo con entrambi i lati ricoperti di punti.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      26 luglio 2016 alle 00:02
      Permalink

      Salve

      Forse la trazione è data proprio dai punti che vincolano la scorrevolezza della gengiva. Bhe a volte è preferibile agire in tempi ben distinti per avere almeno un lato funzionate atto alla masticazione.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 24 luglio 2016 alle 19:23
    Permalink

    Salve, mercoledì ho estratto un dente del giudizio con un operazione durata un ora e mezza con complicanze perché le punte del dente si sono rotte oltre al problema delle radici. Ho dei punti di sutura. Il primo giorno non ho avuto problemi e non mi hanno detto nulla in merito al cibo così ho mangiato normalmente.
    Il secondo giorno mi sono svegliata con la bocca piena di sangue i punti sembrano essersi spostato e ho due buchi gialli sulla guancia che mi fanno molto male, oki e Aulin non fanno più effetto. Cosa può essere ?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      25 luglio 2016 alle 23:56
      Permalink

      Salve

      Se ha strappato i punti è bene si faccia vedere dal suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 24 luglio 2016 alle 08:54
    Permalink

    Buongiorno dottore… Ho 25 anni e qualche anno fa mi si è spezzato un dente. Lunedì sono andata sotto consiglio del dentista a far togliere la radice rimasta (alla fine erano tre) non ho ricevuto nessun trattamento con antibiotico ne prima né dopo, solo ghiaccio e qualche antinfiammatorio. A distanza di 5 giorni io ho ancora fastidio e dolore e mi sono riempita di afte. Lunedì dovrei andare a togliere i punti. Ma è normale? Grazie mille

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      25 luglio 2016 alle 23:55
      Permalink

      Salve

      Le afte possono essere una risposta al trauma chirurgico in soggetti predisposti; un poco di dolore per la ferita può esserci per i giorni successivi. Quello che trovo strano è che il suo dentista l’ha mandata a togliere la radice…. ma il suo dentista non era in grado di farlo? Spero lei si serva di un medico come dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 21 luglio 2016 alle 18:53
    Permalink

    Salve Doc. !!!
    Lunedì sono andato a levare i punti dopo una settimana esatta dell’estrazione del dente del giudizio incluso e oltretutto nato storto nell’arcata sx inferiore.
    Volevo chiederle, è normale che si accumulino delle bolle d’aria?!
    Le spiego, ogni tanto sento come se fossi gonfio, abbasso la mandibola e credo pressione nella zona e sento proprio un rumorino simile a bolle che escono.
    Normale?! Anomalo?!
    Grazie per la presa visione

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      21 luglio 2016 alle 22:23
      Permalink

      Salve

      Si faccia controllare se la ferita è normale, eviterei di stimolare la zona, non vorrei che stesse comprimendo osso e che sia lo scricchiolio che sente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 14 luglio 2016 alle 16:36
    Permalink

    Salve.
    Sono ormai due mesi che non trovo pace da quando ho avuto una specie di reazione allergica alla lingua: tanti puntini rossi e poi successivamente lingua con patina bianco/giallastra, dolore, bruciore, sensazione di fuoco. Dopo vari tentativi di dottori che mi hanno prescritto inizialmente antistaminico e cortisone 10 giorni, poi antimicotico 10 giorni e dopo che un altro medico (non avendo riscontrato miglioramenti) mi ha dato da fare un tampone linguale, l’esito di questo è stato “streptoccoccus pyogenes”. Viste le analisi il medico mi ha dato da prendere mattina e sera per 8 giorni lo zimox. Dopo i primi quattro giorni e fino a fine terapia sono stata meglio. Finita la terapia dopo 2 giorni ho iniziato ad avvertire gli stessi sintomi di prima (sensazione di fastidio, dolore, bruciore in bocca e alla lingua e strano mal di gola). Dopo una settimana in cui non ho più preso farmaci dopo la terapia antibiotica, non avendo riscontrato miglioramenti, il medico mi ha prescritto un altro ciclo antibiotico ma con Augmentin per 6 giorni mattina e sera. Adesso sono al mio secondo giorno di terapia ma sto molto male. Oltre ad avvertire bruciore, calore, dolore e fastidio in tutta la bocca ho localizzato un dolore al lato sx della lingua in fondo (dietro) e arrossato come delle palline. Inoltre tra le guance e le tonsille ho ad entrambi i lati due strisce bianche di patina. Il dentista che mi ha visitata ha detto che la mia bocca ha un aspetto normale nonostante i miei sintomi ma io non trovo pace ormai da due mesi, non so più cosa pensare e a chi affidarmi in quanto nessuno riesce a farmi una diagnosi o a darmi dei consigli. Ad oggi mi sorge anche un dubbio: siccome mi è uscito il dente del giudizio a sx proprio all’altezza dove c’è quel rossore, palline irritate e fastidio della lingua può essere tutto causato dai denti?? Spero possiate aiutarmi in quanto non so davvero più cosa e come fare.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      21 luglio 2016 alle 22:11
      Permalink

      Salve

      Se il tampone indica solo un infezione da pyogenes sia la terapia antimicotica che cortisonica e antisataminica non sono servite a nulla, anzi. La terapia antibiotica era corretta, ma sorse eseguita per un tempo troppo breve non sufficiente a debellare il batterio. Può associare alla giusta terapia farmacologica un antibatterico locale.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 12 luglio 2016 alle 17:10
    Permalink

    Salve,
    Ho estratto un dente del giudizio giovedì, ora siamo a martedì e ancora avverto forti dolori.
    Ho assunto per 4 giorni antidolorifici a tutto andare, ieri tornando dal dentista mi ha prescritto antinfiammatori 1 compressa ogni 8 ore, mi hanno detto di mangiare ananas e fare risciacquo con acqua e sale.
    Non noto nessun miglioramento e il dolore mo sta sfinendo che devo fare?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      13 luglio 2016 alle 01:01
      Permalink

      Salve

      Probabilmente è in atto un’infezione o un’alveolite, si faccia controllare nuovamente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
    • 14 luglio 2016 alle 07:01
      Permalink

      Punture XXXX per 3 giorni lo stesso problema ho io

      Rispondi
      • Dott. Jacopo Cioni
        21 luglio 2016 alle 22:06
        Permalink

        Salve

        La sua risposta terapeutica potrebbe essere insufficiente o addirittura dannosa se basata su una diagnosi errata, non ha caso ho risposto di farsi vedere dal suo medico.

        Dott. Jacopo Cioni

        Rispondi
  • 12 luglio 2016 alle 14:57
    Permalink

    Salve,
    Ho 22 anni e 7 giorni fa ho estratto l’ottavo destro inferiore. Il dente non era infetto e premetto che il collega non mi ha indicato nessuna terapia antibiotica preventiva nei giorni precedenti e nemneno per quelli successivi, soltanto bentelan intramuscolo 4 mg una volta giunta a casa dopo l’intervento.
    L’intervento è durato un’ora e mezza circa, sono state incontrate delle difficoltà durante per via di una particolare conformazione delle radici, infatti il dente è stato estratto “a pezzi”. Il tutto si è concluso con 3-4 punti di sutura non riassorbibili che dovrò rimuovere tra 7 giorni.
    Nei 2 giorni successivi all’estrazione il dolore era sopportabile e il gonfiore leggero, non ho preso antidolorifici ed ho mangiato, regolarmente semisolido con poche difficoltà. Dal 3-4 giorno però ho accusato dolore più intenso e notato gonfiore più evidente, ho iniziato gli antidolorifici (ibuprofene). Successivamente ho notato una patina bianca sui punti. Ho consultato l’odontoiatra per l’infezione, ho iniziato velamox 1 g compresse 2 volte al giorno. Ora sono 2 giorni che prendo l’antibiotico, il dolore è sempre presente ma meno intenso rispetto a quello dei giorni scorsi che era tagliente ed insopportabile, infatti per oggi non ho preso antidolorifici. Però la patina che era sui punti all’inizio è diventata verdastra e i punti che prima riuscivo a QUASI a intravedere non li riesco a individuare più, ho come l’impressione che ci sia un “buco”! Non riesco a rendermi conto se è perché l’attorno è gonfio o perché effettivamente l’infezione sta avanzando “scavando”. Ora non so se contattare di nuovo il collega direttamente o aspettare continuando la cura antibiotica e vedere come evolve la situazione, visto che sono soltanto al 2 giorno.
    Lei che ne pensa? Come mi consiglierebbe di muovermi?

    Grazie per l’attenzione

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      13 luglio 2016 alle 00:52
      Permalink

      Salve

      Sembrerebbe che i punti siano colonizzati da batteri. Le conviene prendere un collutorio a base di clorexidina allo 0.2% e tenere la parte a bagno senza sciacquare per 3/4 minuti tre volte al dì. Questo terra la zona disinfettata.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 6 luglio 2016 alle 16:30
    Permalink

    Buongiorno,
    15 giorni fa ho estratto un molare inferiore (il penultimo) per fare successivamente un impianto. Il dente era infetto, l’estrazione è stata dolorosa (l’anestesia non prendeva bene a causa dell’infezione) e ha richiesto lo spaccamento del dente in più parti.
    Dopo 15 giorni l’osso sotto il dente estratto è ancora parecchio gonfio, nella parte superiore il gonfiore dell’osso non ha una forma arrotondata ma forma quasi uno “spunzone” (spero di aver reso l’idea). E’ normale un tempo così lungo per il riassorbimento del gonfiore del’osso?
    Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 luglio 2016 alle 17:35
      Permalink

      Salve

      Se l’osso non è stato regolarizzato è probabile che mi metterà molto tempo a farlo spontaneamente.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 6 luglio 2016 alle 16:00
    Permalink

    Salve dottore, ho una domanda sabato mi sono estratta un dente che era tutto rotto di sopra pero la radice era sana e il dottore ha fatto tutto in fretta e mi a lasciato dei pezzetti dentro che io li sentivo con la lingua e li tocavo poi lunedì sono andata a controllare e mi hanno tolto un pezzettino dimenticato sono tornata a casa e dopo qualche ora toccando ancora con la lingua ho sentito ancora dei pezzettini di ossa poi martedì sono andata ancora a farmi un controllo e mi hanno fatto una lastra non so come si chiama e il dottore che e arrivato mi a detto non hai niente poi andartene proprio cosi da antipatico pero io li sento ancora quei pezzettini dentro e non so cosa siano se sono pezzi del dente rotto ho e l’osso della dentiera !? Se gentilmente poi rispondermi grazie !

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 luglio 2016 alle 17:37
      Permalink

      Salve

      Probabilmente sono irregolarità della ferita ossea che deve ancora risarcire e essere riepitelizzata.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 5 luglio 2016 alle 09:07
    Permalink

    dottore volevo solo complimentarmi con lei perchè alcune risposte, assolutamente appropriate, mi hanno fatto ridere tanto tanto tanto tanto.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 luglio 2016 alle 17:43
      Permalink

      Salve

      Ne sono contento, spesso una risata è la parte migliore di una terapia. 🙂

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 4 luglio 2016 alle 23:00
    Permalink

    Buona sera Dottore, il 24 giugno ho effettuato un trattamento parodontale di sestante con curette/laser al 27. Ho notato da subito di non poter aprire la bocca più normalmente e di provare dolore durante la masticazione e soprattutto appena cercavo di aprire di più la bocca. Ho preso anti dolorifici e da oggi 4 luglio ho iniziato un ciclo di antibiotici (6 giorni). Il mio dentista dice che si tratta di un’infezione, ma io sono molto preoccupata, perchè ho paura di avere qualche lesione al nervo o a qualche muscolo della masticazione. Pensa che debba fare subito qualche esame specifico. Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 luglio 2016 alle 17:52
      Permalink

      Salve

      Avendo agito in area 27 mi sembra strano sia un danno ad un nervo che ad un muscolo. Probabilmente il dolore alla masticazione è dovuto all’intervento al dente, mentre la difficoltà di apertura può essere dovuta all’anestesia che può generare raramente una contrattura muscolare che passa in breve tempo.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 26 giugno 2016 alle 15:37
    Permalink

    Dott. Buongiorno…. Giovedi 23/06 ho tolto molare giudizio inferiore dx semi incluso…. Tutto svolto in 2 ore e 45 min…. Molare per toglierlo e’ stato rotto in vari pezzi compreso radici a metà…. No punti. Oggi dopo 3 giorni non assumo piu Antidolorifici xche poco dolore solo antibiotico… Ho un solo dubbio perché dopo 3 giorni parte del labbro inferiore destro e parte del mento inferiore destro sono tipo anestitizzati??? No dolore ma al tatto come addormentati… Perche’??? E’ normale???

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 luglio 2016 alle 00:24
      Permalink

      Salve, no non lo è, sembrerebbe che il NAI il nervo alveolare inferiore abbia subito un danno. Può essere transitorio o permanente in caso di interruzione del nervo. Si faccia vedere immediatamente dal suo dentista per una terapia adeguata.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 24 giugno 2016 alle 22:12
    Permalink

    Salve,7 giorni fa il dentista mi ha estratto il terzo molare inferiore destro. L’intervento è durato circa 1ora con grande difficoltà dell’odontoiatra che dopo aver tirato a lungo,ha dovuto dividerlo perché non riusciva. Mi ha applicato due-tre punti di sutura. Nonostante l’estrazione difficoltosa,Non mi ha dato alcuna terapia antibiotica,solamente risciacqui con Curasept due volte al giorno. I primi tre giorni sono stata gonfia e ho mangiato quasi solamente gelato e tenuto il ghiaccio con parecchio dolore,via via scemato. A distanza di 7 giorni io avverto ancora fastidio alla masticazione e vedo la gengiva che ricopre i denti vicini a quello estratto rigonfia. I punti sono sempre al loro posto e l’odontoiatra mi ha detto che sono riassorbibili e verranno vi da soli. Io ho il prossimo controllato tra due settimane ma non mi sento affatto tranquilla. Cosa mi suggerisce? Grazie. Cordiali saluti

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 luglio 2016 alle 00:18
      Permalink

      Salve

      Il decorso mi sembra regolare, segua le indicazioni del suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 23 giugno 2016 alle 21:39
    Permalink

    Buonasera più di due mesi fa ho tolto i denti del giudizio nella parte sinistra superiore e inferiore. Non ho avuto problemi per la parte superiore.. Ma quella inferiore mi da ancora dei problemi.. Continuo ad avere molto fastidio a distanza di così tanto tempo,non so se possa essere una cosa normale o meno. Quando sono tornata dal mio dentista mi ha detto un po’ di fastidio era del tutto normale anche perché hanno scavato in profondità per togliermelo.. Però adesso mi è stato detto di fare una panoramica per capire meglio che cosa possa essere.
    Secondo lei è utile? Potrebbe essere qualcosa di serio?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 luglio 2016 alle 00:10
      Permalink

      Salve

      Difficile rispondere ad un “potrebbe essere qualcosa di serio, secondo lei come posso saperlo? Fare una radiografia serve appunto per accertare eventuali complicanze.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 17 luglio 2016 alle 19:45
        Permalink

        salve dottore,sono in guarigione da una ricostruzione ossea all’arcata superiore sinistra,quanto tempo deve passare per poter impiantare e fissare le capsule? grazie.

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          21 luglio 2016 alle 22:26
          Permalink

          Salve

          Dipende che tipo di intervento che ha eseguito, non ha fatto questa domanda al suo dentista?

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 17 giugno 2016 alle 14:32
    Permalink

    Salve lunedì ho estratto un molare dove sotto dopo i raggi si vedeva un grossa palla…il dolore pertanto continua ed è insopportabile. ..non fuoriesce ne pus ne sangue ma sento battere forte. ..cosa devo fare? Non faccio altro che prendere antibiotici e antidolorifici. ..ma oramai hanno una durata di 5 ore dopo di che il dolore ritorna forte…tanto che ho forte dolore alle tempie e al collo…grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 luglio 2016 alle 23:54
      Permalink

      Salve

      Le cause possono essere molteplici, dovrebbe farsi vedere dal suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 15 giugno 2016 alle 18:22
    Permalink

    salve,3 giorni fa mi faceva male il primo molare dx cariato sono andato dal mio dentista e unica soluzione di togliere il secondo e terzo molare lasciando quello cariato…..ore sono sempre imbottito di oki ma mi e venuto un dubbio cioe che il dolorino sul cariato c e sempre.lei che ne pensa,grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      17 giugno 2016 alle 12:33
      Permalink

      Salve

      Non credo di aver capito, ha una carie sul sesto e sono stati tolti il settimo e ottavo?

