Avete un po di curiosità? Anche io, ecco perchè mi sono messa ad indagare un po.

Sapevate che gli uomini di Neanderthal usavano rudimentali stuzzicadenti per la cura dei loro denti? Si dice che usassero la sabbia visto che abrasiva è quindi ideale per pulire i denti.

Cyperus rotundus
Cyperus rotundus
tombe
Tombe in Sudan

In Sudan, per esempio, sono state fatte delle scoperte addirittura dagli scienziati italiani nei cimiteri; dentro diverse tombe. Scoperte che ci provano come da quelli parti, in quel periodo, gli uomini utilizzassero una pianta chiamata quadrella o zigolo infestante (Cyperus rotundus), una delle piante più nocive del mondo! La pianta fungeva da spazzolino e dentifricio per queste popolazioni e visto che gli scheletri avevano una dentatura molto sana forse funzionavano. Proprio grazie alle proprietà antibatteriche della pianta.

Si potrebbe parlare anche di come gli egiziani avessero lasciato sui loro papiri delle formule usate per l’igiene orale.

spazzolini 2Ma avviciniamoci un poco ai Romani usavano addirittura l’urina per la presenza dell’ammoniaca. Si sono interessati alla loro igiene dentale anche i Greci, si parla del uso del bicarbonato, menta, salvia. Fu però durante il Medioevo e il Rinascimento che le belle dame, con pettinature profumate, ma dove la pulizia che lasciava molto che desiderare, che introdussero certi miscugli fatti addirittura con conchiglie tritate fino a renderle utilizzabili come materiale abrasivo, addizionate con menta, e chiamate saponi per denti. Usavano mettere il preparato dentro un panno di lino e pulire cosi dente dopo dente.

La grande scoperta dello spazzolino da denti fu intorno al 3000 a.C. in Egitto, ed erano rametti grandi quanto una matita, sfilacciati ad un’estremità e strofinati sui denti, certo è che tutto cambierà con la scoperta del Nylon. Il dentifricio usato continuava ad essere un qualcosa di poco simpatico visto che non aveva nemmeno un buon sapore. Non sarà gradevole sino a quando non si penserà di aggiungere anche la glicerina insieme ad altri elementi per dare un buon aroma ed altri elementi molto importanti tipo gli antibatterici. Il tutto rendeva il dentifricio più pastoso e gradevole. Fra i primi veri e propri dentifrici troviamo: La formula del Capitano, Gibbs, Colgate, Marvins.

Nancy Herrera
Nancy Herrera
La storia del dentifricio e del nostro spazzolino.
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.