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 29 giugno 2016 alle 23:01
        Permalink

        salve io o avuto mola cariata e destra in basso adesso me la aturata sobno 2giorni e appena mangio sento dolore come faccio

        Rispondi
  • 10 giugno 2016 alle 08:10
    Permalink

    Hoestratto un molare con l accesso prima di toglierlo ho fatto 5 rocefin adesso da lunedì ad avere un dolore che non dormo di notte continuo a prendere oki che devo fare

    Rispondi
  • 8 giugno 2016 alle 21:55
    Permalink

    Buonasera volevo un suo parere siccome il mio dentista mi a tolto un dente rotto ma il.dopo fino a tre giorni sempre con dolore,pio sono.ritornata da lui e mi fa di nuovo ‘anestesia e me lo pulisce e mi mette una garza con del medicinale la devo tenere per 4 giorni e poi me la cambia di nuovo adesso non provo tanto dolore!! ma un fatto strano e che quando mi ha fatto l’anestesia il.dente era superiore ma mia addormentato anche la gola che non riuscivo piu’a inghiottire e non potevo piu parlare ma dopo mezz’ora mi torna normale ma in quei attimi sembravo che mi affogavonon sentivo piu’ la gola di un lato mi saprebbe spiegare cosa e successo??l’anestesia me la fatta una che stava imparando….invece quando me la fatta il dentista e andata bene grz della sua risposta

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      14 giugno 2016 alle 23:09
      Permalink

      Salve

      La plessica eseguita sul palato, specie se molto posteriormente, può dare questa sgradevole sensazione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 8 giugno 2016 alle 17:34
    Permalink

    Salve, una settimana fa ho rimosso un dente del giudizio inferiore sx che tuttavia ancora non era ancora uscito. Quello che volevo chiedere era se è possibile che nonostante abbia rimosso i punti sento ancora dolore

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      14 giugno 2016 alle 23:11
      Permalink

      Salve

      Il dolore è più o meno intenso e dura più o meno nel tempo in base alla traumaticità dell’intervento stesso. Una terapia farmacologica può aiutare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 4 giugno 2016 alle 18:33
    Permalink

    Buonasera,venerdi scorso ho estratto un molare e per i primi 2-3 giorni avevo un male tremendo non riuscivo neanche a dormire,adesso dopo una settimana e normale che sento ancora dolore,e un dolore supportabile pero comunque dolore?L’ultima domanda e vedo una patina giallastra semiliquida alla ferita cosa potrebbe essere.

    Vi ringrazio in anticipo.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 giugno 2016 alle 18:55
      Permalink

      Salve

      Il dolore post intervento è normale, più o meno forte, ed è normale che si riduca sino a sparire. Potrebbe essere il tessuto di granulazione che si forma in una guarigione per seconda intenzione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 5 giugno 2016 alle 19:05
        Permalink

        Vi ringrazio dottore per la risposta,perche ero un po preoccupato cosa potrebbe essere!?

        Grazie

        Rispondi
  • 3 giugno 2016 alle 02:24
    Permalink

    Salve, il 15 aprile scorso ho tolto i denti del giudizio superiore e inferiore sinistri inclusi. Il dentista-chirurgo l’ho trovato abbastanza in gamba, ottima padronanza e manualità, e l’intervento è stato breve, mezz’ora circa. Anche la guarigione è avvenuta in tempi rapidi, dopo 10 giorni stavo completamente bene. Solo che a distanza di quindici giorni, i primi di maggio quindi, ho avvertito un fastidio alle gengive nella parte inferiore, credo in corrispondenza dell’incisione, il dolore era poco ma avevo molto fastidio e la guancia si era gonfiata. Il dentista mi ha consigliato di prendere l’antibiotico per 4/5 giorni e così ho fatto… il problema era sparito. Adesso di nuovo, a distanza di 20 giorni il problema si è ripresentato. Il dentista durante la visita, ha escluso infiammazioni e infezioni dopo aver fatto il lavaggio, e ha escluso che il problema sia collegato all’intervento (strano per me), riporto testualmente le sue parole “le gengive non sono per nulla rosse, non c’è né sangue né pus, escludo residui di radici o pezzetti di dente, ma effettivamente di lato nella gengiva c’è uno spessore, ed lì che avverte il dolore, forse lei si morde e neanche se ne accorge?”. Mi mordo? Strano… Non credo.Per lei cosa potrebbe essere questo spessore e il conseguente dolore che sento di lato nelle gengive ? Mi scusi la prolissità ma volevo spiegarmi bene…

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 giugno 2016 alle 23:20
      Permalink

      Salve

      Si è spiegata bene, ma è impossibile capire di che si tratta senza una visita clinica.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 3 giugno 2016 alle 00:38
    Permalink

    Salve per sbaglio nel cercare i tre nervi da devitalizzare mi hanno fatto un buco all’Interno del dente dentro la gengiva fa male da morire mi chiedo chi paga adesso questo casino …E i dolori passeranno cosa si può fare

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 giugno 2016 alle 23:18
      Permalink

      Salve

      Se il danno non è enorme si può provare a rimediare sigillando l’apertura con MTA. Parli con il suo dentista del problema e trovate una soluzione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 31 maggio 2016 alle 22:15
    Permalink

    Buonasera lunedi scorso ho estratto il dente del giudizio 18 non ho avuto gravi problemi post estrazioni ma ho notato che ho molto dolore al dente affianco cosa potrebbe essere sucesso? Ho la sensazione che si muove….

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 giugno 2016 alle 23:11
      Permalink

      Salve

      Può trattarsi di una semplice infiammazione fino ad arrivare ad una frattura. Si faccia controllare dal suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 27 maggio 2016 alle 23:51
    Permalink

    O 58 anni un anno fa mi sono rivolto ad un dentista per mettere delle protesi .superiore completa inferiore sceletrato .mi sono stati tolti dei 6 denti senza farmi mai una panoramica.e normale?grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      29 maggio 2016 alle 11:53
      Permalink

      Salve

      Se clinicamente i denti erano compromessi, magari mobili, il dentista ha ritenuto inutile dei raggi che confermavano la sua diagnosi.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 25 maggio 2016 alle 18:59
    Permalink

    Buonasera, il 19 maggio ho tolto i denti del giudizio superiore e inferiore sinistri. Il male è passato ed inizia sgonfiarsi. L’unico problema è che ad oggi non ho ancora la sensibilità nella parte bassa compresa tra guancia mento e labbro. È normale?
    grazie in anticipo

    Rispondi
      • 30 maggio 2016 alle 08:26
        Permalink

        Buongiorno, grazie della risposta. Sensibilità al tatto come quando è anestizzato.se lo tocco con le dita o mangiando non lo sento.
        Grazie Saluti

        Rispondi
  • 23 maggio 2016 alle 19:33
    Permalink

    Buonasera,

    Ho tolto il dente del giudizio inferiore sinistro 6 giorni fa. Dopo un paio di giorni è iniziata a comparire una specie di patina bianca, dentro la ferita nella zona del punto dato dal dentista e in piccola parte sulla guancia vicina. Mi è stato detto di fare sciacqui con colluttorio e toccature che eseguo dopo ogni pasto. (oltre al consueto antibiotico). All’inizio la patina veniva via e pensavo fossero residui di cibo ma ora aumenta di spessore ed è giallina e mi è impossibile pulirla con normale cottonfioc. Non ho quasi più nessun dolore e quindi non capisco di cosa si tratti. Soprattutto vorrei escludere infezioni e capire se è una normale guarigione della ferita.

    Grazie mille in anticipo per le vostre informazioni.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      24 maggio 2016 alle 09:41
      Permalink

      Salve

      Mi spiace, ma senza vedere, almeno clinicamente, difficile fare delle ipotesi.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 22 maggio 2016 alle 14:36
    Permalink

    Buongiorno. Ho 54 anni. 3 settimane fa mi è stato tolto un dente del giudizio inferiore xche aveva danneggiato parzialmente il 7° adiacente. Intervento durato 4.30 ore, rimasti in sede gli apici xche solidali e adiacenti al nervo. 1 settimana fa alveolite curata con 3 g amoxicillina al g x 5 gg e 3 lavaggi al g col fisiol + 1 cc clorexidina/ o 1 cc acqua oss. Visto da altro spec maxillo-facciale, mi ha detto che i residui apicali possono essere i responsabili dell’infezione. Lei cosa ne pensa..dovrò farmi rioperare in anestesia generale? Come mi è stato pro spettato in cado di ritorno dell infezione?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      24 maggio 2016 alle 09:40
      Permalink

      Salve

      Una situazione complessa. Un’alveolite non è detto che sia dovuta ad una infezione. Supponiamo che questi apici siano veicolo di infezione, si andrebbero rimossi, se invece non lo sono potrebbero anche essere lasciati in sede per evitare un danno all’alveolare inferiore.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 22 maggio 2016 alle 12:07
    Permalink

    Salve,
    lunedì 16/05 in un centro specializzato di gnatologia e chirurgia maxillo-facciale ho subito l’estrazione di tutti e 4 i denti del giudizio. Va tutto bene, il gonfiore é passato, il dolore sopportabile se solo non fosse x una cosa che mi preoccupa molto: non riesco a masticare in quanto i denti dell’arcata superiore e quelli inferiori non si uniscono. Ho l’impressione che coi punti di sutura ci sia qualcosa che non va, come se avessero unito la pelle della guancia alla gengiva, infatti se allargo la guancia con le dita riesco a unire i denti sopra e quelli sotto e a chiudere la bocca. In poche parole é come se la pelle della guancia si frapponese come cuscinetto tra i denti impedendomi di masticare. Cosa può essere? Sono ormai 6 gg che non riesco a nutrirmi correttamente.
    Grazie per l’attenzione

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      24 maggio 2016 alle 09:38
      Permalink

      Salve

      Scusi, ma lei non riesce a percepire se ha della mucosa della guancia fra i denti quando li chiude? Se è cosi, rimossi i punti dovrebbe tornare tutto normale.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 24 maggio 2016 alle 09:53
        Permalink

        La ringrazio per la Sua risposta, comunque dopo aver fatto qualche esercizio di “apri-chiudi” si é sistemata la cosa e ora riesco a masticare…La pelle mi sembra essersi messa a posto. Buona giornata

        Rispondi
  • 20 maggio 2016 alle 01:31
    Permalink

    Salve, 2 settimane fa ho avuto molto dolore al dente 37 arcata inferiore, andando dal dentista mi dice che si deve estrarre poiché mezzo dente non c’è più e il dente di giudizio si è messo sopra il dente 37… mi ha dato una cura di antibiotici fluimucil intramuscolari e ne ho fatte ben 16… al momento dell’estrazione il dentista mi ha fatto ben 7 anestesie ma io ho sento troppo dolore nonostante la bocca si addormenta. ..Mi sa spiegare il perché del dolore? Infatti non riesco a portare l’estrazione al termine perché proprio non c’è la faccio con il dolore.. la ringrazio anticipatamente

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      24 maggio 2016 alle 20:44
      Permalink

      Buongiorno

      La regione inferiore da sesto ad ottavo è caratterizzata nel 30% dei pazienti da una multi innervazione, a differenza di quello che si pensava un poco di tempo fa il nervo alveolare inferiore non si presenta come un unico tronco ma con più rami a decorso anatomico diverso. Quindi un’anestesia locoregionale può non sortire l’effetto voluto perchè magari si “addormenta” un tronco ma altri sono liberi di portare lo stimolo dolorifico. Si può spesso sopperire con un’anestesia tronculare portando cioè l’anestetico prima della divisione nervosa, oppure se anche questa non funziona con un’anestesia intraligamentosa, cioè lungo l’asse del dente che di solito ottiene il risultato voluto.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 19 maggio 2016 alle 22:56
    Permalink

    Buongiorno dottore,
    dieci giorni fa mi è stato estratto il dente del giudizio inferiore destro incluso, la ferita è stata suturata con 3 punti che mi sono stati rimossi 7 giorni dopo l’estrazione. Nell’occasione il medico mi ha riferito che il decorso è stato buono e che avrei potuto riprendere da subito a fare attività fisica. Due giorni dopo sono andato a correre ma dopo appena un paio di minuti ho avvertito un leggero dolore, che si manifesta (in misura minore) anche quando piego la testa e faccio le scale. È una situazione che può persistere a lungo e per la quale mi dovrei preoccupare? Ritiene sufficiente assumere un antidolorifico quando il dolore è un po’ più intenso? Grazie per la risposta, buona giornata

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      24 maggio 2016 alle 20:46
      Permalink

      Salve

      Di solito sono più prudente e sconsiglio attività fisica dopo un’estrazione, il movimento e i contraccolpi possono rompere il coagulo. Nel suo caso è probabile che l’aumento della pressione sanguigna possa mettere in pressione la zona che ancora è in fase di riparazione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 19 maggio 2016 alle 17:24
    Permalink

    Buonasera, questa mattina alle 9 mi è stato estratto il dente del giudizio inferiore a sinistra. Dopo avermi fatto l’anestesia il dentista ha iniziato l’intervento, il dente era semincluso. Ad un certo punto, prima di estrarlo con la pinza, mentre stava utilizzando lo strumento che rotea mi ha toccata in un punto e mi ha fatto molto male. Mi ha chiesto dove sentivo dolore e io ho risposto alla lingua. Finito l’intervento l’assistente del medico mi ha detto che il dentista non stava toccando la lingua in quel momento. Fatto sta che ora sto assumendo antibiotico e antidolorifico, nella zona dove c’è il dente sento male ma è un dolore sopportabile (ho tolto l’altro dente l’anno scorso quindi mi ricordo il dolore provato), il problema è la lingua, non ho sensibilità nel lato sinistro e mi fa male. Ho letto delle parestesie che possono seguire operazioni di questo tipo. Cosa mi consiglia di fare? Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      24 maggio 2016 alle 20:48
      Permalink

      Salve

      Si consulti subito con il suo dentista, un danno al nervo linguale è possibile in certi tipi di chirurgia, ma se non è reciso ma solo compresso o stirato con una terapia opportuna può facilitare la riparazione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 18 maggio 2016 alle 13:32
    Permalink

    Salve,volevo avre un informazione la settimana scorsa precisamente di giovedi 12 ho effettuato l estrazione del dente 14 arcata superiore. L operazione e durata a lungo perche cmq il dente era bbastanza solido,visto che comunque era in ottime condizioni,solo che a distanza di 6 giorni accuso ancora un po di dolore e se on m vorrei sbagliare credo di accusare un lieve dolore anche alla gengiva dove sarebbe posizionato il 46(ma che io non ho piu perche mi e stato stratto circa 4 anni fa). La mia domanda e’ e’possibile che il dolore di un estrazione fresca,quindi avvenuta da poco,si riscuota anche alla gengiva dell arcata inferiore?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      19 maggio 2016 alle 15:58
      Permalink

      Buongiorno

      Il nervo che conduce la sensibilità dolorifica è lo stesso, probabilmente un errore interpretativo del cervello, oppure c’è qualche problema anche inferiormente.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 14 maggio 2016 alle 11:47
    Permalink

    Salve ieri mi sono tolta un molare cariato, dopo aver dormito, mi sono ritrovata la bocca piena di sangue e la parte dove mi hanno tirato il molare con una specie di gelatina di sangue, che se stacco mi fa male. Potete dirmi cos’é e come potrei procedere?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      19 maggio 2016 alle 15:55
      Permalink

      Buongiorno

      Sembrerebbe che il suo coagulo non si sia stabilizzato, può succedere specie se si assumono fluidificanti sanguigni, si faccia controllare e se non ha sssunto fluidificanti (aspirina, cumadin, eparina) potrebbe essere il caso che controlli la sua catena coagulativa.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 11 maggio 2016 alle 18:35
    Permalink

    Salve, martedì scorso ho estratto gli ottavi destri e ieri ho tolto i punti di sutura. È normale che all’improvviso esca del sangue dal lato superiore?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      19 maggio 2016 alle 15:53
      Permalink

      Buongiorno

      Dopo la rimozione dei punti, di solito in settima giornata, non è che la ferita è guarita, anzi, si deve avere molta prudenza nel mangiare e lavarsi i denti. Probabilmente un trauma ha danneggiato il coagulo. se non sussite dolore o gonfiore o eccessivo sanguinamento probabilmente si risolve da se, in caso contrario meglio farsi controllare.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 7 maggio 2016 alle 11:14
    Permalink

    Salve il 29 aprile ho avuto un estrazione dell’ottavo inferiore a dx con 3 tipi di anestesia plessicale troncare e sedazione vigile presso l ospedale di Pisa il dente era difficoltoso in quanto inclusa e il canale alveolare era intrecciato alla radice quindi è stato tolto per mezzo del bisturi piezoelettrico e x togliere la radice profonda è stato tolto un po di osso ma il mio problema é che a distanza di 8 giorni mi sento lemilabbro informicolito e non ci sento sensibilità mi chiedevo se é una cosa momentanea x quanto tempo lo sentirò così o se è una cosa permanente? La ringrazio in anticipo

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      7 maggio 2016 alle 19:40
      Permalink

      Salve

      Se il nervo non è stato reciso ma solo compresso, anche dalla stessa infiammazione, può esserci un periodo di imposensibilità, può aiutarsi assumendo vitamina B12 ma le consiglio comunque una visita presso il suo chirurgo.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 4 maggio 2016 alle 22:31
    Permalink

    Salve buonasera …
    Sono due giorni che ho male di dente , ed oggi sono stata d dentista …
    Mi ha visitata , e mi ha chiesto se volevo fare l’estrazione … Il dente è bucato , e c’è una radice ..
    Mi sono rifiutata ovviamente , visto che mi fa davvero male.. Ma si può togliere un dente , nonostante fa male ?
    Non mi ha neanche prescritto antibiotici , ma solo antidolorifici .
    Mercoledì ho di nuovo appuntamento.
    Grazie buonasera .

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      6 maggio 2016 alle 14:48
      Permalink

      Salve

      Perchè voleva toglierlo senza anestesia? Un dente che fa male ed è da togliere si toglie, in anestesia il dolore sparisce. Gli antibiotici si prescrivono per una infezione non per un dolore in senso generico magari generato da una pulpite non purulenta. Mi domando se lei è un medico visto la sua certa sicurezza nel non ascoltare i consigli del suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 27 aprile 2016 alle 13:21
    Permalink

    buongiorno,
    a metà dicembre 2015 ho estratto i 4 denti del giudizio con anestesia totale.
    oggi a distanza di 4 mesi ogni tanto ho fastidio nella parte mascellare, o quando fumo sento fastidio nella parte dove non c’è piu il dente.
    è normale? quanto tempo ci vuole x risistemarsi tutto?
    grazie mille

    Rispondi
  • 25 aprile 2016 alle 22:29
    Permalink

    Cica un mese fa ho estratto un molare inferiore che era stato devitalizzato piu di 15 anni fa e ricostruito con corona. Il dopo esteazione mi ha comportato una serie di problemi come alveolite prima e infezione dopo per un pezzetto di radice rimasta. Dopo vari antibioticci e sofferenza sembra che stia guarendo ma il dente vicino il pre molare è diventato sensibile e sento male se bevo o a contatto con l aria. Il problema sembra che è scoperto a causa della gengiva retratta. Cosa posso fare? Ma ritornera’ come prima. Il dentista mi ha detto che si è formata un ulcera. Per favore mi puo’ aiutare? Mi sono pentita di aver tolto il dente che mocaveva dato meno problemi di adesso.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      27 aprile 2016 alle 12:55
      Permalink

      Salve

      Difficile dirlo senza vedere la situazione, se la mucosa manca di osso sottostante può essere che non si riassesti a livello, ma la sensazione provata al freddo può essere attenuata con vari sistemi, da una “verniciatura” locale a tecniche di deposizione di fluoro.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 24 aprile 2016 alle 12:41
    Permalink

    Buongiorno Dottore, ho fatto devitalizzazione ad un molare inferiore sinistro (3.7 se non sbaglio), a distanza di 2 gg mi si è addormentato metà del labbro inferiore ed ho dolore alla parte interessata. Il dolore potrebbe anche essere dovuto ad un dente da curare nelle vicinanze, ma la cosa che mi mette ansia è il labbro addormentato, mai capitato prima.
    Purtroppo essendo domenica non ho modo di contattare nessuno. È il caso di andare all’ospedale o magari è una sciocchezza?
    Grazie per il tempo dedicato.
    Manuel

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      27 aprile 2016 alle 12:52
      Permalink

      Salve

      Contatti subito il suo dentista e si faccia fare una radiografia per capire se qualcosa sta disturbando il NAI, il nervo alveolare inferiore.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 23 aprile 2016 alle 08:00
    Permalink

    Salve, io 2 anno fa tolsi entrambi i denti del giudizio ne dell’arcata inferiore. Circa 2 settimane fa, finalmente, ho tolto l’apparecchio fisso e oramai mi ritrovo da circa 3 giorni ad avere le gengive a livelli dei molari inferiori molto doloranti e spesso sanguinanti, ma dal colorito normale e ogni tanto gonfie e quando mangio mastico con un po di fatica…però nel mentre nell’arcata superiore stanno spingendo i denti del giudizio, difatti si vedono le punte dei denti. Il dolore alla gengiva inferiore può essere correlata all’uscita dei denti del giudizio dell’arcata superiore o è una problematica a sé? (Il dolore alle gengive ce l’ho sia a DX che a SX) grazie in anticipo!

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      27 aprile 2016 alle 12:39
      Permalink

      Salve

      Non c’è correlazione, più probabilmente le mucose e i denti hanno bisogno di una pulizia. Inoltre se ha rimosso l’apparecchio da poco l’osso magari non è ancora maturo e la sensazione è che siano deboli.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 21 aprile 2016 alle 22:31
    Permalink

    Volevo sapere se sapete dirmi se alla maxillo facciale a tempo zero del cardinal massaia asti tolgono i denti del giudizio inclusi?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      22 aprile 2016 alle 10:12
      Permalink

      Salve

      Non è che conosco tutte le strutture odontoiatriche o maxillo presenti in Italia e in Europa!

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 21 aprile 2016 alle 20:24
    Permalink

    Salve una settimana mi hanno estratto un premolarr superiore destro. Premetto che stava in brutte condizioni il dentista ha dovuto giocarci un pò. Sento fastidio nrlla zona dell’ intervento, un leggero prurito sotto al palato e un pò di fastidio anche ai denti limitrofi premetto che non mi è stata data nessuna cura sto prendendo un antidolorifico, uno al giorno, e sono un paio di giorni che fuoriesce un pò di sangue. In attesa le auguro buona serata

    Rispondi
  • 17 aprile 2016 alle 18:14
    Permalink

    Buon giorno dottore
    io mi chiamo Cinzia e ho 25 anni
    Le scrivo perché 3 giorni fa ho avuto un’operazione di inserimento di tre impianti dentali due nell’arcata inferiore in fondo uno a destra e uno a sinistra e il terzo nell’arcata superiore a fianco dell’incisivo centrale di sinistra non sono stati estratti denti prima ma sono stati creati gli spazi con l’apparecchio fisso che porto da un anno, io prendo l’antibiotico regolarmente ogni 12 ore e l’antidolorifico però appena l’effetto dell’antidolorifico smette mi torna un bel male….. È normale o mi devo preoccupare? Però c’è anche da dire che ho visto che ogni volta il dolore riprende con circa 2 ore in più dalla volta precedente quindi sembrerebbe che stesse diminuendo ma molto con calma ….lei cosa ne pensa?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      17 aprile 2016 alle 18:52
      Permalink

      Salve

      Se l’edema della zona non è eccessivo non mi preoccuperei, bene o male si tratta di una ferita. L’antinfiammatorio è comodo indipendentemente dal dolore per migliorare l’infiammazione della zona.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 18 aprile 2016 alle 01:10
        Permalink

        La ringrazio per la risposta dottore, non mi sembra che sia eccesivo l’edema ho le gengive un po gonfie e un po bisncsstre…in ogni caso telefonero al mio dentista domani e chiedero consiglio anche a lui…

        Rispondi
  • 7 aprile 2016 alle 12:01
    Permalink

    Salve dottore,
    Mia Madre paziente affetta da sclerosi multipla avverte scosse al molare sinistro che continuano fino alla guancia a marzo ha effettuato una tac arcata dentale superiore E inferiore E il referto risulta esprimersi così l’esame è stato eseguito con acquisizione volumetrica e rielaborazione dei dati grezzi con algoritmo dedicato DENtascan, ricostruzioni longitudinali lungo l’asse alveolare e ricostruzioni multiplanari oblique e ha messo in evidenza
    Classe Densitometrica di due secondo Misch ridotto lo spessore corticale reazione periapicale del primo premolare superiore destro reazione periradicolare Del canino superiore sinistro la distanza tra cresta al canale mandibolare cresta alveolare e pavimento del seno mascellare la spezza di osso Biodisponibile È lo spessore vestibolo-linguale nelle eventuali sedi di impianto sono direttamente misurabili sulle ricostruzioni fornite in reale 1:1 facendo riferimento alla scala numerata materiale flogistico nel seno mascellare sinistro.
    Attendo una sua risposta in merito
    Cordialità

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 aprile 2016 alle 14:38
      Permalink

      Salve

      Un referto senza nemmeno una virgola. La tomografia non accenna niente al molare in oggetto, ma riferisce due lesioni del 14 e del 23 che andranno curati.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 7 aprile 2016 alle 00:55
    Permalink

    Buona sera dottore,
    Nelle due settimane passate ed a distanza di una settimana l’uno dall’altro, mi sono stati rimossi prima il dente del giudizio destro superiore e poi quello sinistro superiore. Nessun tipo di problema fino a due giorni fa, quando, dopo un influenza, mi hanno iniziato a fare male le gengive sia sopra che sotto, a gonfiarsi (anche vicino ai denti del giudizio inferiori.. Che ho ancora).. rendendomi così difficile anche masticare. Questa sera addirittura la gengiva attorno ai denti davanti superiori si è gonfiata quando mi sono stesa… A cosa è dovuto?? Oltre che fare sciaqui con colluttorio e utilizzare uno spazzolino monociuffo come ha detto il mio dentista, che posso fare?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 aprile 2016 alle 14:35
      Permalink

      Salve

      E’ probabile una sovra-infezione, si faccia rivedere dal suo dentista.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 2 aprile 2016 alle 11:19
    Permalink

    Salve dottore mi chiamo B…… martedì ho tolto un canino la ferita è ancora aperta ma evidente a fianco mi fa tanto male è normale la ringrazio

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      12 aprile 2016 alle 14:30
      Permalink

      Salve

      Una ferita ci mette molto di più di qualche giorno a guarire, il dolore dovrebbe scomparire in qualche giorno, specie se aiutato con una terapia farmacologica.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 2 aprile 2016 alle 04:59
    Permalink

    Salve. Sono ormai 4 anni che ho mal di dente cronico. All’inizio pensavo fosse il dente 26 anche se i dentisti non vedevano il problema. Dopo alcune cure ho deciso di devitalizzarlo ma continuavo a sentire dolore. Dopo alcuni mesi me l’hanno riaperto ( una delle radici ha la forma di un uncino). Sentivo ancora dolore e quando toccava il dente del giudizio diventava più forte. Alla fine ho deciso di estrarre il dente del giudizio nonostante fosse sano. Adesso ho ancora lo stesso dolore e lo sente verso il fondo. Il dolore in questi anni appariva ogni 2 settimane per 2 giorni e dovevo assumere l’oki 3-4 volte. Ho anche un forte mal di testa dalla parte del dente ( sinistro superiore). Non so più cosa fare. Grazie

    Rispondi
  • 31 marzo 2016 alle 12:14
    Permalink

    ieri il mio dentista mi ha estratto in molare… quando mi ha fatto l anestesia ho sentito un dolore molto forte…. quando ha iniziato a tirare srntivo tutto ma nn dolore e lui con molta forza tirava… è stato bruttissimo…. dopo aver tirato il tutto…. mi sono alzata dolore alla testa dalla parte del dente tirato….dal ritorno a casa a oggi folori molto forti della testa fino alla gola della parte del molare tirato e gonfiore ….l ho chiamato mi ha fatto andare e mi ha detto che sicuramente mi ha toccato cn l ago dell anestesia il terminale di un nervo… du continuare l antibiotico e antiinfiammatori x il dolore …. è la cura giusta… che mi può succedere…. ho dolori forti soprattutto alla testa… e nn sono un tipo che si lamenta

    Rispondi
  • 28 marzo 2016 alle 20:32
    Permalink

    Ho fatto anestesia per otturazione e la palpebra dell’occhio per tre ore non si muoveva.
    Passato effetto anestetico è iniziato uno strano dolore che mi blocca un po’la totale apertura mandibola, un dolore che sento solo all’apertura bocca
    Cosa può essere?
    Il mio dentista cin dal inizio ha fatto spallucce

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 marzo 2016 alle 07:00
      Permalink

      Salve

      Potrebbe essere più precisa, solo la palpebra inferiore non si muoveva o entrambe sopra e sotto non chiudevano l’occhio? Ancora, questo era accompagnato da una paresi momentanea dello stesso lato della bocca?

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 28 marzo 2016 alle 09:52
    Permalink

    Buongiorno ,ho avuto un intervento per
    Sollevare la gengiva per poter mettere un ponte,il dentista mi ha detto di tornare per
    Togliere i punti dopo 2 settimane ,ma chiunque altro ha fatto interventi del genere mi ha detto che sono troppi giorni ! Al momento ho un leggero fastidio ad intermittenza (ho i punti e il ponte provvisorio appoggiato con una medicazione gommosa ) secondo lei e’tutto normale?grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 marzo 2016 alle 06:56
      Permalink

      Salve

      Dipende dal tipo di intervento e dal tipo di punti (materiale) usato. La seta si toglie dopo 7 giorni. Altri tipi di punti si disfanno da soli nel tempo.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 26 marzo 2016 alle 18:51
    Permalink

    Buonasera mercoledì mi hanno estratto un dente…sulla prescrizione c’è scritto che devo prenderlo per 4 giorni secondo voi devo allungare la cura?

    Rispondi
  • 26 marzo 2016 alle 15:45
    Permalink

    Buongiorno dottore, l’11 marzo ho avuto un’estensione al dente del giudizio inferiore destro, ad oggi mi fa ancora male tutta la parte destra e mi arriva il dolore sino all’orecchio! Prendo aulin una/due volte al giorno perché cessa il dolore! Il medico ha detto che è una cosa normale dopo questo intervento difficile ma il male a me non cessa neanche un po! Cosa posso fare?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 marzo 2016 alle 06:52
      Permalink

      Salve

      Se l’intervento è stato molto cruento è normale avere molto risentimento, si deve controllare il disagio con una terapia farmacologica adeguata.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 26 marzo 2016 alle 12:37
    Permalink

    Buongiorno mercoledì mi sono estratto un secondo molare sinistro ora è sabato 3 giorno ho un po di dolore e mal di testa,tirano anche i punti, è normale?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 marzo 2016 alle 06:43
      Permalink

      Salve

      L’avulsione di un dente è un intervento chirurgico a tutti gli effetti e come tale soggetto a dei fastidi post intervento. Le terapie farmacologiche aiutano a sopportare i giorni successivi.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 19 marzo 2016 alle 15:56
    Permalink

    Ciao dottore il 17 marzo mi sono stati tolti due denti del giudizio inferiori inclusi entrambi.oggi 19 marzo terzo giorno ho forte dolore,ma sin dall’inizio il lato sinistro ha subito preso anestesia..è tuttora il lato sinistro è quello più dolente,specie se apro la bocca a sinistra sento come un blocco e dolore e come sensazione di ingrossato verso il collo. Sono realmente gonfia a sinistra più che a destra,se stringo i denti ho sensazione come di due palle che si muovono. Cosa è secondo voi? Con brufen passa il dolore pulsante osseo da ferma ma la bocca fa male lo stesso a sinistra quando apro ed a sinistra anche al minimo tocco della guancia. Devo preoccuparmi?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      19 marzo 2016 alle 17:58
      Permalink

      Salve

      Più che preoccuparsi farsi vedere dal suo dentista per valutare la situazione e agire di conseguenza.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 19 marzo 2016 alle 19:11
        Permalink

        Perché secondo lei cosa potrebbe essere?

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          21 marzo 2016 alle 18:15
          Permalink

          Salve

          Non lo so, senza una visita è impossibile stabilire cosa possa essere, per questo le consiglio di farsi vedere.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 18 marzo 2016 alle 19:01
    Permalink

    Buonasera dottore,giovedì scorso ho iniziato ad avere dolore al dente giudizio inferiore sinistra,sabato ho iniziato l’antibiotico,martedì ho fatto l’estrazione ho fatto in tutto 5 giorni di antibiotico più antidolorifici,ancora continuo ad avere dolore forte e non riesco ad aprire la bocca

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      19 marzo 2016 alle 17:56
      Permalink

      Salve

      Contatti il suo dentista per una terapia adeguata, evidentemente è in contrattura muscolare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 19 marzo 2016 alle 20:00
        Permalink

        Grazie dottore,ma lei Ke terapia mi consiglierebbe?xke il mio dentista mi ha consigliato brufen 600 ma sto sempre uguale.

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          21 marzo 2016 alle 18:16
          Permalink

          Salve

          Il Brufen va bene, magari associato ad un miorilassante, ma deve giudicare il suo medico.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 16 marzo 2016 alle 21:22
    Permalink

    Salve dottore,
    Lunedì ho fatto in estrazione di una radice ma il dentista non mi ha prescritto antibiotico, mi ha solo detto che potrebbe farmi male o dare fastidio e di prendere un antinfiammatorio e di fare gli sciacqui con un colluttorio apposta dopo la pulizia orale.
    Anche se prendo l oki il dolore ritorna subito dopo due ore, e mi fa male anche il collo.
    Presa dal male sono andata dalla guardia medica a farmi prescrivere l aulin , poiché con oki non passa , volevo sapere se è normale che faccia così male e mi prenda anche il collo?
    Un’ultima cosa , può essere che il dentista dopo l estrazione non mi abbia messo i punti di chiusura?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      17 marzo 2016 alle 11:45
      Permalink

      Salve

      Il dolore post estrattivo è possibile, specie in interventi più cruenti; che il dolore si estenda al collo andrebbe capito il motivo, può essere una contrattura muscolare o altro. Si faccia ricontrollare. Si può essere che non abbia messo i punti, non sempre è possibile e si lascia guarire la ferita per seconda intenzione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 16 marzo 2016 alle 19:16
    Permalink

    Buonasera dottore, lunedì mattina mi è stato estratto il dente del giudizio inferiore destro (semincluso) e mi sono stati applicati tre punti di sutura. Ad oggi i punti continuano a sanguinare sgradevolmente e ho sempre la bocca piena di sangue, è normale? non è un sanguinamento abbondante ma costante. La ferita sembra che stia guarendo bene. Fino a quando è normale questo sanguinamento? La ringrazio molto

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      16 marzo 2016 alle 20:56
      Permalink

      Salve

      Dovrebbe essere già terminato. Se si tratta di sangue rosso vivo significa che un vaso non si è chiuso. Faccia una noce di garza e la tenga stretta sulla ferita per 40 minuti, non assuma aspirina per nessuna ragione. Domani telefoni al medico e si faccia controllare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 17 marzo 2016 alle 13:07
        Permalink

        La ringrazio dottore per la sua risposta. Il dentista, al telefono (non è in studio oggi) mi ha prescritto Tranex fiale 500, una per bocca e una per imbibere un tampone da tenere in bocca per circa un’ora. Completate queste operazioni, il sanguinamento sambra diminuito ma non è cessato. Non so bene come comportarmi. Potrei fare un altro tampone?
        ps: non ho fattori di rischio per l’uso di questo farmaco.

        Rispondi
  • 16 marzo 2016 alle 00:13
    Permalink

    Buonasera, mesi fa mi si è presentato sotto il molare sinistro (devitalizzato anni fa) un ascesso che non mi ha causato dolore ma semplicemente si è aperto con fuoriuscita di pus e asciugato…a distanza di poco tempo ha rifatto la stessa cosa, sono andata a far un controllo dal dentista che non ha riscontrato nulla di strano. Lo stesso caso si è riproposto più volte hanno fatto lastre e provato a scanalare le radici, non è servito inoltre si è creata una fistola che rimane sempre aperta dove fuoriesce sempre del pus e oltre al fastodio se si infiamma, e gli antibiotici, inizia ad essere abbastanza snervante.
    Iero fatto un altra lastra, anche se dalla lastra non si vede pensano ci sia un Micro frattura del dente che crea infezione, e sabato mattina ho appuntamento per estrarre il dente e far lo stesso giorno post estrazione un impianto che va a forare l’osso. Con un infezione in atto è normale estrarre il dente e far subito dopo l’impianto? So che può sembrare banale la domanda..ma purtroppo non è il mio settore quindi sono ignorante in materia
    grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      16 marzo 2016 alle 18:07
      Permalink

      Salve

      Personalmente un post estrattivo in un ambiente infetto non lo ritengo entusiasmante, meglio un ritardato.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 15 marzo 2016 alle 17:45
    Permalink

    Salve,
    Una settimana fa ho fatto un’estrazione al molare, vorrei sapere come mai mi continua a far male ogni volta che prendo qualcosa di zuccherato? É come se avessi un dente con un buco, e quando mi entra qualcosa o semplicemente ci va aria diventa sensibile.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      16 marzo 2016 alle 18:02
      Permalink

      Salve

      Se il dolore risponde allo zucchero non si tratta di sicuro del dente estratto ma di un’altro e probabilmente è presente una decalcificazione superficiale.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 15 marzo 2016 alle 11:43
    Permalink

    Buongiorno, martedì scorso ho tolto il dente del giudizio inferiore parte sinistra. L’operazione è stata svolta in ospedale perchè avevo il nervo attaccato alla radice. Il dentista mi ha subito avvisato che questo dente sarebbe stato molto doloroso nei giorni futuri. Quindi ho avuto gonfiore, molto dolore anche dov’è stata fatta la puntura di anestesia. 3 giorni dopo sono tornata in ospedale perchè dove c’era la ferita era molto gonfio e di fatti mi hanno dato l’antibiotico Claritromicina Sandoz 250 gr. Le scrivo per capire se è normale avere dolore anche agli altri denti sia inferiori che superiore nella parte sinistra e se comunque nonostante sia passata una settimana la ferita e punti continuano a far male.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      16 marzo 2016 alle 18:05
      Permalink

      Salve

      Probabilmente il nervo è in sofferenza ed è lo stesso nervo che porta le informazioni al cervello da tutti gli altri denti, probabilmente in questo momento la stimolazione è tale da far sembrare tutto dolente. Potrebbe essere il caso di assumere vitamina B12 per accelerare la guarigione del nervo.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 10 aprile 2016 alle 09:20
        Permalink

        Dottor Cioni scusi e quanto tempo piu o meno ci vuole per far guarire il nervo? Grazie

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          12 aprile 2016 alle 14:42
          Permalink

          Salve

          Estremamente variabile, oltre che dal danno subito anche per le sue personali capacità di recupero. Anche qualche mese.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 11 marzo 2016 alle 20:38
    Permalink

    Buonasera, una settimana fa ho tolto il dente del giudizio superiore (semi incluso). Ad oggi quando eseguo l’igebe prescritta dal dentista noto un leggero sanguina mentolo. È normale?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      13 marzo 2016 alle 13:57
      Permalink

      Salve

      Ad una settimana la ferita non è certo guarita e se con lo spazzolino la colpisce è normale che possa sanguinare. Le consiglio di essere più delicata e prudente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 9 marzo 2016 alle 20:54
    Permalink

    Buona serata, le volevo dire che io lunedì ho avuto un’esplorazione di un papilloma nell’arcata tonsillare destra. Oggi è mercoledì e non solo non ho avuto miglioramenti nel dolore ma ho notato le sulla cicatrice è cresciuta una patina bianca. Non so se sia normale o se sia dovuto a una poca pulizia, ma il dottore non avendomi lasciato delle indicazioni su come pulirmi non ho voluto fare di mia iniziativa.
    Vorrei sapere se posso stare tranquilla, se devo prendere o se fare dei sciacqui.
    Mi faccia sapere poiché sono abbastanza preoccupata!

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 marzo 2016 alle 10:07
      Permalink

      Salve

      Esplorazione? Significa che è stato osservato da un medico? Cicatrice? Allora intende esportazione? Un atto chirurgico. Se il suo dottore non gli ha lasciato indicazioni lo chiami e se le faccia dare, da quando in qua dopo un atto chirurgico non si fornisce indicazioni post intervento ed eventuale terapia di sostegno?!

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 4 marzo 2016 alle 09:16
    Permalink

    Buongiorno, volevo delle informazioni: due settimane fa, ho fatto un’estrazione del dente del giudizio con intervento. Passato l’effetto dell’anestesia, ho accusato subito un dolore atroce e si è presentato un gonfiore evidente, così mi sono recata dal mio dentista e mi ha detto che sotto anestesia, mi ero morsa la parte addormentata provocandomi tutto questo, mi ha prescritto la continuazione dell’antibiotico, poi cortisone e anti infiammatorio. Sono stata gonfia con livido per più di una settimana, mercoledì 2 ho tolto i punti, e due punti si erano strappati e si stavano cicatrizzando con la gengiva, adesso ho un piccolo buchino. Oggi venerdì, cioè dopo due giorni dalla rimozione dei punti, mi è ritornato il gonfiore, come mai tutto questo?
    La ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      6 marzo 2016 alle 18:30
      Permalink

      Salve

      Non sono in grado di risponderle, come posso sapere perchè sta gonfiando? Se la parte è stata traumatizzata è ovvio che si forma edema, ma potrebbe gonfiare anche per un’infezione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 4 marzo 2016 alle 07:30
    Permalink

    Gentile dottore,Una settimana dopo 7 estrazioni denti arcata superiore ,ho levato i punti di sutura.a detta dei dottori ,una guarigione esemplare.ma a distanza di 3 Giorni dall aver tolti i punti ,alcune ferite continuano a perdere anche se piccole quantità,del sangue.specie quando metto la protesi mobile immediata.i dottori continuano a dire che tutto nella norma ,ma io ansiosa sono preoccupata.ho ragione di esserlo?cordialmente

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 marzo 2016 alle 01:47
      Permalink

      Salve

      Stia tranquilla, la guarigione prosegue anche oltre aver tolto i punti e qualche goccia di sangue è nella norma.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 3 marzo 2016 alle 17:05
    Permalink

    Buona sera Dottore.
    Mio padre ha la guancia gonfia e ha.la dentiera. Cosa fare?
    Grazie

    Rispondi
  • 3 marzo 2016 alle 15:10
    Permalink

    Salve, tre giorni fa’ mi è stata fatta un estrazione del molare destro quello vicino al dente del giudizio.. sto assumendo amoxicillina da 500mg per tre volte al giorno e antidolorifico, ogni giorno sono sempre piu gonfia ma questo puo essere l effetto dell antibiotico? Poi passate le quattro ore mi torna il dolore fortissimo, e ho una sorta di pelliccine bianche nel buco è normale?e’ la prima volta che vedo questo dentista ed è giovanissima.. la mia paura è che non vada in infezione? Come accorgermi se va in infezione? La ringrazio tantissimo

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      6 marzo 2016 alle 18:35
      Permalink

      Salve

      Se è sotto antibiotico è davvero difficile che possa sviluppare un’infezione a meno che non incappi in un microrganismo particolarmente resistente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 28 febbraio 2016 alle 18:36
    Permalink

    buona sera dottore ho esratto un dente del giudizio e il mio dentista mi ha detto che probabilmente avrò un’alveolite perchè nell’estrazione non ho avuto sanguinamento. Votrei sapere di che cosa si tratta e come me ne accorgo. un’altra cosa è che all’interno della guancia c’è una macchia gialla cosa può essere?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 marzo 2016 alle 12:27
      Permalink

      Salve

      Non è detto, il fatto di aver avuto un’assenza di sanguinamento non significa necessariamente avere un’alveolite. Comunque in queste circostanze di solito si curetta la superficie ossea per ottenere il sanguinamento e poi si sutura con lembi ben accostati magari con una spugna di fibrina posizionata nell’alveolo.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 27 febbraio 2016 alle 21:40
    Permalink

    Avrei bisogno di aiuto mercoledì mi hanno tolto radici di un dente già devitalizzato è infiammato da giorni infatti mi è venuto un ascesso tolte le radici inserite spugnette di fibrina 4 spugnette il penultimo dente in alto a destra e ancora oggi ho un dolore allucinante nonostante klaciid 500 X 5 gg e sciacqui con acqua ossigenata sto impazzendo la tachipirina fa effetto X un ora Max cosa devo fare? Grazie emanuela

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 marzo 2016 alle 12:30
      Permalink

      Salve

      Il paracetamolo non è forse il farmaco più indicato in caso di dolore post chirurgico, contatti subito il suo dentista e chieda una visita ed una nuova terapia farmacologica.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 23 febbraio 2016 alle 09:28
    Permalink

    la mia e’ una domanda. Mi è stata diagnosticata una paradentosi piuttosto profonda per cui il dentista ritiene di estrarre il dente comunque sano all’esterno, oppure proseguire ad una pulizia che a suo parere non può garantire l’efficacia dell’intervento, poiché risulta dalla panoramica effettuata,piuttosto particolarmente ripeto profonda.Non ho mai avvertito alcun dolore precedentemente, se non avessi fatto un movimento laterale con la bocca, non mi sarei neanche accorta di qualcosa di strano dolente per quattro giorni e poi niente.Debbo ascoltare il medico per l’estrazione?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      26 febbraio 2016 alle 14:08
      Permalink

      Salve

      Non sono in grado di rispondere, non conosco la situazione radiologica e clinica. Se sussistono le indicazioni all’avulsione è quella la strada da seguire.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
    • 28 febbraio 2016 alle 06:52
      Permalink

      HO FATTO UN DENTE ALLO SCAN E TOLTO DUE DENTI IN PIU DENTRO LA GENGIVA NELLA PARTE LATERALE DI SOTTO LA BOCCA, X METTERE L APPARECCHIO PERKE L APPARECCHIO NN RIUSCIVA A SPOSTARE I DENTI DENTRO LA GENGIVA… PERDENDO QUEI DUE DENTI HO PERSO UN PO LA RAZIONALITà E LA PERCEZIONE… DI UNA VOLTA MI SENTO UNA MERDA E VOGLIO PIANGERE … NON SO PIIU COSA DEVO FARE.. MI VIENE TROPPO PESANTE ,,ORA VOGLIO DENUNCIARE IL DENTISTA!

      Rispondi
      • Dott. Jacopo Cioni
        1 marzo 2016 alle 12:24
        Permalink

        Salve

        Non entro nel merito della terapia in atto che non conosco, ma nel leggere le sue parole si riscontra uno stato di prostrazione che lei identifica in un atto ma che probabilmente è legato ad una situazione più generale. Credo debba cercare un professionista che possa aiutarla in questo momento difficile. Tutti, chi prima chi dopo, passiamo periodi duri e se è necessario l’aiuto esterno è importante.

        Dott. Jacopo Cioni

        Rispondi
  • 20 febbraio 2016 alle 00:53
    Permalink

    Buonasera. Un mese fa mi è stato estratto un dente del giudizio incluso con radice biforcata dall’arcata inferiore. Il giorno successivo ho avuto un gonfiore al viso però dopo aver una cura di cortisone e antibiotico il viso si è sgonfiato. Dopo una settimana ho tolto i punti. Dopo un mese dal intervento il viso, al lato dove sono stata operata, si è gonfiato e ho avuto fuoriuscita di pus e un episodio di febbre alta. Il gonfiore è diminuito dopo la 5ª fiala di rincocil. Il mio dottore non ha saputo dare una spiegazione a questo episodio perché, a parer suo un infezione dopo tutto questo tempo è strana. Un’altra cosa che mi turba è che di lato alla guncia, tra la guancia e la gengiva, si è formata una massa che al tatto è dura, non so cosa sia ma si è formata da quando sono stata operata.

    Rispondi
  • 18 febbraio 2016 alle 15:20
    Permalink

    Buonasera, Dottore ho estratto un settimo ieri mattina senza complicanza perfetto dopo 4 ore un dolore tutta la faccia fino al collo , premetto che sto’ facendo siringhe di antibiotico perché il mio stomaco non regge le capsule, ma non presenta ne presentava infezione, ma come finisce l’effetto toradol l’occhio mi sbatte e mi prende pure il naso, e’ normale .Ho mi consiglia di andare dal Doc ..mi ha fatto fare sciacqui con collutorio.Grazie mille buonaserata.

    Rispondi
  • 18 febbraio 2016 alle 10:32
    Permalink

    Salve, avevo una caria asintomatica al 26 arcata superiore sinistra, dopo un fortissimo dolore in seguito alla rottura del dente ho preferito estrarlo anziche’ tentare di salvarlo,il dente accanto al 26 e’ stato devitalizzato ed incapsulato, ottimo lavoro estetico: da quasi 5 anni dalla devitalizzazione ho sempre avuto perdite leggere di sange, sensazione di pressione, fastidio in generale. Il dentista dice che andrebbe rifatta la cura canalare, che la pressione durante la masticazione infiamma l’osso. Vorrei estrarre ance questo dente e fare un impiano. La mia domanda cortesemnte e’: estraendo questo dente devitalizzato ed inserendo un impianto devo necessariamente fare un impianto al 26 gia’ mancante o potrei garantirmi una masticazione sufficiente? grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      18 febbraio 2016 alle 14:12
      Permalink

      Salve

      I denti estratti devono sempre essere rimessi o si rischia squilibri posturali.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 18 febbraio 2016 alle 20:26
        Permalink

        mio padre stava senza denti da 15 anni, mai avuto problemi, la ringrazio cmq

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          19 febbraio 2016 alle 10:32
          Permalink

          Salve

          Vede, i problemi posturali non riguardano solo i muscoli a livello faccia e collo oltre che muscoli masticatorie e mimici, ma riguardano tutto il sistema neuro-muscolare del corpo. Quindi i problemi possono essere dislocati altrove, come colonna vertebrale sia cervicale che lombare, alle gambe, mal di testa. Spesso sono problemi di dolore non direttamente collegabili alla bocca, ma acquisiti nel tempo e spesso associati all’invecchiamento. Ha presente la differenza fra l’ottantenne attivo e dinamico e quello gobbo e dolorante….. ecco se pur con una vena d’ironia è nel tempo che si osserva come una scorretta postura si ripercuote sul corpo tutto.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 14 febbraio 2016 alle 22:07
    Permalink

    Salve sabato scorso ho subito l estrazione di una radice di un dente devitalizzato che con il tempo ho completamento perso, il dentista non mi ha messo i punti per chiudere la ferita ma la mia ferita è cmq chiusa sembra esserci una pasta disse di che non mi aveva messo i punti ma aveva usato qualcosa cicatrizzante che non ricordo il nome. E possibile che possa acermi messo qualcosa tipo una pasta o ovatta cicatrizzante? Dovrò toglierla? Il controllo sarà tra una quindicina di giorni. Grazie anticipatamente

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      14 febbraio 2016 alle 23:06
      Permalink

      Salve

      In assenza di punti qualsiasi cosa introdotta nella ferita se ne sarebbe andata entro breve. Ha semplicemente rimarginato per seconda intenzione.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 8 febbraio 2016 alle 19:52
    Permalink

    Salve.
    Ho un forte dolore ad un dente del giudizio, il dentista mi ha fato antibiotico ed antinfiammatorio, sono al 5 giorno di antibiotico ed il dolore non se ne va. Come è possibile?
    E’ completamente cresciuto in posizione orizzontale.
    Il dentista dice che è vicinissimo al nervo e forse dovrei andare all’ospedale a fare un day hospital.
    Non c’è modo che se ne possa occupare un dentista? bisogna per forza andare all’ospedale? son terrorizzata.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      13 febbraio 2016 alle 15:29
      Permalink

      Salve

      Il dolore può dipendere da un’infezione, e va bene la terapia consigliata, o da una pulpite a causa di una carie o una necrosi spontanea e quindi cessa alla morte del nervo, ma in tal caso poi il dente deve essere rimosso o devitalizzato. Ora dato che a quanto capisco è in disodontiasi, in un caso o nell’altro meglio toglierlo. Se è molto vicino al nervo conviene affidarsi ad un chirurgo esperto e bene fa il suo dentista a consigliarli di seguire questa strada. Evidentemente lui non si ritiene sufficientemente competente nell’affrontarlo e si comporta da vero medico, pensando alla sua salute e delegando l’intervento.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 2 febbraio 2016 alle 09:06
    Permalink

    Buongiorno, mi chiamo Gaetana e ho 32 anni.
    Ieri pomeriggio il mio dentista ha effettuato l’estrazione della mola del giudizio inferiore,lato sinistro. E’ stato un intervento un pò invasivo perchè il dente era in posizione orizzontale,quindi ha dovuto incidere.
    Come terapia mi ha dato antibiotico e antinfiammatorio a rilascio prolungato,ma nessun risciacquo con colluttori specifici o altre soluzioni. Ha detto solo di spazzolare i denti delicatamente,senza dentifricio o altro. Leggendo su internet però tutti dicono che si dovrebbero sia pulire i denti sia fare risciacqui con colluttori specifici. Non so cosa fare, non voglio rischiare infezioni o alveoliti..lei cosa mi consiglia?
    Grazie mille per la risposta,le auguro buona giornata

    Rispondi
    • Dott.ssa Beatrice Cioni
      3 febbraio 2016 alle 10:19
      Permalink

      Salve

      Dire al paziente di non fare sciacqui è corretto in quanto l’azione violenta potrebbe rompere il coagulo o i punti di sutura, può essere tenuta a “bagno” la zona con un collutorio a base di clorexidina per ridurre la carica batterica.

      Dott.ssa Beatrice Cioni

      Rispondi
  • 24 gennaio 2016 alle 17:28
    Permalink

    Salve, la mia compagna per un molare del giudizio in necrosi ha patito un ascesso dentale dalle dimensioni enormi .A nulla sono valse le terapie domestiche a base di rocefin e bentelan. A seguito di rivovero ospedaliero d’urgenza sono state somministrate flebo di sntibiotico e cortisone per 5 gg due al di’.Al quinto giorno è scoppiato l’ascesso all’interno e dopo due gg è intervenuta avulsione.Tutto bene dimessa e sparito ogni gonfiore e dolore .Dopo due giorni inspiegabile gonfiore wdella guancia con turgore al tatto della mandibola e della gengiva tutte leggermente ingrossate.Il dott esclude recreduscenza della tasca scoppiata.Secondo lei da cosa dipende?.Può essere un colpo di freddo o un ‘edema?..Preciso che nn ha dolori né febbre con prosecuzione di terapia a base di augmentin. Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      28 gennaio 2016 alle 09:44
      Permalink

      Salve

      Due giorni sono pochi per fare una valutazione in quanto i tessuti non sono certo guariti. Se il medico gli ha assicurato che tutto procede bene probabilmente è cosi.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 20 gennaio 2016 alle 18:29
    Permalink

    mia madre, affetta da sclerosi multipla, avverte delle scosse al dente mentre compie dei movimenti, mentre parla, mentre mastica.
    ha effettuato una panoramica dentale dove risulta un’infezione al canino. da tenere presente che ha un ponte e il gancio finale poggia sul canino. questo dolore potrebbe essere causato dai denti o potrebbe essere una conseguenza della patologia di cui è affetta? (nervo del trigemino)
    cordiali saluti

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      28 gennaio 2016 alle 09:49
      Permalink

      Salve

      Se il canino presenta una patologia infettiva questa va comunque risolta. Una volta risolta questa patologia diventa più facile valutare i sintomi e i segni che rimangono, se rimangono, e capire a cosa è dovuta questa “scossa”.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 20 gennaio 2016 alle 14:51
    Permalink

    Salve,scrivo a lei perché è un po’ di tempo che non passo da un dentista (mi terrorizza) e mi tocca sempre ascoltare pareri dei conoscenti o degli sconosciuti in Internet. È da 3 anni che i denti del giudizio (tutti e quattro) cercano di uscire. Sono per metà fuori, sembrano pure belli (senza carie, dritti), mi sembra abbiano pure lo spazio per uscire, quindi non mi interesserebbe estrarli. L’unica cosa è che ogni due mesi circa per almeno una settimana soffro. Oppure anche quando mangio più dolci o mi prende un colpo d’aria. Si gonfia la gengiva, è rossa, dolorante e mi prende anche la parte laterale della lingua. In quei casi io prendo sempre antibiotico ed antidolorifico, il problema è che prendendoli così spesso mi sto rovinando lo stomaco. Tutti dicono di prendere l’antibiotico se no faccio infezione e vado incontro a problemi gravi, ma è possibile che sia sempre infezione od è solo il normale processo dell’uscita del dente ? Solo che sono dolori veramente forti che non mi fanno neppure riuscire a mangiare

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      28 gennaio 2016 alle 09:52
      Permalink

      Salve

      Se i dolori sono molto forti potrebbe non trattarsi degli ottavi ma di un dente li vicino. Comprendo la sua paura, ma una visita non è invasiva e il dentista può spiegarle il problema, poi lei deciderà o meno di intervenire.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 18 gennaio 2016 alle 10:50
    Permalink

    Salve.devo andare dal dentista per fare delle estrazioni, praticamente quasi tutti i denti e poi mettere la protesi mobile.la mia domanda è questa.quanti estrazioni si possono fare in un giorno?. Il mio dentista mi ha detto che si possono fare diverse estrazioni anche 6 o 7 . mi devo fidare..grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      18 gennaio 2016 alle 12:10
      Permalink

      Salve

      Non esiste un limite tecnico, ma un limite dato dalla complessità delle avulsioni e di conseguenza dei postumi.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 7 gennaio 2016 alle 10:17
    Permalink

    Buongiorno Dottore ho 25 anni e soffro con i denti da quando ero bambina purtroppo! Ultimamente dopo aver fatto una visita dal mio dentista sono uscite fuori due carie nei premolari destro e sinistro già otturati, qualche carietta piccola in giro per i denti e un molare cariato profondamente e quindi da togliere! Qui arriva il mio terrore, muoio dal dentista e tra l’altro il mio dentista non utilizza l’anestesia cosciente ma solo quella locale. Tutta la mia paura nasce da un dente che mi è stato devitalizzato a vivo (senza anestesia) quando ero una bambina da un dentista che non sapeva quello che faceva e che tra l’altro non aveva nemmeno devitalizzato bene! Il molare in questione è spezzato per la metà quindi l’altra metà manca, come procederà il mio dentista? L’intervento sarà lungo? Sentirò tirare via il dente? L’anestesia reggerà abbastanza? Mi scuso per le troppe domande ma il mio dentista sa della mia paura e non mi da spiegazioni cosa che invece mi tranquillizza perchè so già come potrebbe essere! La ringrazio!

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      10 gennaio 2016 alle 18:12
      Permalink

      Salve

      Una corretta anestesia locale elimina ogni dolore, non elimina la sensazione tattile, quindi lei percepisce le azioni meccaniche eseguite, ma non sente nessun male. Sia rilassata e abbia fiducia nel suo medico, un paziente collaborante è fondamentale per la buona riuscita di una terapia. Chieda al suo medico di parlarle durante l’intervento, anche di sciocchezze, storielle, se questo la rilassa, io è una pratica che seguo molto.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 11 gennaio 2016 alle 14:42
        Permalink

        La ringrazio dottore, è stato molto gentile e si è spiegato bene. Non è la prima anestesia locale che faccio, le ho già fatte e so che non si prova alcun dolore ma si percepisce tutto ciò che accade, è soltanto la prima volta che tolgo un dente e siccome io tremo al solo sentire la parola dentista mi risulta tutto molto difficile. Ci sono persone che dicono tranquilla non senti tirare, altre dicono che senti spingere, altre dicono che senti perfetyamente quando tira e si stacca dall’osso, mi hanno creato ancora più agitazione! Comunqie mi fido della sua spiegazione e cercherò di restare il più calma possibile! Grazie mille!

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          12 gennaio 2016 alle 11:07
          Permalink

          Salve

          Ne sono contento; quando sarà al dunque si concentri sulla sua respirazione e cerchi di estraniarsi il più possibile… per questo parlo al paziente per portare la sua mente altrove, lei deve fare altrettanto e non si preoccupi, non esiste chi non ha paura, ma solo la capacità migliore o peggiore di controllarla.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
          • 12 gennaio 2016 alle 14:12
            Permalink

            La ringrazio davvero di cuore! Cercherò di seguire il suo consiglio! Le auguro una buona giornata! Grazie!

  • 19 dicembre 2015 alle 05:15
    Permalink

    Salve, una settimana fa ho cominciato ad avere male al dente del giudizio e anche al collo, testa e occhio e il dentista ha detto che c’è stata un infezione al nervo… Questo dente cresce storto e (credo sia quello) che mi da sensaZione che ci sia qualcosa in gola? Ma è solo una sensazione o c’è veramente?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      20 dicembre 2015 alle 14:33
      Permalink

      Salve

      Come posso rispondere a questa domanda? Come posso sapere senza una visita o delle indagini strumentali se la sua è una sensazione dovuta all’infiammazione dell’ottavo o se ha realmente qualcosa in gola?

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 16 dicembre 2015 alle 01:19
    Permalink

    Buongiorno,
    Ho estratto un dente dopo anni per una devitalizzazione eseguita male. L’intervento e stato lungo, quasi 3 ore, e a detta del dottore anche abbastanza complicato (radici curve e presenza di granuloma.il dentista mi ha applicato i punti e in una decina di giorni il dolore e praticamente scomparso (è rimasto solo un fastidio ma direi quasi percettibile solo se stringo i denti). Trascorsi 22 giorni avrei una domanda:non ho ancora ripreso a mangiare dal lato dell’estrazione poiche essendo appunto la cavita profonda, avverto immediatamente fastidio (questo è normale?) e quando lavo i denti cerco di toccare il meno possibile la cavità del dente (che è molto profonda), ma quando ciò avviene anche delicatamente, vedo che esce del sangue, in quantità minima e per pochi secondi e ne consegue un leggero dolore per alcuni minuti (è normale anche questo?).
    inoltre non ricordo di aver sentito il dentista dire che ha tolto il granuloma e la mia domanda è se eliminando il dente è automatico che si elimini anche il granuloma o se c’è l’eventualità di qualche complicanza a lungo termine.
    Grazie in anticipo per il vostro tempo.
    Cordialmente

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      20 dicembre 2015 alle 14:42
      Permalink

      Salve

      Se la ferita era ampia e sta guarendo per seconda intenzione, cioè riempiendosi lentamente, ci sta che ancora si dolente e che magari la epitelizzazione non sia ancora completa. In fase chirurgica una volta rimosso il dente si curetta la superficie dell’osso e si eliminano il più possibile residui di tessuto patologico, se questo è stato fatto e il dente rimosso il tessuto osseo guarirà spontaneamente in qualche mese.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 2 dicembre 2015 alle 11:56
    Permalink

    Salve!
    Giovedì scorso sono stata dal dentista per togliere i due denti del giudizio (parte sinistra); quello inferiore perché non riusciva ad uscire e quello superiore perché fuori arcata. Ho preso antibiotico un’ora prima dell’intervento, dopo 6 ore e per i due giorni successivi due volte al giorno. Visto che l’osso mi faceva male ho anche preso antidolorifico. Domenica stavo meglio, ma da ieri ho nuovamente molto dolore, sento la gengiva gonfia nella parte inferiore e, dove ci si sono i punti (due) mi fa molto male. Da ieri sera faccio sciacqui con colluttorio a base di clorexidina ma il dolore non cessa. A cosa può essere dovuto!? Infezione?!
    Grazie per l’attenzione

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      5 dicembre 2015 alle 18:05
      Permalink

      Salve

      Un’infezione mentre è sotto antibiotico è improbabile, si faccia controllare che non si siano strappati i punti o che non sia in atto un’alveolite.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 30 novembre 2015 alle 13:13
    Permalink

    Salve, spero che mi possa aiutare. 4 mesi fa ho estratto il molare superiore di destra. Il dente non mi era stato devitalizzato a dovere dal precedente dentista, quello attuale ha proceduto all’estrazione, dicendomi che era stata impegnativa (non veniva via perché il dente fuori non c’era più). Comunque la guarigione è stata lunga, ma si è richiuso tutto secondo il dentista bene, ma ora a distanza di tanto tempo mi è cominciato un dolore insopportabile in quel punto tanto da coinvolgere tutta quella parte di faccia. Il dolore è fortissimo di notte quando provo a mettermi a letto, non funzionano nemmeno gli antidolorifici. Inizialmente pensavo fosse la sinusite, ma mi è venuto il dubbio che in realtà ci siano i nervi infiammati o un’infezione. Il medico di base mi ha prescritto antibiotico e antidolorifici, ma ora chiamerò il dentista per escludere un problema legato a quell’estrazione. Secondo lei è possibile che io abbia un’alveolite anche se la gengiva si è richiusa? Soffro così tanto che in questi quattro giorni non ho dormito, sono stremata e preoccupata perché ogni volta che provo a chiudere gli occhi il dolore arriva ed è insopportabile come se mi stessero staccando i denti della parte destra a mani nude.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 novembre 2015 alle 17:37
      Permalink

      Salve

      Ad una distanza di 4 mesi mi sembra strano. O un dente vicino sta andando in pulpite o effettivamente una sinusite. Si faccia controllare anche dall’otorino.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 30 novembre 2015 alle 18:26
        Permalink

        Grazie della sua risposta. Ho cominciato a prendere l’antibiotico oggi, stasera prenderò la seconda dose, ma il dolore è sempre più frequente, una cosa strana è che oggi, quando bevo l’acqua sento per un po’ di tempo un po’ di sollievo cosa che l’antidolorifico non fa e non me la riesco a spiegare questa cosa. Comunque fisserò con il dentista e l’otorino sperando però che già da stasera il dolore si attenui perché non so se potrò reggere la quinta notte insonne.

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          5 dicembre 2015 alle 17:50
          Permalink

          Salve

          Non dovrebbe prendere un antibiotico, o un farmaco in genere, senza una prescrizione medica; inoltre se prova sollievo con acqua fresca significa che è in atto una pulpite che può risolvere solo il suo dentista con una terapia canalare e su cui l’antibiotico ha un effetto praticamente nullo.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 28 novembre 2015 alle 19:43
    Permalink

    Il chirurgo mi ha tolto il dente del giudizio martedì pomeriggio. Oggi che è sabato sera ho ancora forti dolori che elimino attraverso ketoprofene ma dopo 4 ore il dolore torna e forte. L’antidolorifico mi ha provocato nausea quindi cerco a fatica di rispettare le 8 ore di distanza tra le assunzioni. (Sto proseguendo anche con antibiotico) Dopo 4 giorni quindi il dolore è ancora forte e mi prende la bocca fino ai denti davanti e prende anche l’orecchio. Da cosa può dipendere il perdurare di dolore forte?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      30 novembre 2015 alle 17:33
      Permalink

      Salve

      Sembrerebbe una stimolazione nervosa dovuta probabilmente ad una forte infiammazione o infezione o anche da un’alveolite. Si faccia controllare.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 2 dicembre 2015 alle 20:25
        Permalink

        oggi mercoledi ( una settimana dopo l’estrazione) sono stata da mio dentista che oggi mi ha tolto i punti e disinfettato con acqua ossigenata. dice che la ferita va bene, potrebbe essere solo un decorso più lungo del previsto… però per maggiore sicurezza volendo mi ha suggerito di chiamare direttamente il chirurgo (che mi ha fatto l’estrazione presso lo studio del mio dentista) per un controllo…. nel frattempo l’orecchio non mi fa più male ma persiste il dolore nella zona dell’estrazione e si propaga alla guancia.. domani chiamerò il chirurgo. il dolore post estrazione dente giudizio in media quanto dovrebbe durare? grazie G.

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          5 dicembre 2015 alle 18:10
          Permalink

          Salve

          Bene mi sembra corretto. Le sintomatologie post operatorie sono molto variabili in base alla complessità dell’intervento, eventuali complicanze e capacità di recupero del paziente, difficile stabilire un tempo uguale per ogni caso.
          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 27 novembre 2015 alle 16:32
    Permalink

    Ho estratto il dente del giudizio inferiore sx martedì,il giorno stesso eil giorno dopo non ho avuto dolore e non sentivo la zona pulsare.Ieri e oggi sento dolore e sento pulsare, premetto che il Doc non mi ha messo nessun punto e la zona è ancora aperta.Ciò che più mi spaventa è che il dente 7 cioè quello vicino a al dente estratto mi fa male e ho la sensazione che sia mobile (sensazione che prima non avevo) è possibile che sia una conseguenza? sentivo che il doc la pinza l appoggiava su quel dente x aiutarsi ad estrarre l’altro.

    Rispondi
  • 31 ottobre 2015 alle 21:22
    Permalink

    Salve, La ringrazio anticipatamente per l’attenzione.
    Ho subito due giorni fa l’estrazione di un dente (6 superiore sx) con anestesia locale e punti di sutura.
    Ho notato dal giorno dopo l’intervento un gonfiore riguardante la parte sx del volto, inoltre il dolore è costante, ma controllabile tramite anti-infiammatori.
    Il dentista ha applicato, dopo l’intervento, una pasta protettiva sulla semiarcata in questione e sul palato duro, dove sono presenti i punti di sutura.
    Purtroppo, questa pasta non è durata a lungo, infatti ora i punti sono praticamente esposti all’aria.
    Premetto che mi sto attenendo ad un’ alimentazione liquida ma sono preoccupata per le infezione (anche se il dentista mi ha prescritto una copertura antibiotica) e l’apertura della ferita.
    Secondo lei, devo contattare il mio dentista per riapplicare questa pasta, oppure non è indispensabile?
    Considerando che comunque ho un appuntamento per la rimozione dei punti tra 5 giorni.
    La ringrazio ancora.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 novembre 2015 alle 19:54
      Permalink

      Salve

      Non conosco nessuna tecnica di una applicazione di “pasta” sopra un alveolo post estrattivo, diverso se all’interno dell’alveolo. Dato che non ho compreso la situazione le conviene contattare il suo dentista.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 31 ottobre 2015 alle 04:40
    Permalink

    Buon giorno sono in gravidanza ho il dente del giudizio che mi fa male un po infiammata e a causa di questa infiammazione mi pizzica un po la gola secondo lei dovrei chiamare subito la ginecologa per farmi prescrivere un farmaco o aspetto qualche giorno?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      1 novembre 2015 alle 19:58
      Permalink

      Salve

      Le conviene farsi vedere dal suo dentista per capire di che si tratta e poi concordare con la ginecologa una eventuale terapia.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 16 ottobre 2015 alle 13:14
    Permalink

    Salve dottore,Mercoledì ho notato che la mia guancia si era leggermente gonfiata e ieri a scuola mi faceva molto male il dente(molare inferiore destro)e oggi mi si é gonfiata moolto di più.Sono andata dalla mia dottoressa che mi ha dato delle compresse dell’Amoxicillina da bere per 8 giorni una la mattina e una la sera,il dolore é ancora come prima,nessun cambiamemto,sto perdendo giorni di scuola,verifiche ed interrogazioni.Che cosa mi é successo?Qual’é la causa di questo gonfiamento doloroso??Mi risponda al più presto possibile,per favore.Grazie in anticipo.Cordiali Saluti

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      25 ottobre 2015 alle 12:19
      Permalink

      Salve
      E’ andata dal suo dottore nel senso del suo dentista? Se il dente è compromesso a livello pulpare ed è in necrosi con ascesso in corso si deve provvedere ad aprirlo per una cura canalare se recuperabile o ad una avulsione. La terapia antibiotica può tamponare ma non risolvere il problema dell’infezione che deve essere affrontato.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 14 ottobre 2015 alle 23:46
    Permalink

    Dimenticavo di dire, che il mio dentista mi ha visitata un mese e mezzo fa e che e alla vista del dente del giudizio mi ha detto che aveva lo spazio necessario per venire fuori e che stava venendo fuori bene; l’otorino mi ha riguardata per rassicurarmi e mi ha detto che il dente era “appoggiato” alla parete facciale e che notava anche un eccesso di salivazione nella zona, cosi mi ha consigliato sciacqui moderati con colluttorio alla clorexidina, ma dopo la seconda volta la mia lingua è diventata scura e ho sospeso; per calmare il dolore ho preso a volte tachipirina mille ( per non gravare con forti antiinfiammatori sul mio reflusso, per il quale assumo un anti-acido)ma con scarsi risultati cosi che adesso non prendo nulla per il fastidio. Senza contare il fatto che la crescita dei miei denti è sempre stata molto lenta e che tendo a masticare solo dal lato sinistro.Non so più che fare, perciò ci tenevo ad essere precisa; già sapere che tutto potrebbe dipendere dal dente, mi aiuterebbe a concentrare la mia attenzione solo su questo aspetto.
    Grazie ancora per l’attenzione

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      18 ottobre 2015 alle 01:03
      Permalink

      Salve

      La situazione mi sembra complessa. L’eruzione di un dente può portare ad uno stato infiammatorio locale ed anche ad un ingrossamento di un linfonodo, raro ma può succedere. Diverso il problema posturale anche se nell’eruzione dell’8 può trovare alcune spiegazioni. Il fatto che lei ha una masticazione solo monolaterale può far pensare che non sia in un equilibrio posturale ottimale, magari compensato se prima non aveva eccessivi problemi e che magari è peggiorato per la presenza dell’8 che ha alterato la postura mandibolare o creando dei precontatti o se troppo vestibolo-verso esercitando una pressione sulla faccia mediale della branca ascendente della mandibola. Sarebbe il caso che si facesse vedere da un dentista che possa valutare la rimozione del dente in eruzione e rivalutare la sintomatologia a posteriori, sia del linfonodo che posturale.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 14 ottobre 2015 alle 23:32
    Permalink

    Salve,
    è da tempo che sta spuntando il mio primo dente del giudizio, lato sinistro arcata superiore; ho iniziato a preoccuparmi quando ho iniziato a sentire un linfonofo ingrossato sotto la mandibola dallo stesso lato; ho fatto una ecografia del collo(ghiandole salivari,tiroide) e da referto sembra trattarsi di linfonodo reattivo di dimensioni 11x 5 mm; il giorno dopo faccio una visita dall’otorino che esclude la presenza di infenzioni e mi spinge ad indagare sul dente del giudizio ( in precedenza avevo già fatto emocromo,monotest, cmv test, test per la toxoplasmosi, tutti negativi).
    Domenica sono finita al pronto soccorso per dolori cervicali, alla spalla, all’ascella e nella zona del trapezio, tensione muscolare,presenza di altri linfonodi, calore nella zona, tutte nella parte sinistra accompagnati da leggeri formicolii alla mascella e leggere cefalee. Mi hanno fatto un rx toracica ed è risultato tutto apposto.
    Ora premetto che io non ho dolori in bocca, solo dei fastidi; ma continuo a sentire i dolori che accusav.o prima di andare al pronto soccorso che diventano più intensi nel corso della giornata.
    Ora vi chiedo se tutti questi sintomi possono essere dovuti a un problema del dente che non è ancora del tutto venuto fuori, compreso il fatto che ormai la mia postura è compromessa da giorni, tendo sempre a tenere il mento abbassato verso sinistra. Cosa fare? Come porocedere?
    Sono una studentessa fuori sede e il mio dentista di fiducia non può visitarmi nell’immediato.
    Non ho mai avuto febbre, ma questi sintomi seppur in forma più leggera li avverto da quasi un mese, e il linfonodo oggetto di eco è li già da luglio.
    Un vostro consulto sarebbe prezioso . Grazie

    Rispondi
    • 10 febbraio 2016 alle 07:39
      Permalink

      Cosa avevi avuto poi? Ho i tuoi stessi sintomi….

      Rispondi
  • 14 ottobre 2015 alle 23:23
    Permalink

    Buonasera,

    Giovedi scorso ho tolto un dente del giudizio (destro in basso). Passati un po’ di giorni ho la senzazione che quando apro la bocca, mi sembra che la mascella inferiore sia un po storta (cade sul lato destro). Sará possibile o lo faceva anche prima e non me ne sono mai resa conto? (Ho ancora il dente del giudizio sinistro)
    Grazie mille

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      25 ottobre 2015 alle 12:20
      Permalink

      Salve
      Difficile capire da un semplice messaggio se è accaduto qualcosa, si faccia visitare dal suo dentista.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 10 ottobre 2015 alle 21:52
    Permalink

    Ho tolto due denti martedì 6 ottobreI due denti sotto alla parte sinistra vicino agli incisiviUno si è chiuso l’altro mi fa un male Che si irradia fino all’occhio l’orecchio la gola alla tempiaSto prendendo antibiotico e antidolorifico Ma il dolore non cala e continuo Guardato dentro al buco che è rimasto aperto e si vede qualcosa di bianco è duro Potrebbe essere una radice non tolta del tutto che ha fatto infezione Se si come posso fare Il male è insopportabile grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      11 ottobre 2015 alle 23:14
      Permalink

      Salve

      Probabilmente una infezione o una alveolite, si faccia subito ricontrollare dal dentista. Ciò che vede bianco potrebbe essere osso e non dente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 10 ottobre 2015 alle 16:39
    Permalink

    Salve, circa 2 settimane fa mi è stata fatta un otturazione prima di chiuderla la dentista ha aspettato in quanto la gengiva buttava molto sangue, alla fine ha chiuso con la medicazione. Dopo 2 gg ho iniziato ad avvertire dolore sia con bevande calde che masticando o lavando mi i denti. Ho chiamato e mi ha dato appuntamento 4 giorni fa. Appena arrivata mi ha fatto anestesia e tolto la medicazione ho sentito un male atroce. Sotto ha trovato un infezione e ha deciso di estrarre il dente. Mi ha praticato 5 anestesie che nn hanno avuto nessun effetto. Ha spezzato in 2 il dente togliendomi i frammenti. Alle fine mi ha dato 4 punti e prescritto un antibiotico (gli antinfiammatori no inquadra allergica). Sono passati 4 giorni e sento ancora male. Secondo me doveva prescrivere gli antibiotici prima di estrarlo e non toglierlo con l’infezione in corso. Quanto dovrò state con questo dolore?? L’intervento è durato 2 ore e mezzo! Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      11 ottobre 2015 alle 23:19
      Permalink

      Salve

      Se era stata programmata una otturazione immagino che il dente fosse recuperabile. Il dolore che mi descrive e il fatto che reagisse dolorosamente al caldo mi fa sospettare una pulpite che si affronta devitalizzando il dente.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 8 ottobre 2015 alle 11:31
    Permalink

    Buongiorno,

    lunedí ho fatto un’intervento di rizectomia (estrazione di una delle radici di un molare), mercoledí sera ho notato che nel foro lasciato dalla radice non c’era piú lo spongostan che il dentista aveva messo. Sono preoccupato perché non so se sia normale o se devo fare qualcosa per evitare che resti il buco. Purtroppo oggi, giovedí, il dentista e chiuso e non riesco a contattarlo.

    Grazie saluti
    Nicola

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      11 ottobre 2015 alle 23:27
      Permalink

      Salve

      La cavità guarirà per seconda intenzione, tenga pulita la zona per evitare infezioni.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 24 settembre 2015 alle 08:08
    Permalink

    Buongiorno,
    ho da poco fatto un estrazione di un premolare, è andato tutto bene tranne per il fatto che il dentista mi ha detto che è rimasto un piccolissimo pezzettino di dente dentro la cavità, lui mi ha detto che non è asolutamente pericoloso lasciarlo li, la mia domanda è se sia vera sta cosa, non vorrei rischiare invezioni o altro
    Grazie mille

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      27 settembre 2015 alle 14:38
      Permalink

      Salve
      Se il frammento è sterile e non ci sono batteri nel suo lume canalare non sussistono grossi problemi, viceversa se si infetta. Può verificarlo a distanza di un poco di tempo mediante una radiografia, se l’osso circostante è sano o se il frammento è stato capsulato dall’organismo come forma di difesa.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 22 settembre 2015 alle 22:20
    Permalink

    Buonasera! Spiego brevemente la mia situazione. In gravidanza si sono rotti 3 denti e a distanza di un anno ho iniziato i controlli dal dentista. Una settimana fa mi è stato tolto un molare, fin qui tutto normale, peccato che a distanza di una settimana ho forti dolori estesi fino all’orecchio. Assumo antibiotico più Anti dolorifico tutti i giorni ( oki e tachipirina ). Non mi sono stati dati punti di sutura e a parer mio l’infezione era presente prima della rimozione del dente ma nn mi è stato prescritto nessun antibiotico. Tutto ciò è normale? Grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      27 settembre 2015 alle 14:40
      Permalink

      Salve
      Un’infezione post avulsione si riesce a controllare con l’antibiotico, diverso se si verifica un’alveolite che spesso necessita di una revisione chirurgica.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 20 settembre 2015 alle 17:12
    Permalink

    Salve dottore 15 anni fa mi tolsi i due denti del giudizio di dx sopra e sotto.
    siccome non erano usciti del tutto mi fece un operazione vera e propria e chiudendo li mi mise i punti.oggi a distanza di 15 anni ogni tanto ho dolore alle gengive…sia sopra che sotto…
    secondo lei è normale?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      21 settembre 2015 alle 14:43
      Permalink

      Salve

      Non credo proprio sia riferibile all’avulsione degli ottavi, ci sarà un’altra causa. Si faccia visitare dal suo dentista.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 11 settembre 2015 alle 03:21
    Permalink

    SalvSalve ieri mi hanno estratto Un dente,ma il dentista lo ha rotto quando lo ha estratto, alla fine ha chiuso la ferita con Un pezzettino di canale, cosa ne dite?grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      11 settembre 2015 alle 12:31
      Permalink

      Salve
      Ovviamente è meglio rimuovere completamente le radici, ma talvolta si deve fare una scelta, se cercare di rimuovere l’apice residuo può comportare danni o complicazioni si può optare per lasciare l’apice in sede. Ovvio che deve essere sterile e non infetto o le complicazioni si avranno nel tempo.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 10 settembre 2015 alle 09:01
    Permalink

    salve ho estratto una radice 3 giorni fa adesso il dolore e insopportabile passa solo se metto del ghiaccio cosa puo essere?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      11 settembre 2015 alle 12:38
      Permalink

      Salve
      Si faccia ricontrollare dal suo medico ed eventualmente coprire con una terapia farmacologica. Il fatto che il dolore passi con il ghiaccio mi fa pensare ad una pulpite in atto su un dente vicino.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 7 settembre 2015 alle 18:16
    Permalink

    Ciao,7 agosto ho tolto un molare. Quando sono andata a ar controllare i punti e a toglierli il dentista mi ha detto che stava guarendo bene,purtroppo sa quel giorno continuo ad avere un forte dolore dove l’ho tolto che si irradia alla tempia e non capisco perché. Non dovrebbe farmi male dato che sono passate settimane ormai

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      11 settembre 2015 alle 12:39
      Permalink

      Salve si faccia ricontrollare dal suo medico, le cause possono essere molte, da una frescata ad un’alveolite.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 21 agosto 2015 alle 08:20
    Permalink

    Dottore il mio dentista mi ha tolto parte di gengiva e osso negli incisivi anteriori parte dx.
    Ora ho la parte sublinguale dx gonfia… è normale?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 settembre 2015 alle 16:48
      Permalink

      Salve

      Un edema post intervento può essere normale, dipende dal tipo di intervento e dalla sua estensione, chieda al suo dentista una terapia per migliorare segni e sintomi.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 17 agosto 2015 alle 20:41
    Permalink

    Buongiorno, ho un dente del giudizio inferiore spuntato da 3-4 anni, anche se per un lungo periodo è rimasto parzialmente coperto. A marzo ero andata dal dentista, perchè da qualche mese notavo della sostanza bianca di sapore sgradevole che usciva dalla gengiva quando la schiacciavo, nonostante non avessi alcun dolore o fastidio. In seguito ad una panoramica, mi aveva detto che non c’era nulla di cui preoccuparsi. Un paio di settimane fa, proprio il giorno prima di partire per le ferie, la gengiva si è gonfiata e ho iniziato a sentire un forte dolore che colpiva anche la mascella. Osservando il dente mi sono anche resa conto che era cariato nella parte superiore. Sono corsa dal dentista, che ha voleva estrarlo subito, nonostante l’imminente partenza e l’infezione in corso e nonostante pochi mesi prima mi avesse detto che il dente era perfetto. Ho chiesto di rimandare l’operazione al mio rientro perché ero spaventata da eventuali complicazioni durante il viaggio, ma la sua insistenza sull’estrazione immediata nonostante i rischi mi ha lasciata molto perplessa. Ho seguito una terapia antibiotica e l’infiammazione è totalmente sparita. Ora però mi chiedo se l’estrazione sia effettivamente indispensabile o se sia sufficiente riparare la carie visto che il dente è ben posizionato e non mi da più alcun problema. Lei cosa ne pensa? Grazie mille. Buona giornata

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 settembre 2015 alle 16:50
      Permalink

      Salve

      Se come suppongo il dente è in necrosi e da li parte l’infezione, inoltre è in disodontiasi l’avulsione può essere l’intervento migliore.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 15 agosto 2015 alle 21:04
    Permalink

    salve,il 12.08.2015 ho tolto il dente del giudizio,medicine prendo moment e amoxicillina,il dolore è fortissimo nn riesco ad aprire bocca mi fa male la gola,orecchio,lingua nn riesco a mangiare,invece di migliorare,peggiora.Cosa fare, il dott.a detto che per un mese avrò male.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 settembre 2015 alle 17:51
      Permalink

      Salve

      Del dolore post operatorio è normale, ma dovrebbe essere controllabile con dei farmaci. La mancanza di apertura della bocca è dovuto ad una contrattura muscolare, un miorilassante può aiutare. La ferita deve essere controllata che non si sia sviluppata un’alveolite!

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 6 agosto 2015 alle 20:30
    Permalink

    Salve,esattamente una settimana fa ho subito l’ estrazione del dente del giudizio inferiore destro. Continuo ad avere dei dolorini alla gengiva nei pressi del taglio e sento i punti di sutura tirare. Quello che però mi preoccupa è il fatto che dei 3-4 punti di sutura, non ricordo il numero esatto, quello centrale si è sfaldato.Toccando con cautela la guancia ho notato che si apriva un varco, ma non era presente sanguinamento. Pertanto, devo preoccuparmi per la ferita o si è ormai rimarginata?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 settembre 2015 alle 18:04
      Permalink

      Salve

      Se un punto ha ceduto e la ferita si è aperta può guarire per seconda intenzione, un processo più lungo e con qualche rischio in più di origine infettiva. Si faccia vedere dal suo dentista.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 4 agosto 2015 alle 19:45
    Permalink

    Buonasera dottore, ho 33 anni e da circa sei che ho fastidio al dente del giudizio inferiore dx. Tutto è iniziato con fastidio all’orecchio ,alla gola,alla mascella con conseguenza di linfonodi reattivi. Ora mi trovo con questo dente aperto da un lato quindi cariato e il mio dentista ha detto che lo possiamo devitalizzare con una sostanza (di cui non ricordo il nome) senza fare quella classica oppure toglierlo….La mia paura adesso è che sotto il dente ci sia qualcosa e quindi la mia domanda è che tipo di esame devo fare per vederlo e se non riesco a farlo (visto che l’appuntamento con il dentista è per il 28 agosto e non posso rimandare)ed effettivamente c’è qualcosa è pericolosa l’estrazione? Grazie per la disponibili ta’

    Rispondi
  • 17 luglio 2015 alle 21:51
    Permalink

    Salve. Ho 36 anni. 15 giorni fa ho tolto un dente di giudizio nr 8. Mi sono curato con antidolorifici e antibiotici augmentin. Ho ancora dolori . Ho fatto una radiografia e tutto bene. Ancora quanti giorni avrò dei dolori ?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      2 agosto 2015 alle 17:01
      Permalink

      Salve
      15 giorni di dolore mi sembrano tanti, non è che la ferita è ancora infetta.
      Si faccia controllare dal suo medico.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 6 luglio 2015 alle 18:13
    Permalink

    Salve, io ho subito esattamente 6 giorni fa un’estrazione di un ottavo, parzialmente incluso e coricato.
    L’estrazione è stata piuttosto indaginosa ma applicando impacchi freddi e con antibiotico l’immediato decorso non è stato problematico, dolore moderato che via via è andato svanendo, nessun gonfiore.
    ho notato negli ultimi due giorni un’inversione di tendenza: il dolore, seppure lieve, si è ripresentato e la sensazione di fastidio ricorda molto quella dell’immediato post-intervento.
    Ritiene sia una condizione normale o potrebbe esserci qualche motivo di preoccupazione?
    Forse occorre precisare che i punti di sutura non sono stati ancora rimossi e che, alla vista, la ferita si presenta leggermente aperta.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      3 settembre 2015 alle 18:08
      Permalink

      Salve

      Potrebbe esserci una colonizzazione batterica, si faccia controllare dal suo dentista.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 23 giugno 2015 alle 17:22
    Permalink

    Buongiorno dottore.5 mesi fa mi hanno estratto un molare. Continuo ad avere mal di denti anche se non ce.’più. Cosa può essere..? Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      24 giugno 2015 alle 17:26
      Permalink

      Salve

      E’ improbabile che un dente estratto possa continuare a far male, si tratterà di un altro dente.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 26 maggio 2015 alle 15:52
    Permalink

    Buona sera dottore, sono un ragazzo di 19 anni e ci tengo molto ai miei denti. Circa 6 mesi fa feci, a scopo preventivo, una radiografia per vedere la posizione dei denti del giudizio. Il mio odontoiatra ha affermato che due denti (esattamente gli inferiori) si trovavano in una posizione un po’ delicata. Informandomi sul web ho però notato che i denti del giudizio quando stanno per crescere, presentano una posizione obliqua… ora il mio dubbio: è possibile che le lastre siano state fatte precocemente e in questi mesi i denti hanno potuto cambiare la loro posizione? E, inoltre i denti del giudizio possono portare al movimento degli incisivi per esempio? Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      15 giugno 2015 alle 18:11
      Permalink

      Salve
      I suoi due quesiti sono interessanti anche se di lunga risposta, cercherò di sintetizzare. La posizione di eruzione dell’8° è si obliqua in senso antero-posteriore per poi posizionarsi in parallelo al 7° ed erompere in arcata, compie una rivoluzione rotatoria. Se però nel compiere questo tragitto si posiziona appoggiandosi sul 7° non termina il suo percorso e rimane incluso. Per quanto riguarda la “spinta” che si può generare e che porta al movimento di denti anteriori esistono due scuole di pensiero, una che nega questa possibilità e una che afferma il contrario. Personalmente ritengo che la trasmissione della vis eruttiva (spinta) dell’ottavo può trasmettersi attraverso i denti per andare a scaricarsi spostando i denti con radice meno forte.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 18 novembre 2015 alle 23:03
        Permalink

        Buongiorno,

        10 giorni fa ho rimosso il dente del giudizio inferiore sinistro. Non ho avuto problemi, nè troppo dolore, è andata meglio di quanto mi aspettassi.
        Oggi dopo aver tolto i punti ho notato che l’osso si vede ancora un pochetto. La ferita non è chiusa completamente.
        Quanto ci vorrà per far aderire la gengiva all’osso e soprattutto è normale?
        Il mio dentista mi ha detto di aspettare un paio di settimane e mi fido ciecamente di lui, ma mi piacerebbe avere un secondo parere.

        Grazie mille in anticipo.

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          19 novembre 2015 alle 18:41
          Permalink

          Salve
          L’esposizione dell’osso può essere pericolosa per una sovrainfezione, se la ferita è ancora aperta guarirà per seconda intenzione, ma si faccia controllare a breve.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 14 maggio 2015 alle 09:29
    Permalink

    Salve dottore, 4 giorni fa sono andato a sistemare 2 carie vicine e mi ha eseguito un’anestesia nel palato, nei primi giorni sentivo dolore al palato e poi il dolore si spostava nei denti ma era un dolore che durava 5 minuti poi passava, il terzo giorno ha iniziato a farmi male un dente a caso come quando lo sbatti da qualche parte, siamo al quarto giorno e mi fanno male tutti i 3 tenti davanti di qui uno mi sembra che sia devitalizzato, volevo semplicemente chiederle se fosse una cosa normale???

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      21 maggio 2015 alle 17:54
      Permalink

      Salve

      No non credo, forse una di quelle carie è abbastanza profonda da aver raggiunto la parte vitale e i batteri stanno portando in necrosi la polpa o l’hanno già necrotizzata, da li il dolore. Si faccia ricontrollare quanto prima.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 28 aprile 2015 alle 22:31
    Permalink

    Salve vorrei una informazione grazie, ho il dente del giudizio in fondo giu’, la gengiva e gonfia, e il dente muove un pochino, come mastico mi sono accorto che va a sbattere prima degli altri con quello che sta sopra, oltretutto mi fa anche un po male .HO gia avuto precedentemente la perdita di altri 2 denti, per riassorbimento osseo dovuto a gengivite.Vorrei chiederle come mai il dente si sta sollevando? e visto che gia si muove potrei perderlo? grazie.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      21 maggio 2015 alle 18:15
      Permalink

      Salve
      Una scorretta articolazione in più aggravata da una parodontopatia sono un preludio alla perdita dell’elemento, si faccia controllare.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 21 aprile 2015 alle 20:33
    Permalink

    buongiorno dottore,
    approfitto nuovamente della sua cortesia e preparazione.
    Ho effettuato più di un mese e mezzo fa l’allungamento di corona per potere ricostruire un dente molto compromesso.
    Il mio dentista mi aveva detto che si trattava di un intervento piuttosto semplice e che sarebbe guarito in poco tempo invece avverto tuttora fastidio e a volte dolenzia nella gengiva, sia intorno al dente che in modo diffuso.
    Volevo chiederle se i tempi di guarigione possono in effetti essere così lunghi e quindi si tratta di un decorso normale (e che terminerà!) o se invece devo preoccuparmi o intervenire.
    Grazie mille della sua disponibilità
    Saluti

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      28 aprile 2015 alle 01:17
      Permalink

      Salve

      Talvolta anche un intervento semplice può essere fastidioso. Mantenga l’igiene e segua i consigli del dentista sia locali che farmacologici e piano piano rientrerà.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 18 aprile 2015 alle 16:52
    Permalink

    Salve e da qualche giorno che la parte dove stanno i due denti storti la gengiva si e un pò arrossata e sopratutto vedo anche un aumento della gengiva che non si riduce solo in quella zona ma anche nella zona dove comunque i denti stanno dritti ho davvero molta paura spero ke nn si tratti di una gengivite ufff…ah e un ultima cosa: e normale che il dentista ogni volta che lo chiamo e li dico che cosa ho ha sempre fretta??

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      7 settembre 2015 alle 11:39
      Permalink

      Salve
      Se ci sono più aree arrossate è probabile che sia una una gengivite o il preludio di una parodontopatia. Il dentista, come ogni medico, non può fare diagnosi al telefono, fissi una visita e si faccia controllare.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 17 aprile 2015 alle 21:27
    Permalink

    SALVE, HO IL MOLARE DEL GIUDIZIO INFERIORE SINISTRO CHE MI STA CAUSANDO UN BEL PO’ DI PROBLEMI. HO DOLORE ALLA MASCELLA E NON RIESCO AD APRIRE BENE LA BOCCA, TUTTI I LINFONODI SOTTO LA MASCELLA SONO INGROSSATI.A SEGUITO DI PANTOMOGRAFIA LA DIAGNOSI E’ STATA “PICCOLO FOCOLAIO DI RAREFAZIONE OSSEA A CARICO DELLA RADICE DISTALE DELL’ULTIMO MOLARE INFERIORE SINISTRO”. GUARDANDO LA RADIOGRAFIA IL DENTISTA MI HA DETTO CHE E’ PROBABILE CH SOTTO IL DENTE CI SIA UN GRANULOMA. HO INIZIATO LA TERAPIA ANTIBIOTICA PER FAR ANDARE VIA L’INFEZIONE E POI ESTIRPARE IL DENTE, MA DOPO 15 GG DI ANTIBIOTICO E ANTIFIAMMATORI IL DOLORE NON PASSA, COME E’ POSSIBILE? E SE IL DOLORE NON PASSA COME FACCIO AD ESTIRPARE IL DENTE? SI PU0′ FARE CON L’INFIAMMAZIONE IN CORSO?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      2 agosto 2015 alle 17:08
      Permalink

      Salve

      Anche in fase acuta si può agire, può essere che nella zona dell’infiammazione l’anestetico sia meno efficace, quindi conviene aumentarne la dose.
      Dott.Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 13 aprile 2015 alle 13:21
    Permalink

    Salve ho un male pazzesco al dente del giudizio me ne sono rimasti tre vorrei estrRli in una volta sola con un anestesia totale è possibile?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      13 aprile 2015 alle 19:03
      Permalink

      Salve
      Le consiglio di rivolgersi ad un chirurgo e valutare con lui le varie possibilità.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
    • 23 aprile 2015 alle 22:12
      Permalink

      Tre giorni fa mi sono recata dal dentista per farmi togliere un pezzetto di gengiva con il laser in quanto coprendomi il dente del giudizio mi provocava dolore, dopo l’intervento con il laser il Dott. Mi ha detto che passato l’anestesia non avrei dovuto aver male… Cosa che invece più tardi è successo.. A distanza di tre giorni la gengiva si sta chiudendo ma è gonfia e dolorosa nonostante l’applicazione della clorexidina che mi ha dato il dentista… Il dolore mi prende tutta la gengiva intorno al dente del giudizio e la parte laterale posteriore della lingua..

      Rispondi
      • Dott. Jacopo Cioni
        28 aprile 2015 alle 01:12
        Permalink

        Salve

        La cosa migliore è farsi vedere immediatamente dal dentista, probabilmente si è infettata.

        Dott. Jacopo Cioni

        Rispondi
  • 13 aprile 2015 alle 12:12
    Permalink

    Buongiorno,
    a ottobre del 2012 (all’età di quasi 20 anni) ho tolto due denti del giudizio (sopra e sotto) nel lato destro.
    A distanza di due anni abbondanti spesso ho dolori nella parte inferiore che vanno e vengono ed ora sono 3 giorni che mi fa molto male, continuamente, è quasi difficoltoso mangiare. Se tocco la parte con la lingua fa davvero molto male, il dolore si espande fino all’orecchio e la mascella è un pochino gonfia. Può essere dovuto all’intervento? premetto che mi erano stati messi 5 punti e che ho subito l’operazione nel reparto chirurgi maxillo facciale in quanto la radice del dente toccava i nervi. In alternativa cosa può essere?
    Ringrazio in anticipo e auguro una buona giornata.
    Federica

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      13 aprile 2015 alle 19:05
      Permalink

      Salve
      Dalla sintomatologia che riferisce sarei più portato a pensare ad una necrosi della polpa dentaria, ma è difficile solo con una descrizione trarre delle conclusioni.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 11 aprile 2015 alle 23:11
    Permalink

    Salve, giovedì scorso (2aprile) mi è stato tolto il dente del giudizio inferiore destro. Purtroppo oltre ad essere storto e quindi per gran parte inciso, aveva una radice a uncino che non si vedeva dalla radiografia.. Il dentista (bravissimo) ci ha messo un ora per toglierlo e non riesco nemmeno a descrivere il dolore! Il giorni dopo mi sono gonfiata a dismisura tanto che la bocca risultava storta..a distanza di più di una settimana, il gonfiore è praticamente spiritosa ho forti dolori ai denti vicino a quello che ho tolto (come se avessi delle grandi carie), mi fa male quando bevo bevande da frigo e anche la gengiva quando lavo i denti ne risente! È normale che senta dolore in altri posti? Non è che è stato offeso qualche nervo o l’osso? Grazie mille

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      13 aprile 2015 alle 19:08
      Permalink

      Salve
      Il fatto che sia fortemente diminuito il gonfiore è positivo, ma non significa che la ferita è guarita. A distanza di una settimana, dato anche l’intervento cruento, la sintomatologia è sicuramente ancora presente. Si faccia ricontrollare per una terapia adeguata.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 21 marzo 2015 alle 13:50
    Permalink

    Buongiorno, circa una settimana fa ho tolto un dente del giudizio storto e per metà incluso. Mentre aspettavo di fare l’intervento ho continuato ad avere linfonodi gonfi e un fastidio all’orecchio. Ora, a distanza di una settimana e due giorni dall’estrazione, continuo ad essere leggermente gonfia e il fastidio all’orecchio rimane invariato, nonostante terapia antibiotica (Augmentin 6 gg) e antinfiammatori (Oki 5 gg). Il dentista ieri mi ha tolto i punti e ha detto che sta guarendo bene, anche se mi è rimasto un buco che ha detto si rimarginerà tempo 1 settimana o più. Non sento dolore alla parte, però è quasi un mese che avverto questa sensazione di gonfiore verso la gola e sento i suoni ovattati. E’ normale? Grazie

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      25 marzo 2015 alle 21:36
      Permalink

      Salve
      La guarigione vuole i suoi tempi ed è direttamente proporzionale alla cruenza dell’intervento. Per quanto riguarda l’orecchio si faccia controllare da un’otorino, magari le due cose sono indipendenti.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 1 aprile 2015 alle 02:10
        Permalink

        Salve, un po di anni fa il mio dentista mi ha tolto un dente. Oggi a distanza di anni si è tolta la pasta nera che copriva il buco. È pericoloso tenere il buco aperto?
        Grazie mille dott.

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          9 aprile 2015 alle 17:53
          Permalink

          Salve
          Mi sembra di capire che non è stato tolto il dente, ma fatta una otturazione in amalgama. Si deve chiuderlo nuovamente perchè l’esposizione dei tessuti sottostanti è pericolosa per una nuova carie o un’infezione.
          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
          • 11 giugno 2015 alle 03:23
            Permalink

            Buon giorno,vorrei sapere una cosa mi capita a volte di aver mal di denti che si calma appena bevo dell’acqua fresca (il dolore sparisce per qualche minuto)ho preso vari medicinali ma non servono a niente…purtroppo non posso permettermi di andare dal dentista,può consigliarmi un farmaco efficace per ora ho preso sinflex,moment,oky.Grazie

          • Dott. Jacopo Cioni
            15 giugno 2015 alle 17:57
            Permalink

            Salve

            No non posso suggerirle un farmaco senza una diagnosi. Il fatto che il dolore si calmi con acqua fredda indica la presenza di una pulpite purulenta, le conviene farsi vedere da un dentista, se non privato alla ASL.
            Dott. Jacopo Cioni

  • 14 marzo 2015 alle 12:24
    Permalink

    Salve, chiedevo dopo l’avulsione di un dente , è possibile lasciare la gengiva aperta, cioè senza suturazione? Grazie .Maria

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      14 marzo 2015 alle 14:42
      Permalink

      Salve
      Chiudere mediante sutura una ferita è sempre la scelta migliore, ma in molti casi il post estrattivo lascia una sede ampia in cui i lembi sono difficilmente avvicinabili; può essere meglio una guarigione per seconda intenzione che non cercare per forza una sutura che potrebbe essere controproducente.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 4 settembre 2015 alle 18:10
        Permalink

        Due giorni fa mi è stato tolto un molare, non ho avuto punti di sutura, volevo chiedervi quanto tempo ci vorrà perché si chiuda la ferita e passi il fastidio? E quando potrò fumare?
        Rispondi

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          7 settembre 2015 alle 11:24
          Permalink

          Salve
          La chiusura mucosa, cioè la riepitelizzazione, impiega qualche giorno, ma per una riformazione ossea occorrono tre mesi, fino a sei per la completa maturazione. Fumare? Mai, non potrà mai più fumare… eheheheh
          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 7 marzo 2015 alle 16:35
    Permalink

    Ho la gengiva gonfia quella di sopra verso sinistra e se tocco mi fa male il penultimo dente quando lo sfioro è stringo i denti cosa potrebbe essere? Con l Oki il dolore mi passa ma se stringo il dente mi fa male ugualmente cosa può essere ?
    Ed Lo già curato quel dente

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      9 marzo 2015 alle 11:28
      Permalink

      Salve
      Probabilmente la parte vitale è andata in necrosi, si faccia controllare.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 9 marzo 2015 alle 18:25
        Permalink

        Buonasera dottore, sono una ragazza di 34 anni, volevo sapere se è possibile rimettere un molare dopo averlo estratto e pulito da infezione.
        Grazie.

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          9 marzo 2015 alle 18:30
          Permalink

          Salve
          Lei parla di reimpianto. E’ un procedimento possibile anche se molto difficile da attuare. Per prima cosa il dente deve essere integro, deve essere sottoposto a terapia canalare extraorale, mantenuto in fisiologica e sterile, infine reimpiantato e splintato cioè bloccato in posizione perchè l’osso possa riparare e bloccarlo con grosso rischio di anchilosi. Un tempo era una tecnica studiata ma data la complessità e gli altissimi rischi di fallimento, abbandonata.
          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 2 marzo 2015 alle 10:02
    Permalink

    Buongiorno,
    Vorrei semplicemente togliermi una curiositá.
    5 giorni fa ho tolto un dente del giudizio (inferiore sx), 2 punti, nessun dolore, nessun gonfiore, non ho preso antidolorifici o antiinfiammatori. Dopo 3 giorni peró ho cominciato a sentire un fortissimo prurito alla gengiva, quindi sono andata dal mio dentista. Mi ha detto tutto ok, tolto i punti e applicato una pasta marrone/nera sopra la gengiva e nello spazio tra la gengiva e il molare. La mia curiositá é: come mai questo prurito improvviso? Tra l’altro il prurito c’é ancora, si é ridotto, ma c’é! E poi sarei curiosa di sapere che cos’é questa pasta marrone/nera dal sapore terribile e dall’odore sgradevole.
    Grazie!

    Stefania

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 marzo 2015 alle 09:27
      Permalink

      Salve, il prurito, forse meglio definito come formicolio, può essere dovuto al NAI, il nervo alveolare inferiore, che magari nello stato di infiammazione ha leggermente subito. La pasta marrone non ho proprio idea di cosa sia.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 18 giugno 2015 alle 02:35
        Permalink

        Salve, io giovedì ho tolto il dente del giudizio in basso a sinistra, a parte che la guarigione è stata dolorosa ma è da 7 giorni ke ho un prurito insopportabile al mento e mezzo labbro e in più mi gratto ma è come se nn sentissi niente e come se avessi ancora l’anestesia. Venerdì devo togliere ancora i punti e spero che non sia doloroso perché nn riesco nemmeno ad aprire bene tutta la bocca perché metà è addormentata, ma la cosa più fastidiosa e il prurito cosa devo fare??? :’-( sarà così anche per le altre?

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          24 giugno 2015 alle 17:45
          Permalink

          Salve
          Quello che lei descrive è probabilmente dovuto ad un danno al NAI un nervo che è posizionato nel corpo mandibolare e trasporta la sensibilità tattile, dolorifica e termica a denti e tessuti. Sperando che il danno sia solo dovuto a compressione le consiglio di contattare il dentista per valutare una terapia di supporto.
          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 16 febbraio 2015 alle 14:09
    Permalink

    Ciao ho 12 anni e credo che mi siano spuntati 2 denti del giudizio. È possibile???

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      20 febbraio 2015 alle 02:04
      Permalink

      Salve
      Lo ritengo altamente improbabile. Forse si confonde con i settimi, i denti del giudizio sono gli ottavi.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 12 febbraio 2015 alle 15:46
    Permalink

    A metà dicembre ho tolto il dente del giudizio inferiore sinistro e per poterlo togliere mi è stato fatta l’incisione anche accanto agli ultimi due molari. A due mesi dall’intervento in Corrispondenza dell’incisione io sento la guancia gonfia e mi fa male soprattutto quando mangio o me la tocco; inoltre mi prendono delle fitte starne e ho come la sensazione di non avere la sensibilità completa. Cosa può essere?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      20 febbraio 2015 alle 02:16
      Permalink

      Salve

      Perchè non è tornata dal suo dentista per farsi controllare. A distanza di due mesi l’enfiagione dovrebbe essere sparita e la mancanza di sensibilità doveva subito riferirla al suo medico. Fissi un appuntamento e si faccia controllare.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 9 dicembre 2014 alle 17:06
    Permalink

    Salve, sono una ragazza di 24 anni e il 6 novembre mi sono sottoposta a un intervento per l’estrazione del dente del giudizio. Dopo varie anestesie, compresa la tronculare, quando il mio dentista faceva leva sul dente, incluso, sentivo dolore. A quel punto ha deciso di devitalizzarlo e lasciarlo lì per due settimane almeno, il tempo necessario per farlo salire da solo… Da lì in poi iniziò l’inferno per me… Dopo 3 giorni, dati i dolori esagerati, mi risottopone ad anestesie e mi ri-devitalizza il dente (???). Avendomi lasciato i canali aperti avevo dei dolori tremendi e ogni 2 giorni mi chiamava per recarmi presso il suo studio e mi faceva lavaggi con fisiologica e una chiusura provvisoria che dopo 2 ore (massimo) mi saltava e quindi i dolori ritornavano… passate le due settimane decise il giorno del benedetto intervento. Vado, mi fa una lastrina e trova l’infezione e quindi non ha proceduto con l’estrazione. la settimana successiva vado e interviene direttamente senza assicurarsi se l’infezione era passata o meno. inizia con le anestesie ma niente… alla base del dente sentivo sempre un fortissimo dolore. procede con una decina di anestesie e forse anche più e ancora niente. In pratica io sono ancora con il dente del giudizio in quelle condizioni e ovviamente i miei dolori crescono sempre di più. ho paura che questo problema non potranno più risolverlo e dovrò recarmi in una struttura ospedaliera.In tutto ciò continuo a prendere antidolorifici e sento sempre dolori, fastidi all’orecchio. Non so più cosa fare. Mi può dare un suo parere…
    Attendo sue.
    Cordialità

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      16 dicembre 2014 alle 14:17
      Permalink

      Salve

      Decisamente una situazione sgradevole, mi domando perchè sopportarla per tanto tempo. Il fatto che l’anestetico non abbia funzionato è relativo, esistono tecniche per poter arrivare ad una anestesia completa. Lasciare il dente con i canali aperti attendendo un suo spostamento è il miglior modo per veicolare i batteri e generare una infezione, un dente o si devitalizza o non lo si devitalizza. Lascio a lei le deduzioni.

      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • 24 giugno 2014 alle 21:44
    Permalink

    Salve ,
    3 mesi fa’ ho effettuato presso un ospedale l’estrazione del dente del giudizio e la dott.ssa che mi ha operato mi ha punto anche la lingua con l’anestesia . Ed ora a distanza di oltre tre mesi ho ancora lingua e palato molle anestetizzato .
    Dopo essermi recata a visita di controllo mi e’ stato detto che se la lingua dopo essere stata punta mi fa’ male e’ tutto a posto , l’anestesia puo’ durare anche un anno .
    Sono preoccupata e terrorizzata dall’idea che la lingua resti sempre anestetizzata .
    La mia domanda e’ cosa posso fare per tornare in salute ?

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      14 luglio 2014 alle 10:06
      Permalink

      Salve
      Il problema è se si tratta di un danno permanente o meno. Nel caso in cui il nervo abbia subito una perforazione o uno schiacciamento si potrà avere una restitutio ad integrum in un tempo che può arrivare anche ad un anno. Può essere aiutata la riformazione della guaina mielinica attraverso farmaci e complesso B12. Nel caso il danno sia permanente, necrosi o interruzione del nervo, la iposensibilità sarà permanente nel tempo.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
      • 3 dicembre 2015 alle 06:21
        Permalink

        Salve dottore,ieri il mio dentista di fiducia mi ha tolto le radici di un dente..mi ha messo i punti ..però volevo sapere se è normale ,che continuo. Sanguinare il dolore è un po meno rispetto a ieri , ma non riesco a aprire bene la bocca perché mi fa male è normale secondo lei??!devo mettere una garza sterile per fermare là fuori uscita di sangue ??ho anche la guancia un po gonfia ..ma non tanto ..la ringrazio attento risposta …(mi scuso ma il sangue mi mette davvero ansia )

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          5 dicembre 2015 alle 18:07
          Permalink

          Salve, del sangue mescolato a saliva è normale, non deve sussistere un’emorragia, cioè perdita massiva, in tal caso si faccia immediatamente controllare. Non assuma per nessuna ragione aspirina o anticoagulanti orali.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
  • 26 dicembre 2013 alle 13:04
    Permalink

    Salve ho bisogno di sapere cosa può essere ho la mascella superiore che si appoggia su quella sotto e sento che faccio fatica sento i denti molli e ho dolore alla mascella chiudendo i denti ho la mascella superiore che copre completamente quella di sotto vorrei poter avere un consiglio vi ringrazio.

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      18 gennaio 2014 alle 20:41
      Permalink

      Salve
      Sinceramente è difficile stabilire una diagnosi con queste informazioni e senza una visita, la prima cosa che mi viene in mente è una parodontopatia trascurata, ma è solo un’ipotesi.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • Dott. Jacopo Cioni
    31 luglio 2013 alle 20:57
    Permalink

    Ogni avulsione è una storia a se stante, spesso interventi supposti complessi si risolvono facilmente, altri considerati banali si complicano. Gli ottavi inferiori sono denti sempre da prendere con prudenza, specie se parzialmente ritenuti o inclusi, ma un
    intervento pulito e farmaci adeguati spesso risolvano positivamente l’esperienza. Nel suo caso se il dente è estruso probabilmente si tratta di un intervento meno traumatico.
    (Dott. Jacopo Cioni)

    Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    23 luglio 2013 alle 21:34
    Permalink

    E’ un po’ di tempo che sento un gran male all’orecchio, alla mandibola inferiore sx,e al collo, all’altezza delle radici del dente del giudizio della suddetta arcata si sente un pallino. Sono andata dal mio dentista e mi ha detto che si tratta di un infiammazione delle radici del giudizio, in più il dente forza e spinge su i denti adiacenti ed ha addirittura scavalcato tutti gli altri, è più alto di almeno 4 millimetri. Il dentista mi ha gia detto che devo toglierlo …e mi sembra giusto, vorrei sapere però se e’ un’estrazione facile come lo fu per il giudizio superiore, o viste le attuali condizioni in cui si trova fa parte della estrazioni macchinose che ho letto nelle altre risposte?
    (domanda via mail)

    Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    23 luglio 2013 alle 21:26
    Permalink

    Da qualche settimana a questa parte ha cominciato a crescermi il dente del giudizio inferiore (ho quasi 30 anni), che a differenza di quelli superiori fa fatica ad uscire essendo posizionato storto (spinge gli altri denti in avanti). Ho le gengive gonfie e molto doloranti, come anche i denti vicini. Mi consiglia di aspettare che esca completamente, per verificare se e’ necessario estrarlo, oppure vado subito dal dentista?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      31 luglio 2013 alle 20:55
      Permalink

      Se la gengiva attorno al dente del giudizio è infiammata e dolorante e il dente è parzialmente ritenuto si tratta probabilmente di un’infezione della pericorona del dente. Il consiglio che posso darle è di farsi vedere al più presto dal suo dentista, faccia giudicare a lui mediante una radiografia se è il caso di intervenire rapidamente o se è più conveniente aspettare.
      (Dott. Jacopo Cioni)

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    23 luglio 2013 alle 21:23
    Permalink

    Mia figlia ha 15 anni e da circa sei mesi in corso il trattamento ortodontico con espansore del palato; ora il medico mi propone di togliere i denti del giudizio inferiori in quanto non essendo ancora usciti l’intervento risulta meno doloroso … Cosa mi consiglia?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 settembre 2013 alle 13:47
      Permalink

      Se l’ortodonzista prevede che l’eruzione degli ottavi inferiori possa arrecare un problema futuro la pratica è sicuramente consigliabile. La ragione per cui l’intervento risulta più facile è perché il dente non è ancora del tutto formato e quindi la breccia ossea da eseguire per l’avulsione è ridotta.
      (Dott. Jacopo Cioni)

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    23 luglio 2013 alle 21:21
    Permalink

    Ho estratto un dente del giudizio e per alleviare il dolore mi hanno consigliato di prendere dell’aulin, ma ormai è quattro giorni e a me continua a dare fastidio, inoltre da due giorni a questa parte mi hanno prescritto 10 giorni di antibiotici di cui cinque li ho già presi. La mia domanda è: ma e normale che l’estrazione di un dente provochi così tanto dolore e si può continuare a somministrare antidolorifici per tempi prolungati?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 settembre 2013 alle 13:45
      Permalink

      Una avulsione può provocare vari livelli di dolore. Il dolore stesso è soggettivo, alcuni pazienti curano poco il dolore altri molto di più. Più complicato è l’intervento, cioè più si protrae nel tempo, con grosse brecce ossee e ampie incisioni mucose, più ovviamente il post operatorio risulterà doloroso. Possono poi subentrare delle complicanze post estrattive quali infezioni, alveoliti, edemi, distacco del coagulo ecc. che aggravano la sintomatologia dolorosa. L’uso di antinfiammatori è corretto, anche per tempi prolungati se sussiste la necessità, ovviamente se il farmaco non provoca effetti collaterali.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    23 luglio 2013 alle 21:17
    Permalink

    Salve. Vorrei sapere come avviene l’operazione per l’estrazione del dente del giudizio,e’ dolorosa ? viene fatta con anestesia locale?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 settembre 2013 alle 13:44
      Permalink

      L’avulsione del dente del giudizio può risultare talvolta complessa oppure di una semplicità risibile. La differenza fra un caso e l’altro è dovuta alla posizione del dente e dai suoi rapporti con altre strutture anatomiche vicine (Tronchi nervosi, seno mascellare). Normalmente viene eseguito con anestesia locoregionale (se superiore), oppure in tronculare, cioè anestetizzando tutta la emimandibola del lato interessato (se inferiore). Il dolore intraoperatorio è quindi nullo. Il dolore postoperatorio è più consistente più è complicata l’avulsione, di solito però è ben controllato mediante terapia farmacologica.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    23 luglio 2013 alle 21:16
    Permalink

    Il mio dentista mi ha consigliato di togliere i denti del giudizio tutti insieme. Non sono cariati, i due inferiori non hanno molto spazio per crescere. Non mi hanno mai fatto male. A parere del mio dentista i denti del giudizio sono denti “inutili” e nell’arco di 4-5 anni mi rovineranno gli altri denti. Cosa é meglio fare (anche in previsione di una prossima gravidanza)? Cosa ne pensate di toglier quattro denti in un solo giorno?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      4 settembre 2013 alle 13:42
      Permalink

      Non posso che essere d’accordo con il suo medico i denti del giudizio nel 99% dei casi portano innumerevoli problemi. Solo se sono correttamente in arcata andrebbero mantenuti.
      Credo invece che l’avulsione contemporanea dei 4 ottavi sia un provvedimento alquanto pesante. Si possono eseguire avulsioni successive in quattro sedute, si traumatiche quattro volte, ma di minore entità nei postumi ognuna di esse.
      Dott. Jacopo Cioni

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    23 luglio 2013 alle 21:13
    Permalink

    I denti del giudizio vanno comunque e sempre estratti? E’ vero che alla lunga vanno incontro alla carie? Corro dei rischi a tenerli in bocca?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      23 luglio 2013 alle 22:41
      Permalink

      Non sempre vanno estratti, ma le indicazioni all’avulsione sono tantissime, a differenza degli altri denti.
      E’ più breve indicare i casi in cui è meglio conservarli:
      1) quando sono posizionati correttamente in arcata e hanno un’azione triturante corretta.
      2) Quando sono totalmente inclusi nell’osso e non danneggiano nessuna struttura circostante.
      3) Quando possono essere utilizzati a fini protesici.
      In tutti gli altri casi è conveniente l’avulsione dato che portano più svantaggi che vantaggi.
      (Dott. Jacopo Cioni)

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    23 luglio 2013 alle 21:11
    Permalink

    Quanto tempo occorre per rimettere un dente tolto? Il mio dentista mi ha parlato di 20 giorni, il tempo che guarisca la ferita. E’ giusto?
    (domanda via mail)

    Rispondi
    • Dott. Jacopo Cioni
      23 luglio 2013 alle 22:36
      Permalink

      Salve.
      Il suo dentista ha ragione. Con l’evoluzione e l’adattamento a cibi sempre meno duri è diminuita la necessità di triturazione e nel tempo è venuta meno la necessità masticatoria dell’ottavo dente, infatti sempre più spesso in molti pazienti non compare più e in quelli che compare non trova spazio per erompere correttamente e crea molti problemi. Lo spazio è diminuito proprio per la ragione sopra-detta e il volto si è accorciato di conseguenza. Un tempo avevamo anche il 9 dente e un volto molto più pronunciato. Quindi è inutile pensare a sostituirlo.
      (Dott. Jacopo Cioni)

      Rispondi
  • Domanda dei Lettori
    22 luglio 2013 alle 23:37
    Permalink

    Ho tolto il dente del giudizio che era storto. Io volevo rimetterlo ma il mio dentista mi ha detto che non serve. E’ vero?

    Rispondi
    • Dott. Giampiero Cioni
      23 luglio 2013 alle 22:35
      Permalink

      Dopo aver estratto un dente per poterlo rimettere con i metodi tradizionali (ponti fissi) occorre attendere la completa restitutio ad integrum dell’osso. Questo in genere avviene in un arco da tre a sei mesi. In caso si usi l’inserimento di un impianto si deve scegliere se usare una tecnica detta ritardata e che trova un senso nei 20 giorni detti oppure attendere la guarigione dell’osso e poi inserire l’impianto. Esiste anche un metodo immediato, cioè collocare un impianto subito dopo un’estrazione direttamente nel sito estrattivo ma prima si deve fare una diagnosi accurata attraverso un’anamnesi clinica e radiologica in quanto i rischi diventano maggiori.
      (Dott. Giampiero Cioni)

      Rispondi
      • 23 febbraio 2016 alle 19:26
        Permalink

        Salve Dottore ho tolto dente giudizio, ma Le radici sono ancora Li ,mio Dentista dice escono da sole …vero?

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          26 febbraio 2016 alle 14:10
          Permalink

          Salve

          Diciamo che le radici andrebbero rimosse, ma se la rimozione delle radici può portare ad un rischio alto di un danno peggiore, meglio lasciarle in sede, ovviamente se non infette, in tal caso potrebbero essere un problema.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi
          • 26 agosto 2016 alle 17:59
            Permalink

            Salve dottore, ho estratto il dente del giudizio l’atro ieri ma ho fortissimi dolori sulla p arte dpve stava il dente, e gonfiore cosa devo fare

          • Dott. Jacopo Cioni
            1 settembre 2016 alle 13:07
            Permalink

            Salve

            Un risentimento post chirurgico è normale, si faccia suggerire dal suo dentista una terapia farmacologica.

            Dott. Jacopo Cioni

      • 31 ottobre 2016 alle 10:56
        Permalink

        salve dottore,io 3 giorni fa ho estratto un molare nella parte superiore.
        Ad oggi guardando la ferita mi sono accorta che nella ferita ”cioè nel buco dove manca la mola” e bianco all’interno ma è normale? cosa devo fare?
        la ringrazio in anticipo.

        Rispondi
        • Dott. Jacopo Cioni
          9 novembre 2016 alle 19:56
          Permalink

          Salve

          Si tratta di tessuto di granulazione, un tessuto di riparazione che deve ancora subire la ri-epitelizzazione.

          Dott. Jacopo Cioni

          Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.